L’emergenza idrica permarrà sino a domenica a sera…colpite scuole…esercizi pubblici e privati…l’Erim sta sostituendo una pompa al serbatoio…

    0
    355
    VENAFRO. 28 settembre 2012. Crisi idrica in città sino al 30 a sera ( domenica). Con erogazione dell’acqua ridotta. Ed in certi casi nulla.La comunicazione è venuta prima da Molise Acque e subito dopo dal Comune di Venafro. Con avvisi negli edifici pubblici e nelle scuole. Alle scuole Camelot e Testa però il preside ha disposto che appena dopo le 11.30 di stamattina i genitori potevano venire a riprendere i loro figli. Mancava infatti l’acqua nei bagni. Con pericolo per  la pubblica e privata salute. E dopo la mancanza di carta igienica, tovaglia e sapone ( i ragazzi se li portano da casa), questo è stato il colpo di grazia per quel grosso plesso, con oltre 700 studenti. Come si usa dire a Venafro: n’coppa all cuott l’acqua v’llita. La Molise Acque ( ente erogatore del servizio) ha avvisato il Comune di Venafro che andava sostituita un pompa ad immersione nel primo serbatoio principale. E che tutto il lavoro ( pezzo nuovo compreso) avrebbe comportato disguidi sino a domenica a sera. Il Comune ha avvisato del fatto. Anche se comunicati stampa non sono giunti nelle redazioni dei giornali. Intanto dall’Ufficio Manutenzione è stata chiamata la Protezione Civile. Inoltre è stata chiamata un’autobotte dalla Provincia che ha rifornito i serbatoi delle scuole e di alcuni pubblici e privati esercizi ( panetterie, bar, alimentari). Insomma la situazione rimarrà seria sino a domenica. Sperando che poi tutto il servizio ritorni alla normalità. Senza penalizzare troppo le scuole venafrane, già sommerse da enormi problemi. Pressocché irrisolvibili.
    Fonte : http://www.molise24.it/news.php?extend.2214.15

    Rispondi

    Please enter your comment!
    Please enter your name here