DAL PORTALE

tra i due litiganti il terzo …….muore

E’ un braccio di ferro fra proprietà e regione,almeno è quello che cerca di far credere ai dipendenti del CARSIC , un teatrino che ormai va avanti da circa tre anni senza tregua.
Da una parte i dipendenti che si vedono negare le mensilità a loro dovute e dall’altra l’ingordigia della proprietà(forse abituata alla gestione di pomodorifici) che non ha ben capito cosa sia gestire un’azienda che opera nella riabilitazione di persone diversamente abili, lavorare al CARSIC non è un lavoro come altri, è un lavoro molto delicato che va svolto da persone che non hanno tanti pensieri al di fuori delle mura lavorative.
Invece no, è l’azienda o la malagestione di essa che provoca problemi ai dipendenti, tanto che molti dipendenti si sono messi in aspettativa per trovare altro,alcuni sono andati via e nel frattempo che le mensilità passano invece di cercare di sistemare la situazione, tutto sembra andare a rotoli.
Naturalmente e sicuramente gli amministratori continuano a prendere le loro laute ricompense e con loro anche i fidi prostrati e imboscati negli uffici vari che hanno l’utilità della carta igienica bagnata, ma che servono per placare gli animi di quelli che si recano dinanzi l’amministrazione per chiedere “AIUTO”, qualcuno osa disturbare i principi di santa maria…..scherziamo?

Le istituzioni continuano a fottersene , compreso il nostro amatissimo presidente Frattura e con esso i due assessori regionali Cotugno e Scarabeo che sono bravi solo a decantare il nulla invece di fare il loro dovere.

Intanto i dipendenti del CARSIC ogni mattina si alzano e vanno a lavorare ,perchè loro ( come detto sopra) non fabbricano pomodori o aggiustano tubi o altro,lì dentro ci sono persone che hanno problemi di disabilità e vanno accuditi quotidianamente senza risparmiarsi in nulla, partendo dal portantino fino ad arrivare ai medici, quelli che restano , perchè molti sono fuggiti via a gambe elevate …………..

UNA SOLA PAROLA , PROPRIETA’ E REGIONE MOLISE …………… VERGOGNATEVI

Tag
Show More
Back to top button
X