Sorpresa a Palazzo Moffa, Niro presidente del Consiglio

252 3

Vincenzo Niro è il nuovo presidente del Consiglio regionale. L’elezione a sorpresa è avvenuta poco fa.
Il centrosinistra ha fatto fuori il candidato ufficiale, Vincenzo Cotugno, unico rappresentate di “Rialzati Molise” che era anche stato in assoluto il più votato del centrosinistra con oltre quattromila preferenze. La maggioranza ha scelto Vincenzo Niro, consigliere dell’Udeur, che aveva minacciato l’appoggio esterno se non gli fosse stata attribuita questa carica. Ma ci sarebbe, dietro questa operazione, la regia di qualche esponente del Partito Democratico. Niro è stato eletto con i 12 voti della maggioranza. Il tredicesimo voto, quello di VIncenzo COtugno, non c’è stato perché lo stesso Cotugno non ha partecipato alla votazione in segno di dissenso rispetto alla decisione, assunta questa mattina, dal centrosinistra di cambiare cavallo in corsa. Il centrodestra, orfano di Michele Iorio, ha votato per GIuseppe Sabusco, che ha ottenuto 4 voti. I due “grillini” hanno votato per Patrizia Manzo mentre Filippo Monaco ha votato per se stesso. Eletto anche l’ufficio di presidenza. I due vicepresidenti sono Cristiano Di Pietro dell’Idv per la maggioranza e Filippo MOnaco di Costruire Democrazia per la minoranza. Ma Monaco è stato eletto grazie al sostegno di una parte del centrosinistra, con un accordo tra il movimento di Massimo Romano che gli esponenti del centrodestra hanno definito un “inciucio”. Infatti i voti della maggioranza si sono distribuiti tra Cristiano Di Pietro (8) e Filippo Monaco (4). QUest’ultimo, aggiungendo il suo voto, è arrivato a quota 5, uno in più di Nicola Cavaliere che ha preso i quattro voti del centrodestra. Due voti invece per Patrizia Manzo del M5S. “E meno male che in campagna elettorale Massimo Romano gridava contro gli accordi sotto banco e per le poltrone”, ha commentato a caldo un consigliere regionale di centrodestra. La Fusco Perrella, intervenendo nel dibattito, ha chiesto a Filippo MOnaco di dimettersi affinché al suo posto venga eletto un vero rappresentante della minoranza. Eletti anche i due segretari del Consiglio: sono Domenico Di NUnzio del PD per la maggioranza con 10 voti e GIuseppe Sabusco dell’Udc per l’opposizione con 5 voti. Tre voti invece per Patrizia Manzo del Movimento 5 Stelle. Un “colpo basso”, dunque, per “Rialzati Molise” che potrebbe avere pesantissime conseguenze sul piano politico. SI parla addirittura della possibilità che il movimento di Mario Pietracupa esca dalla maggioranza che però, a quanto pare, starebbe trattando proprio con FIlippo MOnaco per “sostituire” eventualmente la componente di “Rialzati Molise”.

Altromolise

There are 3 comments

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi