La Quaglia saltellante Venafrana

Che la politica ormai è diventata terra di avventurieri è cosa risaputa. Fino allo scorso decennio fare politica era  qualcosa di nobile e anche se volto al benessere della propria persona e famiglia esisteva anche il benessere del popolo.

Poi, qualcosa è cambiato e l’immagine del politico è cambiata, in tanti hanno un comportamento poco consono al ruolo che rappresentano, sono in tanti indagati, cambiano partito senza ideologia politica e non hanno rispetto per gli elettori.

A Venafro in particolare, siamo  più sfortunati del previsto, tra i tanti si distingue in maniera particolare il sig. Massimiliano Scarabeo.

Ebbene egli comincia la sua carriera politica nel lontano 2003 come consigliere al Comune di Venafro, nel 2006 entra nel Consiglio Regionale del Molise ed è lì che inizia l’escursus politico che lo porto’ alla ribalta delle cronache molisane.

Un percorso politico fatto di arresti, di cambi di partiti, di amici-nemici, di eccesi e di abusi.
Quello che ci lascia ancor piu’ basiti è la sua prepotenza mediatica nel provare a convincere l’elettorato che lui è la scelta giusta, (usa termini quali onesto, leale, affidabile).
L’ultimo partito che ha rovinato è stato il pd, appena accortosi  che la barca iniziava ad imbarcare acqua,  subito e furbescamente ( come se non lo conoscessimo) si è dissociato dalla “politica lontana dalle esigenze del popolo”, infatti tutto l’organico locale era formato dalla sua famiglia e i suoi dipendenti, diciamo che si era creato il suo partito democratico personale.

Ora invece si candida con Forza Italia e tutto come se fosse normale.

Si infatti e’ da anni che usa la tecnica della Quaglia Saltellante, saltella felice da un partito all’altro in barba a tutte le regole politiche e agli elettori e i partiti che abbandona con lo stesso dispiacere di una prostituta che saluta il cliente pagante.

Tradisce Iorio, tradisce Frattura ed addirittura  a quest’ultimo fa firmare la promessa che l’ospedale di Venafro non si sarebbe chiuso mentre qualche mese prima alla corte di Michele Iorio ancora presidente in carica, firmava a favore del psr che poi ha portato allo smantellamento dell’ospedale venafrano.
Pubblichiamo alcuni articoli giornalisti per non dimenticare le malefatte, venafro e i suoi cittadini puo’ ancora riscattarsi.

Non fatevi ingannare, non c’e’ piu’ tempo.

A lui hanno dedicato molta attenzione giornalisti di un certo livello come Paolo De Chiara che su questo personaggio politico disse la sua.

“La coerenza prima di tutto” di Paolo De Chiara (dechiarapaolo@gmail.com)

“Non viviamo nel paese dei balocchi ma in un contesto in cui, purtroppo, si devono avere gli occhi puntati sulla realtà delle cose, per questo vorrei significare che laddove si volessero usare cariche e poltrone per soddisfare interessi personali prevaricando quelli di tutti, la mia posizione sarà sempre quella di netta contrarietà e se possibile di forte intransigenza”.?(Massimiliano Scarabeo, cons. comunale di Venafro, consiglio comunale, 24 ottobre 2005, Altromolise.it)

“Da troppo tempo ormai assistiamo impotenti agli indecorosi “balletti” posti in essere in Consiglio regionale dalle forze politiche della maggioranza le quali sembrano agire solo in nome dei loro interessi, nel totale spregio della dignità dei molisani”.?(Massimiliano Scarabeo, cons. comunale de la Margherita al Comune di Venafro, 17 settembre 2005)
Qui contro Michele Iorio

“La politica peronista di Iorio & Co. ha messo a segno un altro scempio, un’altra offesa alla dignit? dei molisani”.(Massimiliano Scarabeo, 1 ottobre 2006, AltroMolise.it)
Qui contro Michele Iorio

“Ringrazio i consiglieri di opposizione che, con il loro voto compatto, hanno fatto si che il sottoscritto fosse nominato nella segreteria dell’Ufficio di Presidenza della Regione”… “Una nomina che mi inorgoglisce soprattutto perché ricade su un esponente politico che muove i suoi primi passi in Consiglio Regionale”.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale della Margherita, 19 dicembre 2006, ufficio stampa)

“I molisani stanno pagando la politica dissennata attuata nello scorso quinquennio della maggioranza di centrodestra che ha fatto esplodere la spesa sanitaria, con il risultato che ora si sta tentando di turare la paurosa falla ricorrendo ai soliti aumenti delle tasse locali”.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale Margherita, 3 gennaio 2007)

“Il Partito Democratico è ormai realtà. Ora siamo attesi da un periodo di grande fervore politico, nel quale chi ha deciso di misurarsi con questa avvincente sfida dovr? avere estrema attenzione alle istanze provenienti dai diversi strati della societ?, sempre più alle prese con un malessere generalizzato che tende ad accomunare negativamente un po’ tutte le forze politiche”.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale Pd, 22 ottobre 2007, Altromolise.it)

“La Giunta Regionale mistifica la verit?: l’aumento dell’IRAP è una delle conseguenze della mancata adozione dei provvedimenti necessari a ripianare il disavanzo di gestione della sanit? molisana”.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale de La Margherita, 6 gennaio 2007, ufficio stampa)

“Prendo le distanze dal Partito Democratico. Tale scelta è diventata obbligatoria alla luce delle situazioni che si sono verificate in quest’ultimo periodo durante il quale sono stato sovente oggetto di attacchi sia di natura personale che politica, provenienti soprattutto da esponenti che militano nel Partito Democratico.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale Pd, 30 aprile 2008)

“A chi si chiede quale sia la mia collocazione politica rispondo con estrema chiarezza: sono distante da quel modo di fare politica fine a se stessa, populista, basata solo sulla demagogia. La mia forma mentis, che poi è quella di chi lavora nel privato e che perciò deve costantemente rischiare in proprio, mi ha portato a fare una scelta di campo che sostanzialmente coincide con la politica del centrodestra e con i programmi che il Presidente della Giunta Regionale sta portando avanti in maniera seria, concreta, equilibrata. Con il Presidente Iorio, quindi, c’è piena sintonia che trover? ulteriore concretezza nel prosieguo dell’azione politico-amministrativa che si svilupper? d’ora in avanti in Consiglio regionale”.?(Massimiliano Scarabeo, consigliere regionale, 16 settembre 2008)

Il Coordinatore Regionale di Progetto Molise ha inteso stipulare un accordo programmatico con i Circoli Cittadini che fanno riferimento al consigliere regionale Massimiliano Scarabeo.?(Il Coordinatore Regionale di Progetto Molise, 28 ottobre 2008)
RUBRICA “Carta Canta”, il Ponte, novembre 2009

Pare che anche la GDF gli abbia dedicato attenzioni più meticolose, infatti Massimiliano Scarabeo fu arrestato per truffa insieme al fratello Gabriele.
http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=19675 

Si fa notare dai suoi elettori anche per l’utilizzo improprio della carta di credito regionale dove lo Scarabeo è costretto a restituire l’intera somma di 16 mila euro in comode rate mensili e senza interessi ( i privilegi della casta), provateci voi a chiedere 16 mila euro ad una banca poi ci dite.

http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=21795

Ricordiamo poi anche qualche particolare forse dimenticato, tipo questo che accadde nel 2007 nel palazzetto dello sport di Venafro, dove lo scarabeo procurò danni a un arbitro di gioco e guadagnando l’espulsione dai campi di gioco per 4 anni.

Qui il referto medico

Nonostante gli arresti e l’esilio nel 2016 la regione chiede indietro i soldi al consigliere scarabeo

http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=21795

Facciamo notare ai lettori che molti link sono spariti, cioè non sono più presenti su primonumero, ma tu guarda che coincidenza, spariscono gli articoli misteriosamente, invece di diffondere i giornalisti molisani nascondono.

Show More
Back to top button
Close

Stai usando un ad blocker, per poter vedere il sito, disabilitalo.

Please consider supporting us by disabling your ad blocker