Parco Regionale dell’Olivo: sostenere la cultura olivicola e valorizzare l’ambiente

198 0

Un incontro-dibattito fondato sulla volontà di sostenere un Ente regionale che nasce nel cuore di Venafro ma che potrebbe diventare il fiore all’occhiello del Molise in materia di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. Il Parco Regionale dell’Olivo di Venafro nasce con l’obiettivo di sostenere la cultura olivicola, di valorizzazione l’ambiente montano e pedemontano, di creare una commercializzazione di nicchia dell’olio locale, di porre in essere interventi diretti sul territorio come il mantenimento dell’arredo sentieristico, il ripristino degli oliveti, il mantenimento delle varietà in estinzione e di quella ‘aurina’, tipica del territorio venafrano. L’Ente inoltre sostiene gli agricoltori locali tramite il piccolo credito e vanta progetti con l’Unione Europea e con altre realtà territoriali, il tutto tutelando anche le peculiarità storiche del Parco.Negli anni però è mancato un punto di riferimento regionale che supportasse le attività dell’ente e ne controllasse gli atti amministrativi; motivazione che ha spinto il Presidente del Consiglio Regionale, Mario Pietracupa, ad accogliere le istanze di Emilio Pesino, Presidente del Parco Regionale dell’Olivo di Venafro, e promuovere un incontro insieme all’Assessore all’Ambiente, Luigi Velardi, che potesse delineare un intervento tempestivo da parte dell’Istituzione regionale al fine di dare certezza operativa ad un Ente lasciato a se stesso. Presente al dibattito l’intero Consiglio direttivo del Parco che ha ringraziato il Presidente Pietracupa per aver celermente fornito una risposta alle richieste avanzate dagli stessi. Del medesimo avviso anche l’Assessore Velardi che ha sottolineato quanto il primo inquilino di Palazzo Moffa si sia impegnato in primo luogo a ricercare l’Assessorato regionale competente in materia e in secondo luogo per aver sostenuto una causa così importante per il territorio molisano. “Abbiamo voluto l’istituzione del Parco dell’Olivo perché ritenevamo che andava protetta un’area, quale quella venafrana, ricca di storia e di lavoro così come quella dell’Oasi ‘Le Mortine’ che si muove in sinergia con il Parco dell’Olivo.  – ha spiegato Pietracupa nel suo intervento – La presenza dell’Assessore Velardi rappresenta un punto-chiave perchè, al di là degli aspetti procedurali, tiene molto a cuore l’ambiente molisano e soprattutto dimostra ancora una volta come non esistano procedure definite per valutare le istanze che partono dal territorio ma ci si reca invece sul posto per avere contezza delle stesse. Noi non consentiremo a nessuno di violare le norme che tutelano la salute dei cittadini, l’area del Parco infatti è nata proprio per la forte vocazione all’ambiente e al territorio. Le Istituzioni devono, come in questo caso e come in tanti altri, venire tra la gente per migliore conoscere le esigenze strettamente collegate ad esso e fare programmazione; proprio quest’ultima non deve essere prerogativa dei dirigenti ma della politica stabilendo i giusti ruoli. Per ciò che concerne le risorse da destinare al territorio io anticipo fin da ora che verrà effettuata una verifica di fondi già iscritti nel bilancio del Consiglio Regionale per destinarle ad altre attività o ad Enti come il Parco dell’Olivo. Altre Regioni hanno investito sull’ambiente facendolo diventare volano per l’economia locale. Credo che il Parco dell’Olivo sia un’opportunità per il Molise, nata dal sacrificio dei singoli; un sacrificio che noi adesso dobbiamo sostenere portando le loro richieste all’attenzione della Giunta e del Consiglio. Ringrazio per questo l’assessore Velardi per aver ascoltato il loro grido d’aiuto e, in piena collaborazione, sono sicuro che troveremo una soluzione concreta. Credo sia essenziale, inoltre, predisporre progetti di collaborazione alla base dell’attività del Parco e sono da subito disponibile a sostenerne alcuni in ambito scolastico insieme l’Oasi le Mortine”. Ringraziando il Presidente Pietracupa, l’Assessore Velardi ha annunciato che con il prossimo bilancio di previsione verranno stanziate le prime somme, secondo la rendicontazione dell’Ente, a favore del Parco dell’Olivo di Venafro. Il tutto al fine di garantire, sempre in un rapporto di collaborazione soprattutto con gli assessorati al Turismo e all’Agricoltura, sicurezza e continuità d’azione al Parco.

Informamolise

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi