Scarabeo: in alcuni punti della città l’aria è irrespirabile

446 0

Non è un semplice allarme quello lanciato sul suo profilo Facebook dall’Assessore regionale alle attivitè produttive Massimiliano  Scacabeo. E’ la triste realtà che da tempo riguarda la città di Venafro, senza soluzione di continuità. In giro si sente una strana puzza. L’aria in alcuni punti precisi della città diventa irrespirabile. Anche in pieno centro storico. Nella valle, ai confini con Sesto Campano. “Quello che da un pò di tempo sta accadendo a Venafro scrive l’Assessore regionale Scarabeo, con aria che diventa irrespirabile in particolare modo in una zona ben precisa della città, non trova soluzione, dato che il fenomeno continua a verificarsi ancora.

Le autorità competenti hanno già fatto i dovuti sopralluoghi, io stesso, fin dall’inizio mi sono adoperato a che venissero fatti i controlli necessari perchè si capisse e qualcuno ci dicesse, se il fenomeno può determinare anche problemi alla nostra salute.

Il ripetersi della storia pone dei dubbi che vorremmo venissero dissipati e per questo è nato persino un comitato spontaneo di cittadini che si sta adoperando perché si venga a capo della questione.

Il problema dell’inquinamento di terra, aria ed acqua è un fenomeno ormai dilagante e perciò va contrastato: è inutile sottolinearlo ancora una volta”.

Che fare allora? E’ chiaro anche su questo punto il vice segretario del Partito Democratico del Molise Scarabeo.  Lo dice a carattere cubitale: “E perciò non devono esserci scaricabarile su una simile emergenza o, peggio, strumentalizzazioni senza senso, dato che l’aria è di tutti e tutti la respiriamo”. E l’Amministrazione comunale può non intervenire? Su questo Scarabeo è altrettanto chiaro: “E se sulla questione specifica non si pone rimedio e non arrivano risposte certe alle legittime rimostranze dei venafrani, si valuti un intervento del Sindaco quale massima autorità locale in termini di salute pubblica.” Si spera che l’appello autorevole dell’Assessore regionale Massimiliano Scarabeo venga raccolto da chi di dovere per dissipare ogni dubbioso quanto sta accadendo nell’aria di Venafro. La gente, da queste parti, ha veramente paura anche dopo quanto sta venendo fuori dagli scavi in un’area che doveva rimanere agricola e amena e, invece, nel sottosuolo nascondeva non poche nefandezze.

Fonte quotodianomolise.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi