Piazza Castello, Cotugno: Merito mio

Piazza Castello, Cotugno: Merito mio
Senza categoria

“Per il taglio del nastro Sorbo mi ceda la fascia visto che lui quest’opera l’ha osteggiata dai banchi dell’opposizione”” Ho sentito dire dal Sindaco che a breve sarà inaugurata piazza Castello. Chiedo a Sorbo, per quella occasione, di cedermi la sua fascia, visto che lui ha osteggiato quest’opera dai banchi dell’opposizione con mozioni, interpellanze e quant’altro”.
A parlare è reo sindaco di Venafro Nicandro Cotugno. La sua più che una provocazione. Pomo della discordia il cantiere presso il Castello Pandone. Cotugno da sindaco ha sfidato tutto e tutti tel prendere decisioni coraggiose come quella di affidare la direzione dei lavori all’architetto Franco Valente.

Una decisione che, addirittura, mise a dura proua la compattezza della maggioranza che sosteneva Nicandro Cotogno. Con il cambio di maggioranza nulla è cambiato su questo versante e tutto è stato portato avanti senza decisioni di discontinuità.

E oggi Cotugno possiamo dire gongola di tutto questo. “Mi fa piacere, poi,aggiunge ancora l’ex primo cittadino che si è arrivati al capolinea anche per l’appalto della Palazzina Liberty anche se so che ci saranno strascichi di natura giudiziaria e non solo, perché conseguenze potrebbero esserci anche sul piano Politico.

Su questo Punto è superfluo aggiungere qualcosa, tanto tutti i venafrani sanno a che cosa mi riferisco. Come avete voi sottolineato giustamente nei giorni scorsi, la palazzina Liberty era il logo della mia lista e su quest’opera mi sono giocato la faccia e oggi posso dire che avevo visto.

” Cotugno, ma allora il suo gudizio su Sorbo rimane negativo? “Dire negativo sarebbe un complimento. E’ un sindaco che su tutto ha le mani legate. Sto ancora aspettando una sua iniziativa, un suo progetto visto che sta vivendo solo di rendita.
Palazzina Libertty, Piazza Castello, Pisu: fa bene a ricordare queste opere ma chi le ha progettate? Chi le ha pensate e incardinate per quanto attiene ai finanziamenti? Sorbo è bravo a cambiare le carte in tavola, oramai tutti i venafrani lo hanno capito e oggi mi esprimono vicinanza e attestano, di fatto, il fallimento di Sorbo e della sua mancata rivoluzione.

” Rivoluzione in che senso “Beh basta sbobinare le delibere del consiglio comunale e accorgersi quanto proponeva Sorbo dai banchi dell’opposizione. lo  ho tutto e sono pronto a un confronto. Parla di Ospedale, ambiente, parlava di casta ma oggi lui che fa? LOspedale è chiuso, ambiente mentre a me diceva che si pote. fare qualcosa in 24 ore 4 chiedeua le mie dimissioni, lui scopre che ha le mani legate. E che dire quando parlava di ca.. Mi sembra che lui non ha rinunciato a nulla, persino non ha lasciato spazio manco a un precario che potesse sostituirlo da professore.
Dalla provincia al comune, altro che indennità da sindaco. Andate a vedere…. Cotugno è un fiume in piena.

Le sue dichiarazioni, di certo, provocheranno un vespaio di polemiche. E le reazioni del sindaco Sorbo. Il Quotidiano, naturalmente, è pronto ad ospitare le repliche del primo cittadino con lo stesso trattamento e spazio.

fonte: quotidianomolise