” L’opposizione radiocomandata delle balle su palestra, piscina ed altro”-il sindaco Sorbo risponde a Iannacone e Ferreri

703 46

VENAFRO. Caso della piscina e della palestra. Botta e risposta tra il sindaco Antonio Sorbo ed i due consiglieri d’opposizione, Anna Ferreri ed Adriano Iannacone. Dopo le dure critiche dell’opposizione risponde il sindaco Antonio Sorbo con un durissimo post su Facebook: <L’opposizione radiocomandata delle balle. Finalmente, dopo tre mesi, arriva qualche segnale dall’opposizione. O meglio, da una parte dell’opposizione che ha diramato un comunicato stampa pieno di falsità e di imprecisioni che meritano risposte puntuali e qualche considerazione. In premessa va precisato che rispediamo al mittente le accuse di “clientelismo”. Questa amministrazione opera sin da quando si è insediata nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini di Venafro, mentre, soprattutto dopo il loro comunicato stampa, è chiaro a tutti quali interessi intendano rappresentare i consiglieri Adriano Iannacone e Anna Ferreri.

Il nostro lavoro è svolto all’insegna della oculata gestione delle poche risorse economiche disponibili, come dimostra l’organizzazione dell’Estate Venafrana. Né il sindaco né gli altri amministratori sono inclini alle “spese folli”.

Basti ricordare che il sottoscritto ha partecipato all’assemblea nazionale dell’Associazione “Città dell’Olio” a Siena a proprie spese e non ha chiesto alcun rimborso al Comune pur spettandogli per legge il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio.

Prendiamo atto con piacere che è tornato a parlare l’ex assessore Adriano Iannacone. Da lui, ex delegato alle frazioni, ci saremmo aspettati qualche considerazione sul lavoro che l’attuale amministrazione ha svolto, seppure in appena due mesi, per le frazioni e spiegasse ai cittadini di Ceppagna come mai lui, in quattro anni, non era riuscito a far riaccendere le luci nella piazza Padre Pio o a riattivare il servizio di trasporto pubblico per gli anziani che oggi da Ceppagna e dalle altre frazioni, due volte a settimana, possono raggiungere Venafro per recarsi al cimitero, all’ospedale, al mercato o presso gli uffici pubblici.

E che dicesse qualcosa anche sugli atti adottati da questa amministrazione per gli interventi relativi alla rete fognaria e al depuratore di Ceppagna. Invece interviene per contestare gli atti con i quali è stata affidata la gestione della palestra alla società Basket Venafro con affidamento diretto.

E si preoccupa dei costi, addirittura parla di centinaia di migliaia di euro di danni! Ma forse si tratta dello stesso assessore Adriano Iannacone che nel 2009 non disse nemmeno una parola quando l’allora sindaco Cotugno, capo della giunta di cui lui faceva parte, affidò la gestione della palestra alla stessa società Basket Venafro con le stesse modalità? Perché non si preoccupò allora degli “ingenti danni” e delle “spese folli” che avrebbe determinato quell’affidamento?

E se davvero un affidamento di questo tipo ha provocato “danni”, allora anche lui, per quegli atti del 2009, ne è responsabile? E non ci venga a dire che all’epoca non c’era la legge regionale che disciplina la gestione degli impianti sportivi: nessuna legge avrebbe vietato anche a quell’Amministrazione di fare una gara o una procedura ad evidenza pubblica soprattutto in presenza di così ingenti “spese folli”.

Ma lui, stranamente, quattro anni fa o era distratto oppure era preso da altre cose perché già allora avrebbe potuto evitare il supposto “aggravio notevole” di costi eccetera eccetera. E’ chiaro quindi che il suo intervento è strumentale.

Lui e il consigliere Ferreri, da ottimi avvocati, sanno che le sentenze le emettono i giudici. Noi, convinti di aver agito nell’interesse esclusivo dello sport e in continuità – almeno in questo – rispetto a chi ci ha preceduti, aspettiamo serenamente le decisioni del Tar.

Se ci darà torto ne prenderemo atto, valuteremo con i legali del Comune se revocare le convenzioni sottoscritte con il Basket Venafro e con l’Us Venafro per la gestione dello stadio “del Prete” e del campo sportivo di Ceppagna (la cui gestione è stata affidata con le stesse modalità della palestra) e adotteremo, nel caso, i conseguenti provvedimenti.

In questa fase però vanno smascherate alcune falsità e lo farò per punti:

1) Non esiste alcun rapporto tra l’ “aumento di tasse” e la riduzione dei servizi per i cittadini paventati dai due consiglieri e l’affidamento della gestione della palestra o il progetto per nuovi impianti sportivi che abbiamo avviato con la Provincia. Sfido i due consiglieri a dimostrare il contrario carte alla mano.
2) Il comune non dovrà “sprecare centinaia e centinaia di migliaia di euro per le spese ordinarie e la messa a norma della struttura”. E’ una balla colossale! Il Comune paga – come ha sempre fatto – semplicemente le utenze. Nei prossimi giorni pubblicheremo il costo delle utenze a carico del Comune per le strutture comunali e in particolare per lo stadio “Del Prete”, per il campo di Ceppagna, per la palestra polivalente e per la villa comunale.

Voglio ricordare, tra l’altro, che i costi delle utenze sono determinati dall’uso che tutte le società fanno di questi beni pubblici. In particolare alla determinazione dei consumi per esempio di luce, gas e acqua, contribuiscono per la palestra (che viene usata ogni giorno da diverse squadre) sia le società di basket che la società di calcio a 5, che utilizza tale struttura per diversi giorni alla settimana.

I due consiglieri, a proposito di un ipotetico “impianto di risparmio energetico” (che bisognerebbe sapere cos’è!) per il quale io avrei fatto “indebitare i venafrani per oltre 600 mila euro”, ignorano semplicemente di cosa stanno parlando.

Non sanno nemmeno che il Comune di Venafro, durante la gestione del commissario Ferri, ha presentato dei progetti per rispondere ad un bando regionale per ottenere finanziamenti per l’efficientamento energetico di alcune strutture comunali.

Il Comune aveva chiesto 700 mila euro. L’attuale amministrazione, appena insediatasi, si è attivata presso la Regione per portare a buon fine questa richiesta ottenendo un finanziamento di 688 mila euro. A questo bando hanno partecipato quasi tutti i comuni molisani ed hanno ottenuto finanziamenti, anche più ingenti, enti come la Regione Molise, l’Asrem, l’Università del Molise, le Province, i Comuni di Campobasso e Isernia e tanti altri enti locali (tra cui, per esempio, anche il Comune di Conca Casale).

Il Comune di Venafro, tra quelli sotto i 15 mila abitanti, ha ottenuto il secondo importo in ordine di grandezza dopo il Comune di Palata. Il finanziamento consiste in una parte a fondo perduto di oltre 200 mila euro e di un prestito ad interessi zero per la parte restante da spalmare su dieci anni.

Quindi i venafrani non solo non si indebiteranno ma, grazie all’intuizione della commissaria Ferri e al nostro lavoro, potranno avere quattro strutture (la scuola di via Colonia Giulia, la scuola di Ceppagna, la Palestra comunale e il palazzo che ospita gli uffici comunali) che realizzeranno un notevole risparmio energetico consentendoci, ad esempio, parlando della palestra, di non avere più spese per la fornitura di energia elettrica.

Se fosse vero quello che scrivono Adriano Iannacone e Anna Ferreri, decine di sindaci, il presidente della Regione e gli assessori regionali, i vertici dell’Asrem, i presidenti delle Province avrebbero “indebitato” i loro amministrati per milioni e milioni di euro.

Come è evidente si tratta di una grande “balla”. Ai due consiglieri dico che gli atti relativi al finanziamento per l’efficientamento energetico sono a loro disposizione presso gli uffici competenti. Prima di parlare è sempre bene informarsi.

3) L’ex assessore Adriano Iannacone invoca oggi la necessità di “incrementare i servizi per gli anziani, ad intervenire sulle barriere architettoniche e scuole, al rifacimento di strade, marciapiedi e rete idrica” ecc., proprio lui che ha fatto parte di un’amministrazione che nulla ha fatto per anni su queste problematiche.
L’attuale amministrazione, tra i suoi primi atti, ha riattivato il servizio di trasporto pubblico per gli anziani. Per l’abbattimento delle barriere architettoniche (per le quali l’amministrazione di cui lui faceva parte non ha mosso un dito), l’attuale amministrazione ha intenzione di trasferire gli uffici comunali di maggiore frequentazione da parte degli utenti presso la ex Pretura, dotata di rampa per i disabili e ascensore, non appena ci sarà il trasferimento degli uffici del giudice di pace ad Isernia.
Inoltre, tra gli interventi che si intendono realizzare con il finanziamento inserito nei Pisu di sistemazione di palazzo Armieri (dove oggi sono ubicati quasi tutti gli uffici comunali) c’è la realizzazione di un’ascensore per i disabili nel cortile interno.

Per quanto riguarda le scuole voglio ricordare al consigliere Adriano Iannacone che l’attuale amministrazione ha ottenuto la concessione per i lavori alla scuola di Ceppagna che saranno quindi avviati a breve per un importo di 500 mila euro.

Inoltre il 4 settembre ci saranno consegnati i locali di via Colonia Giulia dove potremo trasferire i bambini finora ospitati negli ex supermercati di via S. Ormisda. Questo è un intervento la cui paternità è soltanto dell’attuale amministrazione.

4) Per quanto riguarda l’impianto sportivo di nuova realizzazione (che prevede anche un bocciodromo), i due consiglieri ignorano totalmente la natura dell’intervento. Stiamo parlando di un finanziamento che la Provincia di Isernia aveva destinato a Venafro per la realizzazione dell’auditorium del liceo classico di via del Carmine. Come è noto l’auditorium non si potrà più realizzare perché su quel sito sono venuti alla luce importanti reperti archeologici. L’attuale amministrazione, in collaborazione con il consigliere provinciale Romeo De Luca, si è preoccupata di far rimanere quel finanziamento a Venafro proponendo alla Provincia di realizzare un impianto sportivo polivalente su un terreno comunale attualmente inutilizzato e abbandonato lungo via Majella, a pochi metri dalla sede dell’ISISS “Giordano”.

Il Comune metterà a disposizione il terreno sul quale la Provincia, con i propri fondi, realizzerà le opere che saranno date in gestione dalla Provincia stessa con convenzione. Le opere realizzate, al termine della convenzione (la cui durata sarà stabilita dalla Provincia), diventeranno proprietà comunale.

Il Comune avrà cioè delle strutture sportive a costo zero. La piscina provinciale (e ripeto, provinciale) non c’entra assolutamente nulla. A termine di convenzione la realizzazione della piscina olimpionica esterna e di un impianto fotovoltaico è a carico della società che gestisce la stessa piscina (i cui titolari sono ben noti ai due consiglieri) e per questo la stessa società, grazie anche all’intercessione e alla mediazione che il Comune ha realizzato tra la Provincia e la Pia Unione, ha ottenuto un prolungamento della convenzione.

Quindi è una balla colossale che quel finanziamento di cui parlano i due consiglieri sia destinato al completamento della piscina provinciale. Voglio ricordare che l’attuale piscina e tutte le eventuali opere che lì saranno realizzate, alla scadenza della convenzione (tra circa venti anni), diventeranno proprietà della Pia Unione, che è anche proprietaria del terreno. Quindi, ammesso che l’idea dei due consiglieri abbia qualche fondamento, seguendo il loro ragionamento debbo concludere che preferirebbero spendere i fondi della Provincia (che sono pubblici) per realizzare opere che tra venti anni diventeranno proprietà di un privato (la Pia Unione) e non utilizzare quegli stessi soldi (pubblici) per realizzare strutture sportive ed altro, con finalità pubbliche, che tra dieci o quindici anni diventeranno invece proprietà del Comune e quindi dei venafrani.

Un modo davvero singolare di difendere gli interessi del Comune!
5) Nessun assessore dell’attuale giunta è “membro della società sportiva alla quale è stata affidata la palestra”. E’ una colossale bugia tanto è vero che i due consiglieri non hanno avuto il coraggio di indicare i nomi e i cognomi di questi presunti assessori semplicemente perché nessun componente della giunta fa parte della società in questione.

6) Voglio anche rassicurare i due consiglieri: anche con l’attuale convenzione sottoscritta con il Venafro Basket, la società della Scarabeo Calcio a 5 (che evidentemente sta molto a cuore ad entrambi per ragioni sin troppo evidenti) può disporre della palestra per tutte le sue attività, come è sempre accaduto in questi anni, anche per la imminente stagione sportiva perché alla stessa società, che me lo aveva richiesto per gli adempimenti relativi all’iscrizione al campionato, io come sindaco il 5 luglio scorso ho firmato una dichiarazione di disponibilità dell’impianto.

E la convenzione obbliga il gestore a consentire l’utilizzo della struttura a tutte le società venafrane che ne facciano richiesta. Per il resto sono pronto a discutere su questi temi, insieme all’intera amministrazione, con i due consiglieri anche in consiglio comunale.

Ai venafrani posso dire invece di stare tranquilli: nonostante la pesantissima eredità che abbiamo raccolto, stiamo lavorando per risolvere tante emergenze e moltissimi problemi.
A breve, alla scadenza dei primi cento giorni di mandato, in una conferenza stampa diremo loro quello che abbiamo già fatto, ciò che abbiamo trovato e quello che intendiamo fare>.

Antonio Sorbo

fonte:molise24

There are 46 comments

  1. Adriano Iannacone parla di spese folli? beh uno che ha speso 30 mila uero per due serate nel centro storico non dovrebbe proprio parlare.

  2. Iniziate con le falsita' infamanti? |

    Vergogna,vergogna,vergogna Santarelli dell’inciucio!! A VENAFRO HA VINTO IORIO

  3. Qualcuno potrebbe illustrarmi il grande contributo al miglioramento di Venafro che hanno dato Ferreri ed Iannacone?

  4. Adriano, Adriano….. Posso capire il consigliere Ferreri che da ex potenziale candidata sindaco, trovandosi su un banchetto dell’opposizione ha bisogno di momenti di gloria; ma tu che hai amministrato e, molto serenamente, hai ammesso il fallimento di quell’amministrazione tieniti lontano da queste polemicucce di basso profilo. Sai benissimo che se si andasse al voto domani mattina, Sorbo vincerebbe con 1000 voti di scarto. Poi se di queste cose volete discuterne in Consiglio Comunale, fate una richiesta ben articolata come minoranza e il Consiglio verrà convocato. Poi in passato hai criticato chi criticava e ora che fai?!? Da ex assessore alla cultura, due parole sugli eventi estivi avresti potuto anche spenderle….
    Un consiglio da chi ti stima: ragiona con la tua testa e non con quella di chi “divide et impera”

  5. Caro avv. Iannacone, se fossi in lei eviterei di fare polemiche. Le dico questo perchè a mio giudizio, una persona che storpia una strada storica come quella dove lei abita, creando una sorta di rampa in cemento affinchè la sua prestigiosa autovettura entrando nel garage non tocchi il suolo, non è nella maniera più assoluta nella veste di poter discutere di qualsivoglia problema. Per i tanti che hanno il desiderio di vedere tale oscenità, basta che ci si rechi a piazza S. Francesco e si butti lo sguardo verso la salita che porta al carsic. Prestate attenzione sulla sinistra a metà di tale salita.

  6. Il Sindaco ha risposto sviando il lettore su altre questioni, la gara per l’affidamento è stata fatta o no?????

  7. Ma secondo te, se la gara era stata fatta, stavamo qua a parlarne?!? La gara non è stata fatta, il ricorso al tar si. A tempo debito i giudici diranno chi ha ragione. Parliamo d’altro o i problemi di Venafro erano relativi solo alla palestra comunale?!?!?!?

  8. Quindi, per qualche lettore di questo portale

    (così squilibrato da pubblicare la risposta del sindaco all’opposizione senza pubblicare l’intervento dell’opposizione ah ah ah ah),

    chi assegna una struttura pubblica senza gara d’appalto è il buono e chi invoca la magistratura per il rispetto delle leggi è il cattivo;

    l’opposizione non ha diritto alcuno di intervenire mai altrimenti viene denigrata su altre e personali argomentazioni;

    la ragione è solo di alcuni commentatori e chi non la pensa alla stessa maniera viene attaccato

    …bene, bene, congratulazioni …davvero corretto e onorevole

    DA ADMIN:BEETLE MESSAGE

  9. allora il pallascarra è una balla? |

    ecco come escono le balle buttate al vento, ci tenete tanto al palazzetto perchè il pallascarra non si farà mai, anche se vincete al tar , si deve fare sempre una gara pubblica e si vedrà chi la vince, di certo non quella società che sta in serie?

  10. DrakunoW

    su questo portale possiamo fare a meno di te, la gente onesta non ti pensa proprio, c veremm in tribunale , scem

  11. silvio nazionale |

    Caro carmine, hai perfettamente ragjone. Mai commento piu’ sensato. Spero intervengano l’autorita’.

  12. Certo che è una balla! ormai è chiaro anche ai sassi…..Spero che al TAR non vincano solo per non far passare il messaggio che chi ha i soldi e l’arroganza vince sempre….

  13. Sono 3 mesi che scrivi sempre lo stesso commento ridicolo! ma non hai proprio argomenti o ti è più comodo fare il copia e incolla?

  14. partigiano moderno |

    In ogni democrazia definita perfetta il ruolo dell’opposizione è fondamentale!! Al tempo stesso deve essere cane da guardia( e non da compagnia…) ma anche propositiva. Se questa opposizione smettesse i panni di ” appartenenza” a quel potentato invece che all’altro(non a caso si sono costituitu due gruppi di minoranza: uno riferibile all’assessore regionale e uno all’europarlamentare),probabilmente alcuni consiglieri non cadrebbero nell’errore di vassalli di parte. Dico questo perchè conosco le intelligenze di Adriano e Anna. E vederli “servire” un padrone su una questione che a loro penso interessi pochissimo realmente( non li ho mai visti venirsi a vedere una partita di basket,o di calcio a 5 o anche di pallone al campo sportivo…),mi pare svilire la dignità e il ruolo che ciascuno di loro ha dovuto costruirsi in anni di lavoro(professionale e anche politico). Affermare che due assessori sarebbero “membri” della società Basket Venafro è un errore grave,che lascia passare ed intendere che ci siano legami di convenienza che invece non esistono. Non foss’altro che anche la precedente amministrazione ha inteso accordare alla Basket Venafro, giustamente direi, la gestione del palazzetto. I deu assessori tirati in ballo non solo non sono tesserati per la società,me nemeno hanno cariche onorarie presso i sodalizio. Pertanto,un consiglio ai due moschettieri pro-calcio a 5, ragionate con le vostre teste. Che hanno molta materia grigia utile alla collettività. Perchè,mettiamocelo in testa tutti, se non c’è collaborazione tra tutti questa città è destinata a dare l’estremo saluto. Spero che certi ” fascismi”(finalizzati a costruire un potere totale su tutti i settori della città…magari con la nomina di auqlche podestà..) non trovino posto a sedere in questo che era il quarto paese del molise. Ma che certe logiche antiche hanno ridotto in ginocchio e costretto a dover rincorrere!!
    Aspettiamo il TAR,senza cavalcarci materiale politico sopra.
    Ad majora

  15. Antonio Iorio |

    Hai dimenticato che anche il fratello del sindaco “collabora”con il basket.

    MESSAGGIO DA ADMIN: COMPASSIONE PER UNA PERSONA FORTEMENTE DISTURBATA, PRENDITI LA PILLOLETTA COSI’ TI CALMI. BEETLE MESSAGE

  16. tanto lo conoscono tutti |

    a venafro lo conoscono tutti , ecco perchè i venafrani hanno preferito Sorbo, per togliere di mezzo il ciarpame.

  17. ha ragione Antonio Iorio |

    Ciro ma che fai ? Utilizzi IL TUO PORTALE per screditare chi ti sta sui c******i? Tieniti fuori

    MESSAGGIO DA ADMIN: SERVO DEL BEETLE INCARICATO DI SCRIVERE MESSAGGI, TUTTI DEVONO SAPERE

  18. DrakunoW

    io utilizzo il mio portale e lui utilizza i suoi giornali se così possiamo definirli, no no , non mi tengo fuori, fuss tropp bell , il problema è nelle visite 😀 che lui non ha …….. 😀 cià

  19. Beh, ragazzi …però a me qualche dubbio sta venendo.
    Cioè, alla fine è vero che Pasquale è l’ufficio stampa del basket.
    Qualcuno sa dirmi dove posso vedere la convenzione vecchia e quella nuova?

  20. i dubbi vengono sempre |

    strano che il sindaco non si sia mosso per riportare chiarezza in villa.

  21. Sorbo Pasquale |

    Cari amministratori di venafrano,
    tirato per la giacchetta da molti(in primis dalla neo-coppia(politica intendo) Iannacone/Ferreri) ritengo opportuno attendere la sentenza del TAR e godermi un po’ di ferire. Presto scriverò alcune mie considerazioni sulla questione. Chiedo soltanto che si usi un po’ di buonsenso: una parte politica e una società sportiva hanno inteso promuovere e avvalorare un ricorso al Tribunale Ammnistrativo(ricorso della Scarabeo Calcio a 5). Il meccanismo è in moto. Aspettiamo TUTTI in silenzio la pronuncia,rispettandone le indicazioni. Mi appello al buon senso di chi ha,capisco, anche un interesse mediatico.
    Grazie.

  22. Adriano Vaccone |

    Pasquale Sorbo è l’addetto stampa della Basket Venafro da una vita, sostituito dal sottoscritto per un annetto per vari motivi (che non sto qui ad esplicitare). È quindi? Il sindaco non era candidabile perché poi avrebbe potuto mettere le mani sul palazzetto dove c’è una società di basket dove il fratello è l’addetto stampa? MA stiamo scherzando???? Veniamo da anni ed anni di amministrazione dove gli alberi genealogici si intersecavano e mo volete far ridere con questa storia?!?!?!

  23. ma vince o non vince al tar |

    cosa fa? perdono la gara e siamo allo stesso punto di prima , il costo zero come lo fanno certa gente lo conosciamo tutti, non esiste anzi …………….

  24. Perché aspettare esito ricorso prima di parlare scrivere alludere? Non mi sembra che tu e tuo fratello lo abbiate mai fatto da giornalisti. Sbaglio?

  25. La risposta di Pasquale è di una persona serena che non ha certo niente da dover giustificare con nessuno e sfido chiunque lo conosca a dire il contrario. Persona che ama lo sport e che per quello che fa non solo non ci guadagna ma ci rimette pure……

  26. DrakunoW

    Perchè il Sindaco non è uno che agisce per vendetta e rancori personali, il sindaco è una persona riflessiva che studia le situazioni e poi dice la sua.

  27. Pasquale Sorbo |

    Essendo alla vigilia(mancano una manciata di giorni) di una sentenza,suprema, mi pare inutile alimentare un dibattito senza la base giuridica. CI sono due teorie contrapposte mi par di capire,il ricorrente che sostiene una tesi, e il resistente che afferma la propria. Non avendo conoscenze tali,dal puntodi vista del diritto,potrei azzardare,ma a che pro??Quindi,con un po’ di saggezza e di buon senso attendo fiducioso la sentenza. Nel frattempo utilizzo il mio tempo per prepararmi ad una prossima stagione avvincente per lo sport venafrano: la pallacanestro disputerà la serie B(mai successo prima),il calcio a 5 la serie B( categoria che le compete),la pallavolo dei miei amici straordinari sarà di uovo protagonista in regione e so che sta costruendo una buona base per il futuro con le leve giovani,il calcio ha approntato una buona formazione che secondo me arriverà ai play off ,nonostante miste De Santis dica il contrario. Insomma ci prepariamo ad un altro anno in cui il nome di Venafro sarà portato in alto da diversi sodalizi. Le guerre di quartiere non mi piacciono, e non mi competono.
    Un giornalista non deve tacere uno scoop essenziale per la collettività. Ma può tranquillamente celare una propria opinione. Mi spiace ci sia questo accanimento da parte di qualcuno. Ma ribadisco la mia idea: pazientare è una virtù di pochi,ma aiuterebbe i molti!!
    un saluto e ci vediamo stasera,per chi vorrà,in piazzetta Merola,o meglio nota piazza S. Francesco. Il film in proiezione( “La migliore offerta” di Tornatore,con un maestoso Peppe Servillo) merita.

  28. Ho votato Sorbo (anche se non sono proprio una sua accanita sostenitrice) e l’ho votato proprio perché ero stanca di favori a pochi a danno di tutti gli altri.
    Siccome per troppi anni abbiamo dato fiducia per simpatie, parentele o interessi (io la prima) ora ci troviamo nella condizione in cui siamo.
    Io il problema me lo pongo anzi qualche prima riflessione la faccio ma senza giudicare lui o l’opposizione.
    Mi sono chiesta cosa penserei se uno dei vecchi sindaci avesse affidato la gestione di una cosa pubblica, qualunque essa sia, ad un gruppo nel quale ci fosse il fratello assieme a due assessori… se prima avevo fiducia assoluta ed entusiasmo da oggi guarderò le cose con maggiore attenzione.
    Non si tratta se il comune perde o vince al Tar… anche se dovesse vincere il comune credo che sia una questione di credibilità… boh, speriamo bene

  29. Adriano Vaccone |

    Ma sai che c’è? Che a Venafro, anche se vincesse il più povero delle case popolari, molti alzerebbero un polverone perché costui ha troppi parenti residenti alle case popolari e vorrebbero vederci chiaro… Questa è Venafro signori! Se avessi vinto io le elezioni (ma mi ci vedete?!?!?), qualcuno avrebbe detto che ero troppo inciuciato perché ci sono troppe lapidi fatte da mio padre al cimitero…

  30. Non ho potuto trattenermi dal recarmi nel luogo segnalato per osservare quella che hai definito “oscenità” e in effetti sono rimasta basita su due cose:
    1) come può un esponente politico a creare tale magnificenza;
    2) mi piacerebbe conoscere le generalità della persona che nella più remota possibilità, abbia rilasciato un’eventuale concessione.
    Spero solo che venga rimossa immediatamente.
    Francesca.

  31. Dario Ottaviano |

    non voglio alimentare ulteriori polemiche, mi limito a precisare che uno degli assessori tirati in ballo sarei io, vi posso garantire che non solo non faccio parte della società di basket ma sono trascorsi cinque anni da quando ho assistito all’ultima partita di nel palazzetto.

  32. Caro Sindaco, io non avrei risposto ai questi due consiglieri, ma mi rendo conto che avevi bisogno di informare noi cittadini di come stanno realmente le cose (cosa che con onestà e preparazione hai sempre fatto negli anni). Devi sapere che noi che ti abbiamo votato abbiamo fiducia in te, continua il tuo dignitoso e molto faticoso lavoro, che ti saremo sempre accanto.
    Mi rendo conto che il lavoro più grande sarà quello di difenderti dalle ingiuste accuse da parte di chi si definisce un politico, dai mille comportamenti contraddittori.
    Il Tar non serve ragazzi per lavorare al comune di Venafro, il Tar serve solo a dimostrare ai quei pochi elettori che qualcuno sta “facendo qualcosa “( la politica vecchia, la politica che è stata rifiutata da Venafro, una politica da bar la chiamerei io :-))
    Carissimi dell’opposizione io non ho niente contro di voi anche se ho votato Sorbo, ma siate costruttivi come disse Pietracupa .
    Pertanto dopo qualsiasi critica che continuerete a sollevare fate proposte costruttive!

  33. Moderato ed elegante come sempre… bravo Dario…
    però vigila… vigila… vigila anche sui tuoi amici…
    questa vicenda ci ha abbastanza sorpresi…
    buon lavoro

  34. Ho votato convintamente Sorbo perchè lo credevo, dopo averlo per tanto tempo ascoltato, custode ( ultimo) della legalità e delle cose fatte secondo regola. Devo ricredermi a mio malgrado..predicato bene e razzolato malissimo. Purtroppo qualsiasi sia la sentenza del TAR il risultato non cambia. Sarebbe stato più giusto, e lasciatemelo dire, finalmente, affidare al Basket gli impianti seguendo le regole e non tirarsi i capelli ora per avere ragione e richiamare al buon senso. E poi basta parlare contro i vecchi amministratori…. forse sarebbe arrivato il momento di concretizzare le tante proposte fatte negli ultimi 8 anni. CHI C’E’ AMMINISTRI COI FATTI e non con i proclami. Per l’assessore …una sola parola. Dario sei una persona che stimo, non discolparti di nulla non ne hai bisogno. Credo invece che da oggi in poi debba vigilare meglio affinchè vengano rispettate di più le regole.

  35. c’è forse qualcuno che vuole aprire un bel chiosco/bar anche al centro del palazzetto??????

  36. Cara anonima,

    a te son venute perplessità ma a me certezze: non andrò a votare mai più.

    Ho votato e fatto votare Antonio con tutte le mie forze minando l’amicizia storica con alcuni candidati opposti. Quanto ci credevo!!!

    In tre mesi:
    ha affidato senza gara il lavori su una scuola ad una azienda edile di fuori paese che da anni collabora con il padre del vicesindaco, ingegnere;
    ha affidato un incarico a Biasiello senza bando;
    ha dato la palestra ad una società nella quale lavora il fratello;
    ha affidato la difesa del comune ad un avvocato non di Venafro che ospita nel proprio studio il vicesindaco.

    Porca miseria. Mai più al voto

  37. Ma di cosa ti meravigli? Colalillus ha difeso per anni Micheles Iorios ed ora contina a farlo difendendo il comune di Venafro!

  38. Massimo bigben |

    Caro ciro mi stupisce tu non l’hai vista eppure sei abbastanza attento. Comunque lo ha scritto carmine. Si vede da san francesco in tutta la sua bellezza. Rimuovetela subito.

  39. Mi associo.. credevo a tutte le parole di Antonio Sorbo quando puntava il dito senza timore contro Michele Iorio chiedendo per il SS Rosario Rianimazione e Terapia Intensiva necessari alla sopravvivenza del nosocomio. Sono stata con Lui…ci credevo e credevo nelle sue parole. MA ERANO PAROLE SOLO PAROLE Oggi lo vedo al fianco di FRATTURA che annuisce sorridendo quando il Presidente definisce “lungo degenza “l’Ospedale di Venafro… praticamente una RSA INCREDIBILE ___ASSURDO______ sono sbigottita, incredula sembra un films. NULLA DA AGGIUNGERE… solo una parola V E R G O G N A. Vergogna anche di uscire sul giornale in favore del Comitato quando mancano le autombulanze. UN CONSIGLIO COMUNALE SULLE AUTOMBULANZE… Cretinate …gli argomenti sono altri…. NON LO VOTERO’ MAI PIù MI DEVONO TAGLIARE LE MANI

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi