L’Ex Sindaco di Venafro risponde al Sindaco Sorbo e lo fa senza risparmiarsi.

766 25

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata dall’Avv. Nicandro Cotugno ex Sindaco della Città di Venafro.

CHE SINDACO. Dal tenore della replica, si evince chiaramente da chi è amministrata Venafro : da un Sindaco che dentro di sé cova solo cattiveria, odio, rancore, invidia.Un Sindaco deve dare sempre il buon esempio ai suoi cittadini, in particolare ai giovani (ai suoi alunni), deve trasmettere pace, perbenismo, in altre parole deve essere il trasmettitore di serenità.

Chiamare il sottoscritto “fu Sindaco” (come lui eletto democraticamente dal popolo) è di una cattiveria e malvagità inaudita, che si commenta da solo. Il “fu”, lo si da solo ai defunti, non a coloro che democraticamente hanno ricoperto una carica e sono ancora in vita.

Mi sembra, per suo immenso dispiacere che il sottoscritto sia ancora “vivo”, sicchè, sarebbe stato molto più elegante e gentile rivolgersi con “già Sindaco”, ex “Sindaco, come si dice comunemente.

Ma questi valori non appartengono al “Sindaco attuale”, da sempre animato da spirito di cattiveria.

Bravo Sindaco, questo infondi ai tuoi cittadini, ai giovani, ai tuoi alunni. Complimenti.

Detto ciò, constato che il Sindaco non ha volutamente rispondere ai legittimi quesiti del sottoscritto, quelli cioè relativi alla casta, alla morale, che in questi anni hanno contraddistinto il Sorbo “santarello”.

Dove sta, questo tanto sventolato cambiamento dei modi di fare amministrazione e politica?

C’è stata, dopo le elezioni, la festa in piazza del “cambiamento”.

Ma quale cambiamento. In verità nulla è cambiato né nei modi né nei metodi.

La giunta è stata composta nel numero massimo ( tralaltro arrotondando) di 5 assessori, cioè come Isernia ed addirittura 1 in meno della Regione. Alla faccia del risparmio.

Giustamente (io dico, perché chi fa politica deve avere una indennità proporzionata all’impegno assunto) nessuno degli assessori ed in primis il Sindaco ha rinunciato all’indennità. Invero da Sorbo mi attendevo una rinuncia alla indennità, visto che lui in passato lo ha sempre chiesto agli altri ed a me in particolare, oggi che lui ha l’indennità da Sindaco non ci rinuncia. Visto come è difficile rinunciare?. Chiederlo agli altri è semplice e populistico, ma farlo poi di persona è impossibile (diciamolo francamente), anche per un “santarello” come l’attuale Sindaco.

Francamente, dal “santarello” Sorbo, ovvero persona diversa da Nicandro Cotugno e simili, ci si aspettava questo grande “gesto”.

Sono stati fatti assessori i primi 5 classificati, come in una normale gara, senza tenere conto delle competenze e professionalità di ognuno, e ciò solo per evitare già problemi di maggioranza e salvare già da subito la poltrona “sindacale”.

Ricordo ancora quando dall’opposizione Sorbo mi diceva “Devi dimezzare la Giunta per risparmiare le spese del Comune e fare gli assessori in base alle loro competenze, professionalità, perché Venafro ha bisogno di competenze non di accordi politici e spartizioni di poltrone”.

“VERBA VOLANT”. Appena diventato Sindaco, Sorbo ha dimenticato tutti questi buoni propositi. Anche lui “Santarello” fino a poco tempo fa, una volta avuta la poltrona di Sindaco è sceso a patti politici, costretto ai giochi della politica, del potere , delle poltrone.

 

Mi risulta che per fare la giunta ci sono volute diverse interminabili notti e tanti litigi ed alla fine comunque vi sono tanti malcontenti, ad oggi a tutti già noti.

Evviva il cambiamento dei metodi , dei modi. Ma quali cambiamenti.

Caro Sindaco “già santarello”, sei come tutti noi, hai ingannato da sempre i cittadini dicendo che eri diverso dagli altri (che eri appunto il “santarello”), ma in realtà una volta al potere ti sei adeguato ai metodi e modi.

E’ la realtà. E la verità fa male.

Poi, una volta per tutte, vorrei sapere con puntualità e precisione giuridica quali danni avrei arrecato io alla collettività : non sussiste sentenza alcuna di responsabilità nei miei confronti e su questo sfido chiunque senza timore alcuno di essere smentito. Per cui tutte queste illazioni sono gratuite e strumentali, perché quando uno è responsabile lo accerta la magistratura, non le chiacchiere di un “ex santarello”.

La Neptun?. Bene, il Sindaco sa che in più occasioni ho ammesso che quella è stata una scelta sbagliata e l’ho ammesso pubblicamente, e, comunque anche in questo caso nonostante l’accertamento della magistratura sia quella penale che quella contabile, nessuna responsabilità è emersa.

Ad ogni buon conto, in quella giunta dove io ero vicesindaco, vi era anche l’attuale Assessore Tommasone ed il consigliere di maggioranza (forse) Sergio Petrecca, che stranamente il Sindaco Sorbo non menziona.

Come mai? Forse perché oggi sono componenti della sua maggioranza e non conviene sollevargli critiche.

Altre cose? Bretella, rete idrica ed altro?.La mia giunta ha fatto sempre quello che era in suo potere e nessuna perdita di finanziamento certificata vi è stata, d’altronde nella mia giunta vi era anche l’attuale Assessore Valvona, anch’esso “stranamente” non menzionato dal Sindaco Sorbo, che ai suoi amici di maggioranza del “ centrodestra”, ovviamente non solleva critiche. Obiettivamente sarebbe molto imbarazzante.

Quanto al presunto “capriccio personale” di interrompere un rapporto fiduciario e non di licenziare un dipendente normale (che è cosa ben diversa), dico che ho agito sempre ed unicamente nell’interesse del Comune, per cui il Sindaco è libero di fare ciò che vuole, non ho alcun timore.

Il fabbricato abbattuto? Altra vicenda squallida sollevata dal Sindaco Sorbo.

Sorbo sa benissimo che quel fabbricato non è stato realizzato né dal sottoscritto né tantomeno da mio padre , per il quale lo stesso Sorbo e la sua famiglia hanno nutrito sempre grande stima e rispetto, bensì dalla Icomec, società costruttrice della nuova ferrovia e ciò negli anni 70.

Il Sindaco Sorbo sa queste cose perché fin da ragazzo ha frequentato quel luogo giocando a tennis e quel fabbricato sin dagli anni 70 era presente. Oggi, accusarmi di ciò, è veramente deplorevole, da vigliacchi, e soprattutto non rispettare la memoria di mio padre, a lui e famiglia tanto caro.

E, comunque, il sottoscritto, appena venuto a conoscenza della irregolarità del fabbricato, senza mezzi termini lo ha abbattuto, con procedure di legge ed ovviamente a proprie spese. A Venafro non so quanti casi ci sono stati del genere.

La Convenzione con l’Avv. De Paola? E’ stato un atto di cortesia dello stesso visto il periodo e la somma (6 mesi per 400 euro mensili), attesa l’assenza dell’Avv. del Comune per maternità e dove il Comune ha

risparmiato molto.

Ho voluto rispondere a tutte queste vigliaccherie rivoltemi dal Sindaco Sorbo, e ne sono fiero, perché ho la coscienza pulita e non ho nulla da nascondere, anche se un Sindaco dovrebbe pensare a tutt’altro.

Infatti, il Sindaco Sorbo anziché fare tutte queste illazioni e perdere tempo con un semplice cittadino o “gia’ Sindaco” o “ex Sindaco”, dovrebbe invece dire che cosa vuole fare per Venafro, quali sono i suoi programmi, visto che non li ha ancora enunciati (l’unico Sindaco di quelli eletti nell’ultima tornata elettorale).

E’ finito il periodo di contestare, opporsi, denigrare Nicandro Cotugno e tutti gli altri politici, questi non sono comportamenti da Sindaco.

Il Sindaco deve promuovere, fare e dire con quali mezzi , ma capisco che per Sorbo questo è difficile, non è abituato.

I rancori personali non appartengono ad un Sindaco che invece deve infondere bontà e buon senso.

Sorbo parla di Palazzina Libertj, Castello, Scuole (3 milioni), pisu, ovvero tutte opere generate e finanziate sotto il mio sindacato.

Come dire, Campo di rendita.

Caro Sorbo, ormai sei Sindaco, lavora, dicci quello che vuoi fare di nuovo però, non realizzare solo le opere già finanziate (sono oltre 2 mesi che sei Sindaco e non cè nulla di tutto ciò) sotto il mio sindacato.

Così è troppo semplice e bello.

E comunque dai una svolta, con coraggio, dimostra di essere diverso da Nicandro Cotugno, dimezza la Giunta, rinuncia tu e gli assessori alle indennità, devolveldole magari alle tante associazioni di volontariato esistenti a Venafro, nominando gli assessori stessi per competenze e professionalità, come dicevi sempre dall’opposizione secondo le tue valutazioni, anche a costo di mettere a rischio la tua poltrona di Sindaco.

Queste è la vera svolta.

Questo è il vero cambiamento.

Questo significa essere diversi dagli altri che ti hanno preceduto ed in particolare dal sottoscritto.

Se ciò, come penso, non fai, non hai cambiato proprio nulla, hai solo fatto credere di cambiare, ma in realtà hai cambiato solo il nome del Sindaco e non puoi più vantarti di essere il “santarello” della società.

Sappi che da oggi quando avrò il piacere di incontrarti o vederti, sarò costretto a fare i dovuti e necessari scongiuri, ed in verità, consiglio a tanti di farli, a scanso di equivoci.

Un caro saluto dal “già Sindaco” o “ex Sindaco” Nicandro cotugno.

 

There are 25 comments

  1. Caro Cotugno ma falla finita!!! Dopo tutto il bene che hai fatto a Venafro faresti più bella figura a startene zitto e andartene al mare…..

  2. Questa volta Cotugno ha ragione! |

    finalmente hai parlato chiaro .. E’ la verita’vero? Fa male heee!!!

  3. W il sindaco santarelli |

    finalmente qualcuno che gliene canta a questo sindaco p.t.Santarello ( si fa x dire)..bravo Nicandro Cotugno

  4. Davvero una bella lettera, scritta benissimo e dai contenuti interessanti.
    Peccato che provenga da chi ha causato l’attuale stato di completo degrado della nostra cittadina.
    “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”…

  5. Caro ex defunto sindaco. Tu ke hai fatto? Con me, ke venivo da milano, na figura di merda… vergogna!!!!!!!!

  6. Resta di fatto che sindaco, assessori e qualche consigliere attuale, facilmente riescono a raggiungere le strutture comunali, per esercitare il proprio operato o tentare di farlo.
    I rappresentanti della giunta precedente, invece, metaforicamente citabili come figure paranormali, perché non le ho mai viste nei paraggi del Municipio. Più facilmente si possono incontrare, ancora oggi, davanti a Passicrate. Forse parte di questo loro assenteismo era dovuto alle troppo buone ciambelle di Passicrate?
    Voglio chiudere dicendo che il sindaco Antonio Sorbo potrà essere criticato negativamente o positivamente, solo a tempo debito, ossia dopo questo periodo estivo, cioè quando le attività politico-lavorative riprenderanno a pieno regime. Io posso criticare l’ex-Sindaco Nicandro Cotugno dopo che, passati i suoi, quasi 5 anni, ha prodotto poche cose senza difendere apertamente i suoi cittadini e le sue associazioni, quando hanno combattuto contro la chiusura di alcune strutture, hanno avuto paura per gli interventi fatti non a regola d’arte sulle scuole, quando la viabilità delle strade cittadine non hanno avuto MANUTENZIONE ORDINARIA (parola troppo grossa).
    Se vuole possiamo, proclamarlo come Sindaco Emerito Nicandro Cotugno e vestirlo di Bianco. Magari impegnerà il suo tempo nello scrivere encicliche di suo gradimento.

  7. Nicandro Nicandro, mi sa che stavolta Sorbo ti sbrana ,di te resteranno solo i capelli.

  8. Ma scusa vuoi mettere Pasicrate con le noie del Comune? Del resto si esercitava la loro attività preferita: il fancazzismo……Più facile farlo davanti una bibita ghiacciata, no? Mica vorrai biasimarli per questo? E poi sai per raggiungere le strutture comunali bisognava fare una bella salita e forse per Cotugno era un po’ impervia…..

  9. Caro ex sindaco, mi chiedo, da che pulpito arriva la predica? Lei forse dimentica le magre figure fatte durante la sua fastidiosa permanenza nelle vesti di primo cittadino a Venafro. Io non sono venafrana, sono diventata una cittadina venafrana da quattro anni e più. Ricordo erano trascorsi pochi mesi quando da Milano mi sono trasferita qui, venni con una raccolta firme per alcuni interventi urgenti da fare nella stradina dove abitavo fino a due anni fa, venni in comune a portarle alcune proposte, lei quando mi ricevette per darsi delle aree da pavone, mi disse che il comune aveva bisogno di persone come me, per poter crescere e migliorare. Disse che una persona come me che ha vissuto per tanti anni a Milano poteva portare tanta freschezza e novità. Quante belle parole buttate al vento, adesso di cosa si lamenta? Lei e la sua squadra quando passate per le strade di Venafro ne salutate i vostri cittadini, e ci guardate come fossimo marziani, vi ricordate di salutare solo quando avete bisogno di voti. Il signor Sorbo non mi ha dato questa impressione, Lui la dove mi incontra saluta. È una persona educata, e non illude nessuno. Io mi sento fiera di essere rappresentata da una persona come il signor Sorbo, con lei sinceramente mi sono solo vergognata. Lo so che le rode aver perso il posto, se lei è la persona intelligente che vuole far credere, accetti la sconfitta e non sputi veleno, perché se lei se ne andato non e colpa di nessuno, solamente sua. Se lei si fosse comportato bene penso che il sindaco di Venafro oggi sarebbe Cotugno.
    Una semplicissima cittadina di Venafro. Carmen

  10. Il bue che dice cornuto all'asino!! |

    Nicandro Cotugno sei patetico!! MA dicci, chi ti ha scritto questo bel papello???

  11. Scusa per essere Campobassano bisognerebbe essere nati e residenti lì almeno. O mi sbaglio? Mi risulta che Sorbo sia nato a Venafro, abbia studiato qui e vi risieda anche. Perciò non sparare cazzate come il tuo idolo Nick……..

  12. DrakunoW

    Scusa ma ti devo dire che ho visto personalmente il certificato di residenza di Antonio, cerchiamo di finirla con questa storia.Se proprio dobbiamo fare un commento facciamolo con gli atti alla mano altrimenti sono bubbole, cazzate, se le porta il vento

  13. Scusa ma che cosa c’entra la moglie del sindaco? Capisci che non sai proprio a cosa attaccarti? Mi sembra di aver capito che la moglie del sindaco è di Campobasso e perché dovrebbe amare Venafro? Scusa ma se te sposi uno/una del Madagascar devi amare il Madagascar? Capisci che le tue argomentazioni sono ridicole? Da quello che so il sindaco vive a Venafro tutta la settimana………Pensa prima di dire stupidaggini perchè fai solo la figura del ridicolo…..

  14. Nicandro Buono (1986) |

    Ma caspita, ho letto tempo fa su questo portale che si sarebbero accettati solamente commenti firmati con nome e cognome.
    Mi sento davvero preso in giro…

  15. DrakunoW

    non ci venga, non è che il nostro impegno muta, oppure ci venga lei a gestire un portale così delicato e poi ne riparliamo.I commenti offensivi sono censurati per ora , ci stiamo organizzando per mettere il commento con la verifica via email o sms.

  16. Nicandro buono (1986) |

    ma che risposta ė?
    Conosco le difficoltà di gestione di un blog perché io stesso ne gestisco uno, tra l’altro di tiratura nazionale…
    tuttavia all’indomani dell’elezione di Sorbo come sindaco ho letto un suo post in cui lei diceva che si sarebbero accettati solamente commenti firmati con nome e cognome all’insegna di un cambiamento che doveva coinvolgere tutti: fui molto felice di leggere quelle righe e ho subito cominciato a contribuire esprimendo la mia opinione in relazione ad un articolo pubblicato. Non solo mi sono firmato,, ma inserendo la mia data di nascita sono stato accorto, come del resto in questo caso, a fare in modo che il mio nome non venisse confuso con un mio omonimo, che a differenza mia vive a venafro. Io vivo, invece, a Milano. Insomma, non mi pare di aver visto post da parte sua che comunicassero un dietro front nell’adottare una politica annunciata urbi et orbi e il fatto di vedere ‘tradito’- mi lasci passare questo termine – questo buono proposito mi ha fatto rimanere male. Così come mi ha stupito
    il suo invito a non tornare più su questo canale di comunicazione. Sono convinto che il suo impegno non muti, del resto apprezzo moltissimo il suo lavoro sul web, ma la mia critica riguardava altro.
    Buon lavoro e buon ferragosto,
    ennebi

  17. DrakunoW

    ti ho risposto di fretta perchè avevo problemi al server e dovevo risolverli, si è vero, è stato scritto ed è una regola del blog, ma a me se il commento è costruttivo e non distruttivo come in certi casi che avrai sicuramente notato, non è che mi dia fastidio, una persona vuole dire la sua , sai che a venafro c’e’ gente delegata dai padroni solo al controllo del web? facebook è scansionato ogni minuto e non sia mai scrivi qualcosa contro , subito ti arriva il segnale che elegantemente ti dice ” non parlare “.

    Non tutti quelli che non si firmano sono vigliacchi, magari sono padri di famiglia che lavorano e firmandosi andrebbero sicuramente a forme di mobbing (molto diffuse a venafro), ecco questo è il problema.

    Il Sindaco l’ha detto chiaro “io rispondo solo a chi ci mtte la faccia” e nel caso suo lasceremo solo domande firmate.
    Per ora stiamo facendo una censura spaventosa di commenti senza ne testa e coda e si vede, il portale sta migliorando , forse a giorni si passa direttamente a commento firmato e via. Diciamo che siamo in una fase di transizione.
    Buona giornata

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi