PISU, sette milioni per il rilancio

241 0

Finalmente ci siamo!! Proprio così. Ieri nella tarda mattinata è stato firmato Laccordo di programma tra il Governatore del Molise Michele iorio e i sindaci del “Pisu Venafro”. In tutto arriveranno per l’area venafrana quasi 7 milioni e mezzo di euro. Con cinque ambiti finanziati che riguardano i fondo Fers, fondi di recupero e coesione e la cosa più significativa è che questa volta nella programmazione si è pensato pure ai giovani con una riserva finanziaria di circa 350 mila euro. Con questi soldi si attiveranno delle politiche giovanili rivolte all’occupabilità secondo quanto prevede l’Unione Europea.

I Pisu, i piani integrati di sviluppo urbano prendono forma. La Regione Molise, questa volta, scommette per una programmazione dal basso. Una vera e propria rivoluzione a vantaggio delle comunità del venafrano. Il Comune di Venafro è ente capofila del Pino che mette insieme anche i comuni di Conca Casale, Pozzilli e Sesto Campano.

A portare avanti questa programmazione è stata la Commissaria Giuseppina Ferri che ha rivisto e corretto quanto deliberato in precedenza dalle amministrazioni comunali. Tutto poi concordato con gli attuali primi cittadini dei centri del venafrano. Come è noto è stata l’agenzia Sfide ad elaborare tutta la progettazione per nome e per conto delle amministrazioni locali coinvolte al tavolo delle trattative. Una cosa è certa e lo ribadiamo per completezza di informazione: rispetto alla prima stesura del Pisa, la città di Venafro ha avuto più progetti mirati alle peculiarità del territorio inserito in un contesto intercomunale.

Sfuma solo la cittadella dello sport, così a cuore all’ex Assessore allo sport Benedetto lannacone.Tutto questo perché i tempi assegnati agli Enti erano veramente ridotti. Ora, invece, con il ‘Pisa Venafro” riveduto e corretto dalla Commissaria Ferri e dai sindaci di Conca Casale, Pozzilli e Sesto Campano, si spalancano le porte pure ai giovani che potranno essere coinvolti come guide turistiche in percorsi di valorizzazione dell’immenso patrimonio archeologico di Venafro e dintorni.

Sarà recuperata anche la piazza Mercato, si punterà anche alla viabilità, interventi sugli acquedotti, infrastrutture, ma non solo. Grazie al lavoro della struttura tecnica comunale coordinata dal capo settore all’urbanistica architetta Celino, è stata inserita nella nuova progetta zione a ppena approvata, il recupero di Palazzo San Francesco che oggi è un pugno nello stomaco su piazza Merola. Si punta inoltre anche alle energie rinnovabili e al trasporto pubblico con una navetta che collegherà Venafro con i centri di Sesto Campano, Conca Casale, Pozzilli.

Ci sarà anche il recupero dei depuratori, l’incentivazione della raccolta differenziata, E dopo la firma dell’accordo di programma, i comuni coinvolti nei Pisa, hanno trenta giorni di tempo per arrivare alla progettazione esecutiva.

Fonte: quotidianomolise.it

 

MESSAGGIO DAL PORTALE , SI SI , BLABLA BLA BLA , PRIMA DELLE ELEZIONI ,NON CREDO A UNA SOLA PAROLA DI QUANTO SCRITTO

 

There are 1 comments

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi