l’ordinanza del TAR MOLISE che sospende la delibera sulla gestione della palestra

432 0

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente                                

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 273 del 2013, proposto da:

A.S.D. Venafro Calcio A 5 in Pers. del Leg. Rappres. P.T., rappresentato e difeso dagli avv. Margherita Zezza, Giuseppe Ruta, con domicilio eletto presso Margherita Zezza Avv. in Campobasso, c.so Vitt. Emanuele II, 23;

contro

Comune Di Venafro in Pers. del Sindaco P.T., rappresentato e difeso dagli avv. Arianna Vallone, Vincenzo Colalillo, con domicilio eletto presso Vincenzo Colalillo Avv. in Campobasso, via Umberto I, N. 43; 

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

della delibera della Giunta comunale n. 14 del 4 luglio 2013 con la quale il Comune di Venafro ha concesso in uso la Palestra polivalente comunale di Via Pedemontana per la durata di 4 anni alla ASD Basket Venafro ed approvato lo schema di convenzione, di tutti gli atti presupposti e/o connessi

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visto l’atto di costituzione in giudizio di Comune Di Venafro in Pers. del Sindaco P.T.;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 29 agosto 2013 il dott. Luca Monteferrante e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Rilevato ad un primo sommario proprio della fase cautelare che il ricorso appare assistito da sufficienti profili di fondatezza con riferimento alla dedotta violazione dell’obbligo di ricorrere ad una gara pubblica per l’individuazione del soggetto affidatario della palestra comunale.

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise (Sezione Prima) accoglie la domanda cautelare e condanna il Comune di Venafro alla rifusione in favore della associazione ricorrente della spese della presente fase che si liquidano in euro 300,00 oltre accessori di legge.

Fissa per la decisione di merito la pubblica udienza del 13 marzo 2014.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Campobasso nella camera di consiglio del giorno 29 agosto 2013 con l’intervento dei magistrati:

Orazio Ciliberti, Presidente

Luca Monteferrante, Consigliere, Estensore

Marco Poppi, Primo Referendario

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi