Palazzina liberty, approvato il nuovo progetto

411 2

Lavori di recupero per oltre 1 milione di euro“Lavori di recupero e restauro del Palazzo Liberty, centro polifunzionale, culturale e formativo. Approvazione progetto preliminare integrato:” questa la delibera del Commissario Straordinario Giuseppina Ferri appena approvata e pubblicata all’albo pretorio del Comune di Venafro.

Finalmente, ci siamo! Proprio così. Chiuso l’iter burocratico, ora si può pensare ad appaltare l’opera con la pubblicazione del bando di gara. Come si ricorderà, in precedenza la Commissaria Ferri e prima il suo predecessore Ocello, sono state costrette a correggere quanto deliberato dall’ex sindaco di Venafro Nicandro Cotugno e dalla sua giunta per quanto attiene alle modalità di gara per la progettazione.

Si è perso così ulteriore tempo fino a quando con determina dirigenziale dello scorso 25 settembre veniva stabilito di “ Annullare, in autotutela, la determinazione dirigenziale R.U.S. n. 119 del 04/05/2012 e tutti gli atti successivi posti in essere in esecuzione della stessa; Stabilire di procedere all’appalto dei lavori di che trattasi con la procedura aperta e con il metodo di cui all’art. 53 comma 2 lettera c) del D. legislativo 163/2006 e, di conseguenza, secondo quanto stabilito da detta normativa, predisporre la documentazione necessaria per l’integrazione del progetto preliminare approvato con delibera del Commissario Prefettizio n. 7 del 26/07/2012;

Affidare al geom. Cosmo Leone, Funzionario della Regione Molise, attualmente Responsabile dell’Ufficio Edilizia Pubblica, di Culto e Mobilità di Isernia del Servizio Edilizia Pubblica della Direzione Generale della Giunta – Area Quarta, l’incarico per l’espletamento dell’attività tecnico-amministrativa connessa alla revisione ed integrazione del progetto preliminare”. E così il geometra Leone ha presentato tutto il malloppo cartaceo per il progetto preliminare per il restauro e il recupero completo della Palazzina Liberty. Per le opere edili la somma a disposizione del comune è di oltre 900 mila euro. Per le spese tecniche la spesa è di 100 mila euro. A disposizione dell’Amministrazione, per imprevisti, ci sono circa 272 mila euro.

Fonte quotidianomolise.it

x quotidianomolise, ma quando la finite di mettere in pompamagna le news di quei pregiudicati? prima hanno affamato i genitori non pagando gli stipendi e chiudendo fabbriche ora vogliono rovinare anche i figli?

 

There are 2 comments

  1. la villetta è di tutti, venafro anche, ma le scatole sono le mie e me le sono abbondandemente rotte, devono ridare la villa ai venafrani, è come prima.. anzi peggio perchè adesso ci si drogano pure !!! ascoltatemi, prima leviamo mezarecchia, poi leviamo il ladro, e lo psico, e ci riprendiamo la villa… con 10 euro a testa 100 persone ce la aggiustiamo noi …ahuhuahuauha

  2. Claudio Cosenza |

    Ma questo non era il cavallo di battaglia di Nicandro Cotugno? Roba del tipo: “se non la rimetto a nuovo, mi dimetto?”

    RIcordo male?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi