Trovato morto a letto, città sotto choc: addio ad Enrico Falcinelli

967 0

Appena si è diffusa la notizia, tutti si sono precipitati presso l’abitazione del quarantunenne di Venafro trovato morto nel suo letto presso l’abitazione della madre in via Maria Pia. Città sotto choc, Enrico Falcinelli, 41 anni fotografo e docente di sostegno presso l’Istituto Comprensivo “Leopoldo Pilla” era molto conosciuto per le sue qualità professionali e umane.

Nessuno oggi intorno alle 13,30 voleva crederci: un via vai di amici, conoscenti presso la sua abitazione. Appena accortosi della situazione, è scattato l’allarme e la chiamata al 118. Sul posto immediatamente l’Ambulanza della Croce Azzurra. I sanitari giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare la morte di Enrico Falcinelli che oggi, lunedì era libero dagli impegni di scuola e per questo stava tranquillamente a letto. I familiari per questo non lo hanno disturbato. Quando si sono accorti che qualcosa non andava, hanno fatto la scoperta del decesso, che sarebbe avvenuto qualche ora prima almeno stando alle prime notizie che giungono dai sanitari del Servizio 118 accorsi sul posto nel giro di pochissimi minuti. Allertati anche i Carabinieri della Compagnia di Venafro che hanno fatto tutti i rilievi del caso. Per le cause del decesso si attendono i risultati dell’autopsia. Tutta la città piange un bravissimo giovane papà di una bellissima bimba. Scene strazianti ieri nei pressi della sua abitazione dei suoi amici e familiari che non volevano proprio credere a quella notizia. Enrico Falcinelli si è fatto volere bene da tutti, come docente di sostegno si è fatto apprezzare per preparazione e doti umane in tutte le scuole dove ha prestato servizio e, in modo particolare, presso l’Istituto Statale Superiore “Antonio Giordano” e l’Istituto Comprensivo “Leopoldo Pilla” di Venafro dove prestava attualmente servizio. Tutta la comunità venafrana si è stretta intorno alla famiglia di Enrico, una morte assurda la sua che ha toccato le coscienze di tutti i venafrani. MF

fonte :  http://quotidianomolise.com/

There are 1 comments

  1. Ciao Enrico, ricorderò sempre le nostre risate quando mi accompagnavi in auto a casa dopo gli allenamenti in palestra…
    Sei stato un uomo che mi ha fatto tanto crescere…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi