Presto una nuova farmacia al servizio degli utenti sarà aperta in via Campania

320 17

Una farmacia ogni 3300 abitanti: questo il “dettato” della legge. A Venafro la pratica fu avviata dalla vecchia amministrazione ma la delibera del comune fu impugnata dai titolari delle due farmacie cittadine perché mancava il parere della Asrem. Il Tar Molise sospese gli effetti della delibera impugnata. Una situazione ingarbugliata, che rischiava di far saltare la possibilità per Venafro di avere la terza farmacia. A risolvere la questione ci ha pensato la Commissaria Ferri che ha ritenuto di dover riattivare la procedura di istituzione della terza farmacia procedendo ad un riesame della intera e complessa problematica sulla base delle argomentazioni dedotte negli istaurati giudizi.” La terza farmacia sarà ubicata in via Campania ponte Ferroviario intersezione con via Caio Silio Italico.

Su tale proposta, ricorda la Commissaria Ferri nella sua delibera ” si è pronunciato, in modo favorevole il consiglio dello Ordine dei farmacisti, giusto parere del 24/ 04/ 12 n. 11, rimesso al Comune con nota del 24/04/12 prot. n. 5548; che anche la ASREM, con provvedimento del Direttore Cnerale n. 1137 del 18/ 10/ 12 pervenuta al Comune in data 26/ 10/12 prot. n. 16004, ha espresso parere favorevole a tale ubicazione, che in tal modo si è superato il vizio procedimentale significato dal TAR nella propria ordinanza n. 117 /12;non si determina alcuna interferenza di servizio con le altre due farmacie esistenti;
la nuova terza farmacia è finalizzata a servire aree prive di servizio, in via di sviluppo, popolose e ” raggiungibili” facilmente dalla stessa popolazione delle frazioni: in tal modo viene rispettato anche il parametro di unità farmaceutica per popolazione;
non si giustifica (così come si prospetta nei ricorsi) una sistemazione della nuova sede farmaceutica in una delle frazioni in quanto ciò determinerebbe una alterazione di accesso (soprattutto nei turni ) al servizio farmaceutico e non garanti né della centralità baricentrica del servizio, né della accessibilità delle altre frazioni; non è giustificabile quindi la sistemazione in una delle frazioni denegandola ad altre e stante la loro diversa ubicazione territoriale che non solo non favorisce, ma ostacola” lo accesso al servizio farmaceutico.

non si giustifica, come si propone, neppure che la ubicazione al margine di una frazione sulla Statale in quanto il servizio farmaceutico deve essere ancorato alle esigenze del la popolazione del comune e non ad eventuali soggetti di transito sulle strade Nazionali.”

Fonte: quotidianomolise.it

There are 17 comments

  1. Mario iapollo |

    indovinate chi la apre questa farmacia? quello che apre ortopedia , para tutto, si quello che s’e’ venduto l’ospedale d venafro e l’ha privatizzato per la sua famiglia
    venafrani siamo tutti strunz

  2. caro Diego….forse l’amico Mario non è andato molto lontano dalla verità.

  3. l’ospedale chiude e lui amplia , amplia, lui e il magnate dello sfruttamento degli operai, il professorone

  4. L’OSPEDALE DI VENAFRO SE L’E’ VENDUTO IL CARO AMICO NICANDRO CON DI SANDRO E COMPARI CHE FECERO UNA CAMPAGNA ELETTORALE SULLA SUA SALVEZZA E POI SI TRASFERIRONO AD ISERNIA PER PAURA CHE IL DOTTORE IAVICOLI DIVENTASSE PRIMARIO DI ISERNIA E LUI IL CARO DI SANDRO RIMANESSE A VENAFRO. CARI AMICI TENGO AD INFORMARVI COMUNQUE CHE PER APRIRE UNA FARMACIA CI VOGLIONO I SOLDI (TANTI) SI FA UN CONCORSO DOVE POSSONO PARTECIPARE PERSONE LAUREATE IN FARMACIA CON TITOLI E DETERMINATI REQUISITI . E IN RISPOSTA AL CARO AMICO MARIO CHE L’ORTOPEDICO NON HA APERTO NESSUNA OTOPEDIA E CHE PER DIVENTARE QUELLO CHE è HA LAVORATO E STUDIATO COME UN NEGRO PRIVANDOSI DI QUALSIASI SFIZIO . NON DIMENTICARE CHE IL PADRE ERA UNO ESCAVATORISTA E TUTTO QUELLO CHE HA SE LO è SUDATO E NON GLIELO HA REGALATO NESSUNO ANZI GLI HANNO MESSO SEMPRE I BASTONI TRA LE RUOTE . DOVETE SAPERE CHE PER NON FARLO RIMANERE A VENAFRO HANNO SFASCIATO I LOCALI DELLA RIANIMAZIONE NON GLI DANNO INFERMIERI E PORTANTINI E MEDICI.LASCIANDOLI DOVE NON VI è NIENTE DA FARE CON IL BENEMERITO DEL DIPARTIMENTO .PRIMA DI ESPRIMERE PARERI INFORMATEVI .

  5. le chiacchiere stanno a zero signori miei… qui il problema è sempre lo stesso… queste attività vanno sempre a chi ha le mani in pasta qua e la e la cosa deve farci pensare tutti piuttosto che continuare ad accettare a capa avvasciata magari facendo un sorriso amaro…

  6. Ing Antonio Zullo |

    che le attività vanno semprei a chi ha le mani inpasta è una questione sistemica dell’italia intera e non solo di venafro.
    Se iltema è che bisogna che vi sia una farmacia ogni 3300 abitanti, ebbene venafro deve avere la terza indipendentementa da chi ne beneficierà.
    Sepoi volete tutelare tutti i cittadini..scegliete M5S e le cose cambieranno e la terza repubblica non sarà peggiore della seconda e nemmenbo della prima: innanzituto sarà una Repubblica dove saranno i cittadini a decidere e non più questa “oligarchia di fatto” che ci spreme comelimoni e nega i diritti primari sanciti nella costituzione.

  7. caro antonio si deve cambiare il modo di agire delle persone non i segni .sappi che se nel movimento 5 stelle ci metti un coglione che che cambia per seguire la nuova scia. siamo sempre li’.

  8. …sembrerebbe che il m5s sia il salvatore di tutti i problemi che abbiamo, a me fanno paura e mi ricordano, con il suo leader, tanto “il ventennio”

  9. Enzo bianchi |

    Caro Iapollo ,non so che cosa fai nella vita , io cerco di fare il medico.se poi a te fa piacere che io faccio il fannullone chiamami .per quanto. Riguarda l’ospedale ti ricordo che sono l’unico rimasto.caro Diego non ti crucciare. Nel nostro cuore c’e spazio per tutti. Caro mario ti auguro tanta salute e benessere.Enzo bianchi

  10. Enzo bianchi |

    Cari amici,la cosa importante nella vita e’ lo stare in pace con se stessi e poi con il prossimo. La gavetta la conosco bene e non la auguro a nessuno di voi giovani manco a Mario. Cari ragazzi ha ragione Antonio zullo impegnatevi nella vita sociale per interpretare le esigenze della gente specie delle fasce deboli.caro Mario,caro il ” mi sbaglio” cerchiamo di stare insieme e impegnarci. Per i deboli. E’ bello camminare a testa alta che dite? Vi saluto perche’ mi chiamano dal SS.Rosario ciao Enzo bianchi

  11. DrakunoW

    Grande Enzo , a venafro sanno solo puntare il dito quando e se uno sbaglia, mai che si ricordano del bene che qualcuno ha fatto a tanta gente…… un abbraccio.

  12. Tralasciando tutte le rivalità politiche, le divergenze di opinioni e le invidie, credo che una persona che in questo periodo di crisi profonda riesca a fare qualcosa di produttivo per se e per gli altri, deve essere solo AMMIRATA o, perlomeno, non ostacolata….è un consiglio!!! Saluti

  13. Ma che cavolo dici? |

    Mente contorta diffidente tipica dell’Italiano disperato..Allora tieniti la situazione così come è, non lamentarti e vai a votare la schifezza che ci ha ridotto così.. Ti meriti la fine che hai fatto..

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi