Rivolta dei medici e pazienti…colpita ancora Ortopedia al SS. Rosario.. si opera un solo un giorno la settimana…perché mancano gli anestesisti….

328 4

Colpito ancora l’ospedale cittadino. In particolare il Reparto di Ortopedia, unico fiore all’occhiello del SS. Rosario.

Da stamattina si passa da tre sedute operatorie la settimana ( in tre giorni diversi) ad una soltanto. Il provvedimento adottato dalla Asrem, perché mancano gli anestesisti. Una mamma, che stamattina aveva il figlio che doveva essere operato d’urgenza per una frattura esposta, ha chiamato i carabinieri. Interessandoli dell’accaduto. Il dottor Enzo Bianchi ( primario del Reparto) ha convocato i medici in riunione straordinaria e si è rivolto al Prefetto di Isernia. Per denunciare la gravissima situazione del suo Reparto. Poi ha dichiarato:< Non so più che fare, a quale santo rivolgermi. Siamo stati abbandonati. Adesso se prima l’attesa per operarsi era di un  mese e mezzo, rischiamo di allungare i tempi sin oltre sei mesi. E soprattutto rischiamo di chiudere>. E l’eventuali urgenze? Ma che bella classe politica regionale! Sperpera soldi per nulla e poi non riesce ad assumere almeno due tre anestesisti che servano il SS Rosario di Venafro e persino altri ospedali provinciali. Che cosa rispondono i tanti supercommissari, che guadagnano cifre da capogiro? E soprattuttoMichele Iorio e l’assessore regionale alla Sanità Filoteo Di Sandro che cosa hanno da dichiarare?

molise24

There are 4 comments

  1. Perche’ non dice anche, che per operarsi, si deve passare per il suo studio privato e pagare la visita?

  2. Sono m,edici ancora iscritti all’Albo dei medici? Albo dei medici che avrebbe detto NO alla centrale turbogas. Un NO che sembra una farsa. Che azione ha intrapreso avverso questi due mediuci politici regionali perchè da 10 anni la regione non ha adottato il registro dei tumori?
    Se l’avessero adottato oggi si sarebbe potuto comprovare che c’è un aumento dei tumori nell’area venafrana. Invece vcale la media nazionale. ma se 10 anni fa la media nazionale dei malati di tumore era dieci volte maggiore rispetto all’area venafrana..adesso se anche i malati di tumore fossero aumentati di 10 volte sarebbe tutto regolare, perchè il raffronto va fatto cvon la media nazionale. Ecco a cosa servono ipolitici regionali medici che abbiamo..a non avere avuto la sensibilità “medica” obbligatoria di attivare prontamente il registro dei tumori col risultato che nessuno potràmai accusare le fabbriche inquinanti esistenmti di essere responssabili di tale aumento di malattie, die ssere condannate aa risarcirte imn class action, di vedersi meglio controllate, di impedire l’insediamento di altre fabbriche altamente inquinanti tipo la turbogas a presenzanoi.Poi fanno finta di dire di eseere contrari, di opporsi….ma aparole. I fatti, secondo la normativa e la “presunata” grave inattività regfionale, ancora più grave per la presenza di due medici che hanno molto potere politicoo, che porterà Venafro ad essere una seconda taranto, ad impedire la produttività di ortopedia all’ospedale di venafro..così avranno la scusa di privatizzarla trasferendola in qualche struttura privata nei paraggi, magari nelle zone di confine di altre regioni così non si possono ipotizzare collegamenti di interessi diretti molisani. E questi signori dichiaranio ai giornali che prendono le decisioni nell’interesse dei molisani..ed i giornalai le scrivono senza analizzare il contenuto e ribattere che, agli effetti partici, non si capisce comele decisioni che hanno preso e che continuano a prendere siano utili agli interessi della coleltività molisana…a meno che per colelttività non vogliano intendere solo “qualche componente della collettività moilisana”?
    ma che sfacelo che siamo se abbiamo mandato a dirigerci gente che ha prodotto questi risultati.

  3. Perchèè una poartica imposta dalle leggi. Finchè il dipendente pubblico può esercitare attività privata……è nel sentimento del paziente passare per los tudio privato credendo così di avere un tarttamento aprticolare.ma i medici sono persone esatte ed affidabili, quindi pasare prima per il loro studio privato credo sia esattamente inutile..anzi se non ci passate vis erviranno meglio e prima degli altri che ci passano. O no?

  4. x NICA
    Ma prima di scrivere ste cose informati..
    Ma quale studio privato…
    Vai ad informarti su cosa accade poi dici ciò che vuoi.
    Le prestazioni cui fai riferimento vengono pagate all’Asrem e non al professionista.
    E poi, ammesso che fosse vero, quale sarebbe il problema ?
    In Italia le leggi vigenti sono emanate dallo Stato e non dal Dott. Bianchi.
    Se poi vuoi parlare di conflitti di interessi.. beh guardati intorno e ne vedrai di ben più gravi e forse ben più irregolari.
    Quindi, condivisibili o meno, fino a che una persona rispetta le leggi vigenti, non ci sono problemi.
    Fino a prova contraria il Professore in questione riceve in uno Studio e non in un fondaco abusivo qundi non credo (e sono sicuro) stia facendo quacolsa di irregolare. A Roma, per esempio, un primario di un reparto del “Bambin Gesù”, riceve privatamente e a pagamento ma il compenso lo incassa lo studio associato e non l’Asrem di riferimento.
    Condivido il commento di Antonio (commento del 7 settembre delle ore 7,34) tranne che per la parola “imposta dalle leggi” che andrebbe sostituita con “consentita dalle leggi”
    Critica chi ha portato il SS. Rosario allo sfacelo e non chi ci lavora e, al momento, lo tiene aperto. Entraci (per visitarlo intendo) e ti renderai conto dello stato in cui si trova. Fai il paragone con con qualche anno fa (se ti è capitato di entrarci) e comprenderai facilmente di cosa si sta parlando. Ti rendi conto di cosa significhi per i pazienti e i familiari attendere per giorni il proprio turno? E poi ti sembra normale che per avere un servizio attivo c’è bisogno di chiamare i carabinieri…
    Se le sedute vengono ridotte e i tempi si allungano due sono le cose:
    la gente va altrove e l’ospedale pubblico va sempre più a picco e quindi chiude.
    Piacente o spiacente in questo momento vanno solo serrati i ranghi a difesa di ciò che è rimasto indipendentemente da chi ne sia il rappresentante. A meno che tu sia dell’opinione che chiudere il SS Rosario a favore di strutture private sia un beneficio . E in tal caso rispetto la tua opinione ma non la condivido.
    Tira tu le somme…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi