Piedi d’argilla, Patriciello: fine di una vicenda assurda

Dopo la sentenza dello scorso 23 dicembre anche la Corte di Appello di Campobasso, come scritto ieri, ha assolto l’europarlamentare Aldo Patriciello per la vicenda giudiziaria denominata Piedi d’Argilla, sulla realizzazione della variante di Venafro. I giudici di secondo grado hanno quindi confermato la sentenza di primo grado e l’europarlamentare è stato di nuovo assolto insieme a Paolo Furner e Pirollo. “Da uomo delle Istituzioni ho sempre creduto nella magistratura – ha affermato l’onorevole Patriciello all’uscita del Tribunale di Campobasso – e questa sentenza ne è la prova. A distanza di otto anni si pone definitivamente fine ad una vicenda assurda ed incomprensibile. Sono felice per me e per tutti i miei familiari che hanno sofferto, insieme a me, perché hanno dovuto subire tutte le accuse infamanti che in questi anni mi sono state rivolte per una vicenda, lo voglio ricordare, che mi vedeva totalmente estraneo. Estraneità che ho sempre sostenuto in tutte le sedi, tanto da non voler nemmeno considerare la prescrizione che tra sei giorni avrebbe toccato il procedimento sottoponendomi invece al giudizio”.

Mostra altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Close

Hai qualche plugin installato che blocca il sistema pubblicitario del sito

Per visualizzare il sito disabilitalo, grazie
X