alf

Nuova tegola sulla serenità nell’amministrazione comunale di Venafro.

508 0

VENAFRO. Nuova tegola sulla serenità nell’amministrazione comunale di Venafro. Ancora una volta è Alfonso Cantone a lanciare la ‘bomba’.
Il capogruppo di “Venafro che vorrei” ha infatti scoperto l’esistenza di una nota della Corte dei Conti giunta in Municipio lo scorso 30 aprile ma “tenuta nascosta non tanto e non solo alla minoranza bensì addirittura agli stessi esponenti della maggioranza!”.

Quindi, il consigliere d’opposizione si è chiesto: “Cosa conterrà quella nota di così grave e scottante al punto che malgrado il 5 maggio si sia tenuto il Consiglio comunale proprio per discutere dei conti dell’ente non è stata comunicata?”.

Secondo Cantone all’interno della maggioranza sarebbero esplosi accesi diverbi proprio sulla questione. Al momento, quasi nessuno conosce il contenuto della comunicazione della Corte dei Conti ma, sempre Cantone, ha reso noto che ieri mattina si è recato a Palazzo Cimorelli per l’accesso agli atti ma l’operazione è stata rinviata poiché “il responsabile del settore Tributi e finanze, Roccolino, era a Campobasso in una audizione presso la Corte dei Conti accompagnato dal sindaco Antonio Sorbo, dall’assessore delegato al Bilancio, Dario Ottaviano, e pare addirittura da Carlo Potena.

Se corrispondesse al vero che anche il consigliere Potena era presente, sinceramente saremmo alle comiche…”. Sempre secondo quanto avrebbe appreso il capogruppo di “Venafro che vorrei” la situazione sarebbe tutt’altro che tranquilla, anzi “mi risulta che se non siamo al dissesto finanziario poco ci manca”.

Comunque, l’attenzione di Cantone è ora focalizzata sulla comunicazione che la Corte dei Conti ha inviato al Comune ma che non è stata posta a conoscenza dell’assise civica dello scorso 5 maggio nonostante al protocollo dell’ente è registrata con il numero 7791 alla data 30 aprile 2014. “Su questa questione – ha avvisato Cantone – mi riservo di intraprendere ogni iniziativa perché è stato superato il segno.

Per quanto riguarda gli altri consiglieri e soprattutto quelli di maggioranza – ha proseguito sarcastico – stiano tranquilli perché li informerò io, farò copie per ognuno di loro e divulgherò il contenuto alla cittadinanza sostituendomi a chi, durante tutta la campagna elettorale, ha sbandierato cambiamento e trasparenza!”.

A parte i rapporti interni alla maggioranza, il capogruppo di minoranza segnala la gravità dell’assenza di comunicazione di “una nota protocollata il 30 aprile e ‘nascosta’ al Consiglio del 5 maggio. Ribadisco: non conosco il contenuto ma un’amministrazione trasparente l’avrebbe resa nota all’assise specialmente perché si stava discutendo del bilancio comunale”.

Restando in tema, Cantone ha anche informato che ieri mattina ha ricevuto la copia originale della delibera di approvazione del Consuntivo e che quindi, “come promesso, provvederò ad inoltrarla alla Corte dei Conti”.

In particolare, l’esponente di minoranza solleciterà la magistratura contabile riguardo al debito milionario con Molise Acque e alla correttezza della sua iscrizione nel bilancio.

There are 1 comments

  1. Ah…cetto cetto. Questo nuovo ruolo del consigliere Cantone è assai bello: oggi è lui il paladino dei cittadini e dei colleghi consiglieri……….ah cetto cetto

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi