Non si respira più

In un paese dove tutto è controllato da pochi, dove l’editoria è nelle mani di venditori senza scrupoli che per soldi direbbero tutto e il contrario di tutto, giustamente non può mancare la ciliegina sulla torta, l’inquinamento, questa volta però la torta è di pura M***A.
Da qualche mese noi cittadini siamo letteralmente strozzati da un odore nausebondo che la sera ci costringe a chiuderci dentro, una puzza tremenda di bruciato si diffonde per tutta la piana, un odore acre che si insinua nelle narici e non permette di respirare.
Un fastidio puzzo, tanto forte da indurre centinaia di cittadini a chiedere ad altri cittadini di Venafro tramite i social, e la risposta è sempre la stessa ” SI, NON SI RESPIRA STASERA”.
Ma interrogato il morto, non rispose, le autorità le avete viste? sentite? troppo prese nel combattere in Narcos Columbiani……… poverini, quindi ad oggi ancora non si capisce chi è che all’imbrunire inizia a bruciare plastica o rifiuti plastici in barba a tutta la cittadinanza.
A Venafro c’è chi combatte contro l’inquinamento, ma siccome abbiamo un tribunale che invece di indagare i malviventi, indaga chi denuncia, la gente ha paura di esporsi, basta una piccola riunione in una piazza per vedersi arrivare subito qualcuno in tenuta antisommossa e telecamere, ci è negato anche il dissenso, il non gradire una cosa in Molise ma soprattutto in questa valle di lacrime è un optional non concesso a tutti.
I politici? Ma che sono politici questi che abbiamo? Parlano di inquinamento solo durante le elezioni poi appena presa la poltrona tornano a fottersi 11 mila euro al mese alla faccia di tutti gli inquinati, disoccupati e via dicendo.
Quindi ai cittadini di Venafro non resta che appellarsi a un santo e di morire con dignità con la buona pace di tutti.
Fateci caso, a Venafro è stato tolto tutto, ospedale, pronto soccorso e via dicendo, uffici importanti, ci manca poco che ci tolgono anche l’ufficio postale, l’unico luogo facilmente raggiungibile è il cimitero, ci arrivi in un attimo, ampio, soleggiato, prima fila………………..
Investiamo tutti sul mattone, si
Un loculo è per sempre…….. e ora che ci penso, anche sui loculi in passato c’è stato chi ha fatto pastetta, e che pastetta.

Show More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close

Stai usando un ad blocker, per poter vedere il sito, disabilitalo.

Please consider supporting us by disabling your ad blocker