LE ATTIVITA’ SVOLTE DALL’AMMINISTRAZIONE NEI PRIMI 100 GIORNI DI MANDATO

831 12

SCUOLA ED EDILIZIA SCOLASTICA

Recupero della scuola “Pilla” di via Majella: abbiamo ottenuto la rimodulazione del finanziamento dalla Regione con delibera di giunta regionale nel mese di giugno (grazie in particolare all’impegno dell’assessore regionale Nagni) e stiamo predisponendo il progetto per ottenere la concessione per l’utilizzo del finanziamento di oltre 2 milioni e 400 mila euro. La struttura sta ultimando il necessario studio di fattibilità preliminare alla progettazione.

Sistemazione e recupero dello stabile di via Colonia Giulia (ex sede dei vigili urbani) con sei locali, due adibiti ad aule e quattro per uffici. Un intervento che ha consentito di riportare, dopo sei anni, nella scuola di via Colonia Giulia le classi che sono state ospitate prima nella caserma della Finanza e poi, negli ultimi tre anni, presso l’ex supermercato di via S. Ormisda. E’ stata sistemata la pavimentazione nelle aule dei due padiglioni di via Colonia Giulia da due anni senza pavimento con l’escussione della polizza fideiussoria a carico della ditta che aveva eseguito i lavori nel 2011. Sono finalmente iniziati i lavori per la ristrutturazione e la sistemazione della palestra della scuola di via Colonia Giulia.

Sottoscritti nel mese di giugno un accordo di programma e la convenzione per un finanziamento di 27 mila euro per la messa in sicurezza dell’edificio scolastico di via Machiavelli. Finanziamento di 140 mila euro per la messa in sicurezza dello stesso edificio ottenuto proprio in questi giorni dopo aver risposto al bando, scaduto il 16 settembre, con progetto esecutivo. In via Machiavelli, tra l’altro, si è provveduto, in vista dell’inizio dell’anno scolastico, alla tinteggiatura delle aule, alla sostituzione del cancello di accesso a Camelot, alla sistemazione del piazzale, alla disinfezione. A Camelot, dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi, erano stati riscontrati problemi alle strutture del plesso scolastico. L’Amministrazione è intervenuta immediatamente facendo effettuare i lavori di sistemazione e di messa in sicurezza.

Ottenuta nel mese di settembre la concessione dalla Regione, grazie all’Amministrazione che ha superato alcune perplessità della stessa Regione, per il progetto di sistemazione ed adeguamento della scuola di Ceppagna per un importo di 500 mila euro. La pratica era ferma dallo scorso mese di novembre. Ora si può procedere all’appalto dei lavori.

La giunta comunale ha già deliberato l’espletamento della gara d’appalto per l’affidamento per tre anni del servizio di mensa scolastica a partire dal mese di dicembre del 2013. L’ultimo appalto, effettuato nel 2006, era scaduto nel 2009. Nelle more si è scelto di procedere ad un affidamento provvisorio con il servizio che è partito lunedì 7 ottobre.

E’ stata portata a compimento la procedura, avviata dal commissario prefettizio, di disdettamento del contratto di fitto per i locali di via Sant’Ormisda che in precedenza ospitavano un supermercato e che negli ultimi quattro anni sono stati adattati a scuola per un costo complessivo di circa 160 mila euro.

E’ stato regolarmente pubblicato in questi giorni il bando per le sezioni primavera che lo scorso anno scolastico, prima che si insediasse questa amministrazione, sono saltate facendo perdere al

Comune di Venafro un finanziamento di circa 60 mila euro. Sono state presentate due domande nei termini che, dopo il vaglio del Comune, passeranno alla valutazione degli uffici competenti della Regione per l’approvazione e l’erogazione del finanziamento.

Abbiamo portato a risoluzione il problema, che si trascinava da tempo, relativo al pagamento delle spettanze alla ditta esterna che ha erogato il servizio scuolabus nel passato anno scolastico.

Sono stati richiesti finanziamenti regionali ad integrazione di quelli comunali, già individuati con atti, per i supporti per minori disabili che frequentano le scuole cittadine.

L’amministrazione si è impegnata per la salvaguardia di tre autonomie scolastiche a Venafro, risultato ottenuto grazie all’impegno diretto del sindaco, nella duplice veste di consigliere provinciale e di primo cittadino, che ha predisposto e fatto approvare lunedì 14 ottobre dalla Conferenza dei sindaci il piano di dimensionamento scolastico che per i prossimi tre anni prevede tre istituzioni scolastiche con sede a Venafro: l’ISISS “Giordano”, l’Istituto Comprensivo “Pilla” e l’Istituto Comprensivo “Testa”. L’anno scorso, nel piano approvato dalla conferenza dei sindaci, erano previste soltanto due autonomie a Venafro.

 

 

OPERE PUBBLICHE

Espletamento della gara d’appalto per la Palazzina Liberty per 1 milione e 200 mila euro. Scaduto il termine per la presentazione delle offerte il 19 agosto, si è in fase di nomina della commissione che procederà all’apertura delle buste e all’aggiudicazione della gara.

Ripresa e completamento dei lavori di sistemazione dell’area di Castello Pandone. Sembrava un’impresa impossibile e invece questa amministrazione è riuscita a sbloccare il pagamento del terzo SAL, fermo da tempo alla Regione, consentendo quindi all’impresa di riprendere i lavori. La ditta è al lavoro per concludere l’intervento relativo al secondo ed ultimo finanziamento di 500 mila euro ed entro l’anno dovrebbe completare la pavimentazione della zona bassa della piazza consentendo l’apertura della stessa piazza, come già concordato con la Soprintendenza, almeno fino al ponte. Nel Pisu è stato inserito un progetto per 300 mila euro per la valorizzazione del percorso paesaggistico culturale che collega Pozzilli proprio all’area del Castello Pandone. Con questo intervento sarà sistemata definitivamente la zona superiore, alle spalle del castello, e tutta l’area tornerà ad essere nuovamente fruibile.

Nell’ambito dei PISU saranno realizzati, a partire dal prossimo anno, altri due interventi importanti: la sistemazione, l’adeguamento e il recupero di Palazzo Armieri, e in particolare dell’ala attualmente non utilizzata, per un importo di un milione di euro, e la sistemazione della Piazza Mercato per un importo di 300 mila euro. Va detto che nei giorni scorsi la Regione ha deliberato il via libera per la quota dei fondi FESR del PISU che prevede proprio queste opere.

In fase di approvazione il nuovo quadro economico dei lavori di completamento del restauro della Torricella per circa 68 mila euro in seguito a determina del 19 luglio 2013.

Sono stati finalmente pagati dal Comune, grazie all’impegno di questa amministrazione, i lavori per la pavimentazione della ex Piazzetta Sant’Antuono (oggi piazzetta Enzo Guarini). La ditta, proprio a causa di questo mancato pagamento (atteso da molti mesi) aveva sospeso la realizzazione di un altro intervento, i lavori di sistemazione dei marciapiedi di piazza Salvo D’Acquisto (di fronte alle Poste), che ora potranno riprendere. Il cantiere – questo è l’impegno della ditta – sarà aperto nei prossimi giorni.

Il Comune ha attivato l’istruttoria per partecipare, formalizzando l’istanza proprio in questi giorni, al progetto “Valore Paese – Dimore” per il recupero di Palazzo San Francesco.

 

RISORSE IDRICHE E RETE FOGNARIA

L’attuale Amministrazione comunale ha proceduto alla ridefinizione delle schede dei PISU per i fondi FSC che sono destinati, come è noto, alle risorse idriche e alla depurazione. E’ stata modificata dall’attuale Amministrazione la scheda relativa all’intervento sulla rete idrica in quanto l’importo e i lavori previsti in un primo momento (per 160 mila euro) non erano ammissibili perché

non rispondenti alle indicazioni della Regione Molise in quanto al di sotto della soglia minima individuata dalla stessa Regione. Si è proceduto, grazie alla collaborazione del Comune di Sesto Campano, a rimodulare la scheda prevedendo un intervento di 300 mila euro per l’ottimizzazione della rete idrica cittadina e per il miglioramento del servizio.

E’ in fase di elaborazione un protocollo d’intesa tra Comune e Molise Acque, che sarà perfezionato nei prossimi giorni e sottoscritto, dopo i necessari passaggi amministrativi, per la realizzazione di una serie di attività, che in parte sono già iniziate grazie alla disponibilità di Molise Acque e alla collaborazione avviata, finalizzate a migliorare e sistemare la rete idrica cittadina. Nel giro di un mese sono state individuate diverse perdite consentendo di ridurre il consumo di acqua passato da circa 110 litri al secondo agli attuali 90 con una notevole riduzione anche dei costi a carico del Comune.

Nell’ambito dei PISU è prevista anche la realizzazione dell’impianto di depurazione della frazione Ceppagna per un importo di 600 mila euro che risolverà, una volta per tutte, un problema che si trascina da decenni.

Con delibera di giunta comunale n. 39 del primo agosto 2013 è stato approvato il progetto preliminare dei lavori di completamento della rete fognante di Ceppagna per un importo di 122 mila euro. Si è in attesa del progetto esecutivo.

 

 

RIFIUTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA

E’ in fase di verifica la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti da parte della ditta aggiudicataria per una ricognizione sulla situazione attuale e per l’elaborazione di un cronoprogramma che preveda tempi certi e rapidi per l’avvio della raccolta differenziata. Sempre in questa direzione si sta procedendo ad individuare i progettisti per l’intervento inserito nei Pisu per 839 mila euro che prevede la realizzazione, tra l’altro, di un’isola ecologica intercomunale. Con delibera di giunta comunale n. 9 del 25 giugno 2013 è stata approvata la convenzione per il potenziamento del servizio di raccolta differenziata per un importo di 70 mila euro. E’ in istruttoria la determina per l’affidamento dell’incarico per la redazione del progetto esecutivo.

 

 

VIABILITA’ E TRASPORTI

E’ in dirittura d’arrivo il completamento dell’iter autorizzativo del progetto per la “Bretella Anas” in attesa di un nuovo finanziamento. Abbiamo ottenuto la proroga dalla Regione Molise fino alla fine di novembre 2013 dopo un incontro il 4 luglio presso l’assessorato regionale alla Viabilità. Sottoscritto nel mese di agosto 2013 il rinnovo della convenzione per la progettazione con l’Anas che era scaduta il 31 dicembre 2011 e che nessuno aveva rinnovato; il mancato rinnovo rischiava di far saltare l’intero procedimento e con esso il finanziamento regionale di 350 mila euro per la progettazione le cui spese le avrebbe dovute sostenere il Comune. L’Anas ha modificato il tracciato e il progetto, recependo le osservazioni del Consorzio di Bonifica e del Parco dell’Olivo. Già avviato il procedimento per l’esproprio, entro il mese di novembre ci sarà la conferenza di servizi decisoria.

L’attuale Amministrazione ha partecipato a tempo di record a due bandi regionali, uno per l’acquisto di pullman ecologici per il trasporto urbano con richiesta per un finanziamento promesso dalla Regione di 200 mila euro, l’altro per l’installazione sul territorio comunale di impianti per la ricarica di mezzi a trazione elettrica.

E’ stato attivato il servizio di trasporto pubblico per gli anziani e di collegamento con le frazioni. Siamo intervenuti per la conservazione del servizio di corse di linea nel bacino comunale.

Per la viabilità da segnalare le attività in atto o già realizzate per la segnaletica e il ripristino dei dossi artificiali nel centro urbano. E’ allo studio la modifica di alcuni sensi unici nel centro mentre alcuni sono stati già cambiati. Inoltre si è provveduto al rifacimento delle strisce pedonali e della segnaletica orizzontale a costo zero per il Comune.

 

CIMITERO

Sono allo studio interventi di sistemazione delle coperture dell’ampliamento precedente che versano in cattive condizioni; si intende ottenere la regolarizzazione di tutto il sistema delle concessioni mai attivato e dei servizi gestiti all’esterno (illuminazione).

Con delibera di giunta comunale n. 5 del 10 giugno 2013 è stato sbloccato l’intervento per il completamento della Cappella Madre con l’accettazione della convenzione.

Si sta provvedendo alla riorganizzazione della manutenzione ordinaria e straordinaria mentre è stata già effettuata la pulitura dell’area esterna e anche il taglio dell’erba.

E’ stata installata una fontana, presso l’area interna del cimitero, in prossimità dell’obelisco.

 

TRASPARENZA E STRUMENTI DI PARTECIPAZIONE

Attivazione della trasmissione in streaming in diretta sul sito web delle sedute del Consiglio comunale (le sedute consiliari sono oggi visibili sullo stesso sito). Stiamo procedendo all’applicazione delle nuove norme (D.Lgs. 33/2013) sulla trasparenza.

 

CENTRO STORICO, URBANISTICA E COMMERCIO

E’ stato approvato il 3 ottobre l’adeguamento del Piano e del Regolamento comunale per le strutture di vendita. E’ stato avviato dello studio per la redazione di un nuovo regolamento per gli impianti pubblicitari. Ripristinato dopo circa due anni il mercatino dell’antiquariato una volta al mese su corso Campano. E’ in corso la ricognizione della situazione della ricostruzione post-terremoto per l’elaborazione di un piano di priorità per gli interventi da realizzare e per avere un quadro di riferimento preciso che oggi manca relativamente alla concessione dei buoni contributo. Sono state avviate le procedure per l’assegnazione di altri cinque alloggi popolari nel centro storico. E’ stata intitolata una piazza nel cuore del centro storico ad Enzo Guarini.

 

AMBIENTE ED INQUINAMENTO, AREE VERDI, RISPARMIO ENERGETICO

E’ in corso un ulteriore monitoraggio ambientale con l’attuazione del progetto finanziato dalla Provincia di Isernia e regolato dal Protocollo d’intesa a cui il Comune di Venafro ha aderito.

L’Amministrazione comunale di Venafro, con delibera di questa giunta, ha presentato osservazioni (facendo proprie quelle delle Mamme per la Salute) alla procedura di Autorizzazione Integrale Ambientale presentata alla Regione Molise dalla Colacem e in virtù di questa decisione il Comune di Venafro partecipa alla Conferenza di Servizi in corso presso l’Arpam.

E’ in fase di approvazione il progetto esecutivo per la riqualificazione ambientale del Rio San Bartolomeo per un finanziamento di 40 mila euro.

Il 12 settembre 2013 è stato firmato il protocollo d’intesa nell’ambito del bando per il finanziamento di reti di ricarica dedicate ai veicoli elettrici per un importo massimo di 238 mila euro per il Comune di Venafro con istruttoria avviata da questa amministrazione in seguito alla delibera di giunta regionale n. 437 del 6 settembre 2013.

Con delibera di giunta comunale del 23 agosto 2013 è stato autorizzato il Servizio Tutela e Valorizzazione del patrimonio forestale della Regione ad eseguire interventi forestali di prevenzione incendi sull’area boscata a ridosso di Monte Santa Croce.

In ottemperanza della legge nazionale che prevede la piantumazione di una pianta per ogni bimbo nato nel Comune è stato avviato, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e con l’Ufficio forestazione della Regione Molise, il progetto per la creazione di un parco arboreo nel territorio comunale.

E’ stata effettuata la rimozione delle piante pericolanti a seguito della nevicata del 2012 e pulizia della pineta di Ceppagna lungo la strada provinciale delle Tre Torri che per un anno e mezzo hanno rappresentato un grave pericolo per automobilisti e passanti.

E’ in corso la sistemazione delle aiuole che insistono nel centro cittadino e che risultavano da lungo tempo abbandonate.

Sono stati finanziati nello scorso mese di agosto interventi per 688 mila euro, su istanza del commissario, per l’efficientamento energetico di quattro strutture comunali: scuola di via Machiavelli, scuola di Ceppagna, Palazzo Armieri e Palestra di via Pedemontana.

 

 

STRUTTURE SPORTIVE

Abbiamo partecipato a tempo di record al bando per il fondo per lo sviluppo e la diffusione della pratica sportiva, in scadenza a giugno, per la sistemazione della Palestra di via Pedemontana per una richiesta di finanziamento di circa 100 mila euro. Siamo in attesa di sapere se il nostro progetto è stato inserito nella graduatoria degli interventi ammessi.

Stiamo lavorando alla realizzazione di una nuova struttura sportiva in via Majella realizzata in collaborazione con la Provincia di Isernia per un importo di circa 600 mila euro. E’ stato firmato all’inizio di ottobre il relativo protocollo d’intesa dopo l’approvazione della relativa delibera da parte del consiglio comunale.

 

ATTIVITA’ CULTURALI E RICREATIVE

Abbiamo organizzato l’Estate Venafrana con 53 eventi in meno di due mesi ad un costo complessivo di 5 mila euro che sarà quasi totalmente recuperato grazie ai contributi richiesti e già decisi dalla Provincia di Isernia.

Organizzazione dell’iniziativa “Serata al Museo” sabato 28 settembre, in collaborazione con il MIBAC, che ha portato circa 700 visitatori in una sola serata al Museo Archeologico di Venafro.

Organizzazione, in partnership con l’Ufficio Scolastico Regionale e il Mibac di una iniziativa sulla legalità presso il Castello Pandone che prevede un convegno il 30 ottobre e una mostra che sarà aperta fino a metà novembre e sarà visitata dagli alunni di tutte le scuole del Molise nell’ambito della quale saranno organizzati altri eventi.

 

STRUTTURE CULTURALI

Recupero della Palazzina Liberty da adibire in parte a sala convegni-auditorium gestita direttamente dal Comune e in parte a spazio espositivo per mostre ed altre iniziative analoghe. Finalmente è in vista del traguardo l’aggiudicazione dell’appalto da un milione e 200 mila euro. Il 19 agosto sono scaduti i termini per la presentazione delle offerte, è in fase di nomina la commissione che procederà all’aggiudicazione e, se non ci saranno intoppi, entro l’anno ci sarà la consegna dei lavori.

E’ in fase di definizione un’intesa con lo Iacp di Isernia per la gestione di alcuni stabili di sua proprietà che potrebbero essere affidati al Comune per questi scopi.

Abbiamo effettuato i lavori, che attendevano di essere realizzati da oltre due anni per salvaguardare il patrimonio librario, per la sostituzione degli infissi alla biblioteca comunale per un importo di poco inferiore ai 40 mila euro, fondi che rischiavano di andare persi. Questa amministrazione ha rimodulato i Pisu nella quota Fesr inserendo, ex novo, un intervento per la valorizzazione e maggiore fruibilità della biblioteca comunale per un importo di oltre 300 mila euro.

Stiamo lavorando ad un protocollo d’intesa con il Ministero dei Beni culturali per la sistemazione del Verlasce e per la sua destinazione. In questo senso esiste una scheda di 600 mila euro di fondi regionali per la sistemazione della piazza che individua il Comune di Venafro come ente attuatore. Stiamo lavorando con la Regione Molise affinché, attraverso gli atti amministrativi idonei, questo finanziamento venga reso disponibile e possa essere utilizzato. L’obiettivo, condiviso con la Soprintendenza (che sta già lavorando sul sito), è quello di fare del Verlasce la “porta del Molise”, un polo attrattivo per turisti attivi su tutto il territorio della Valle del Volturno e delle aree limitrofe.

 

LAVORO E SVILUPPO

Abbiamo intanto attivato 11 borse lavoro per sei mesi che erano bloccate da tempo consentendo al comune di poter disporre di una importante manodopera per una serie di interventi che sono in corso.

E’ stata predisposta da questa amministrazione la convenzione che consentirà al Comune di utilizzare per lavori socialmente utili a titolo gratuito persone che hanno subito condanne e che hanno ottenuto di usufruire della misura alternativa dei servizi sociali. La convenzione, approvata dalla Giunta comunale, è in attesa di essere sottoscritta dall’Autorità giudiziaria. Si tratta di un provvedimento che non era mai stato predisposto né approvato impedendo al Comune di Venafro, negli anni, di utilizzare questo strumento e le relative risorse.

Sono stati attivati i tirocini estivi di orientamento.

Nel PISU dell’area di Venafro sono previsti anche 350 mila euro per le politiche di occupazione nell’ambito di un progetto elaborato su base regionale e di titolarità della Regione Molise.

 

PATRIMONIO E BILANCIO

E’ uno dei settori dove si registrano le criticità più gravi con particolare riferimento al recupero effettivo dell’evasione fiscale e tributaria che è enorme. Attualmente soltanto il recupero coattivo dei tributi comunali pesa per circa un milione e 700 mila euro. Non sono stati riscossi ancora i ruoli dell’acqua 2012 e 2013. Sia per la prima che per la seconda questione sono state avviate le relative procedure. E’ stata già attivata anche la procedura per il recupero dei canoni di fitto dei terreni comunali che risultano non pagati da anni. Sono in corso la verifica e il controllo sulle uscite più rilevanti del Comune onde evitare che il debito aumenti anno per anno.

 

 

FRAZIONI

E’ stata ripristinata la pubblica illuminazione nella piazza Padre Pio di Ceppagna, che era spenta da tempo.

E’ ormai concluso l’iter amministrativo per gli interventi di ristrutturazione della scuola elementare e materna di Ceppagna.

Abbiamo attivato il servizio di trasporto pubblico che collega le frazioni con il comune di Venafro.

Stiamo verificando la disponibilità di un finanziamento per il ripristino della strada che collega Venafro alla frazione Le Noci.

Con delibera di giunta comunale n. 39 del primo agosto 2013 è stato approvato il progetto preliminare dei lavori di competamento della rete fognante di Ceppagna per un importo di 122 mila euro. Si è in attesa del progetto esecutivo.

Sarà realizzato nell’ambito dei PISU il depuratore di Ceppagna per un importo di 600 mila euro.

E’ stato presentato un progetto, nell’ambito della misura 125 del PSR, per un importo di 150 mila euro per la sistemazione delle strade che collegano Venafro a Le Noci e quest’ultima frazione a Ceppagna. Siamo in attesa dell’approvazione e del finanziamento da parte della Regione. La decisione spetta ora alla Giunta regionale.

 

AGRICOLTURA E PRODOTTI TIPICI

Accreditamento, apertura e gestione della Sala Panel, in collaborazione con la Provincia e l’Arsiam, come struttura di riferimento di una vasta area di produzione di olio d’olivo che comprenda anche zone extraregionali. La convenzione, predisposta in collaborazione tra i tre enti, è stata approvata dall’attuale giunta comunale ed è stata firmata il 17 settembre 2013.

Abbiamo partecipato al bando per la viabilità rurale misura 125 PSR 2007/2013: la richiesta di ammissione al finanziamento è stata trasmessa il 16 settembre 2013 per un finanziamento totale di 150 mila euro.

Sono stati portati in Consiglio comunale ed approvati la modifica del regolamento di polizia rurale e il regolamento per gli orti urbani.

Salvataggio e potenziamento dell’Ufficio agricolo di zona che, dotato di nuovi servizi per gli agricoltori, sarà ospitato presso Palazzo Cimorelli, in locali del Comune, a partire dal 1 gennaio 2014.

 

 

EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

E’ in fase di completamento la palazzina di via Quinto Orazio Flacco di proprietà del Comune che consentirà l’assegnazione di altri nove nuovi alloggi. E’ in corso l’assegnazione di cinque alloggi popolari Iacp nel centro storico.

 

RISCHIO IDROGEOLOGICO

Avviate nei giorni scorsi, dopo aver ottenuto il via libera dalla Regione, le procedure per il progetto da 250 mila euro per il rischio idrogeologico a monte dell’abitato di Venafro. Con delibera di giunta comunale n. 10 del 25 giugno 2013 è stato approvato il progetto preliminare, manca ora soltanto il parere della Soprintendenza per l’approvazione del progetto esecutivo che è stato trasmesso il 6 agosto 2013. Il Comune di Venafro è anche titolare oggi dell’intervento di 2 milioni di euro per la sistemazione delle aree del torrente Rava, opere che intendiamo realizzare in collaborazione con il Consorzio di Bonifica.

 

CONTENZIOSO

Approvazione con delibera di giunta comunale della convenzione con il tribunale di Isernia per l’utilizzo gratuito di persone per lavori di pubblica utilità. Sono state inviate al broker assicurativo le schede di ricognizione di tutte le insidie stradali per la stipula della polizza assicurativa che consentirà un notevole risparmio per il Comune eliminando debiti fuori bilancio dovuti a sentenze e pagamento di spese legali.

 

PARI OPPORTUNITA’ E INTEGRAZIONE

Il Comune partecipa al tavolo istituzionale istituito dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite presso l’Anci per l’ottenimento di finanziamenti riguardanti la popolazione rom e sinti residenti sul territorio comunale relativamente ai quattro assi scuola, famiglia, casa, salute. Attivazione dello sportello donna per assistenza a 360 gradi alle donne in difficoltà. E’ in fase di ricostituzione la Commissione comunale per le pari opportunità. Il Comune ha aderito al bando SPRAR per l’ospitalità dei profughi.

There are 12 comments

  1. IL MAGO SILVAN |

    Il nostro Sindaco ha un gran pregio…quello di saper scrivere…ogni cosa che tocca diventa oro, ogni frase un risultato….domani se il sole risorgerà sarà grazie a lui. Bravo Silvan.

  2. Quindi tu sai documentare che qualcosa non è vera? Nel caso documentalo invece di parlare tanto per parlare…..

  3. ANGELO LA BELLA |

    Il bollettino ufficiale della Regione Molise n. 28 del 16.10.2013, riporta la l’accordo di programma PISU Venafro 01 – Approvazione Programma attuativo degli interventi.
    Sono queste piccole opere da subito cantierabili che permettono di migliorare l’occupabilità locale e di dare lavoro alle imprese locali, con trattative private
    E’ di particolare importanza riavviare il settore dell’edilizia, settore trainante dell’economia locale e regionale, le drammaticità della crisi occupazionale, che colpisce, così duramente, il settore delle costruzioni, sono ben note a tutti. Tale situazione aggrava il tessuto sociale della nostra collettività, sull’aspetto occupazionale e soprattutto per un costante aumento del lavoro nero e sommerso, oltre al mancato rispetto delle norme di sicurezza, ed al proliferare di forme di lavoro atipiche. Lo sviluppo del settore è possibile solo attraverso la riapertura di tutti i cantieri e mediante azioni volte a favorire la cultura della legalità. Combattere insieme il lavoro nero e sommerso, agevolando tutte quelle imprese che lavorano nel pieno rispetto delle regole è una delle strade da percorrere insieme per far ripartire il comparto delle costruzioni. A questo si aggiungono tutti quei provvedimenti necessari a dare lavoro alle imprese locali.

  4. È incredibile non ha citato una sola cosa programmata e realizzata dalla sua amministrazione. Per il momento sta vivendo di eredità vogliamo conoscere quali sono i tuoi programmi e quali cose realizzerai tu. Facile cullarsi sugli allori portando a termine cose già finanziate ed in stato avanzato di esecuzione. Vogliamo vedere come gestiremo adesso l’appalto della palazzina liberty. Chissà chi eseguirà i lavori? Chissa cosa diranno Michele iorio e Di Sandro? Antonio Sorbo é finalmente diventato di destra. Evviva la trasparenza! !!!!!!!

  5. …a me non importa quanto e chi vorrei solo che i progetti fossero fatti da persone COMPETENTI e realizzate a REGOLA D’ARTE, come si diceva una volta, per non dover intervenire con quelle manutenzioni “straORDINARIE”…possibile che nella piscina provinciale, da pochi anni inaugurata, ci piova dentro…e per non parlare della palestra polivalente!…

  6. caro il mio bravo |

    un documento del genere con le passate amministrazioni te lo sognavi. poi puoi criticarlo, puoi dire che sono tutte bugie (ma devi documentarlo); intanto hai un documento che ti porta a fare delle riflessioni, prima nemmeno quello. poi i meriti sono sempre di chi fa e non di chi dice di aver fatto. è strano che la passata amministrazione aveva fatto tutte queste cose e i cittadini non gli hanno riconfermato la fiducia…. il finanziamento della palazzina liberty era quasi perso perchè i tuoi amici non si sono messi d’accordo su chi dovesse fare i lavori e come creare un bando di gara ad hoc. ora è stato corretto e a breve i lavori verranno appaltati. i meriti dalli a chi vuoi. stessa cosa per piazza castello: io ti garantisco da da oggi a un anno e mezzo la piazza sarà completamente fruibile con i lavori finiti al 100%. poi magari tu, insieme a franco valente e a nicandro cotugno, andrete ad inaugurarla…. ad majora

  7. Progetti di chi? Di Nicandro Cotugno? Ma che dici? Collega il cervello…ops scusa bisognerebbe che lo avessi….come non detto

  8. DrakunoW

    Ragazzi , vi prego di non cadere nell’offesa, critica ok ,offese no ,altrimenti inizio a censurare.saluti

  9. Scambio di valori |

    OPERE PUBBLICHE……..IL SINDACO SCRIVE: Sono stati finalmente pagati dal Comune, grazie all’impegno di questa amministrazione, i lavori per la pavimentazione della ex Piazzetta Sant’Antuono (oggi piazzetta Enzo Guarini). La ditta, proprio a causa di questo mancato pagamento (atteso da molti mesi) aveva sospeso la realizzazione di un altro intervento, i lavori di sistemazione dei marciapiedi di piazza Salvo D’Acquisto (di fronte alle Poste), che ora potranno riprendere. Il cantiere – questo è l’impegno della ditta – sarà aperto nei prossimi giorni.
    …..Caro Sindaco, ma si rende conto di quello che scrive?

  10. quante bugie….A SORBO…. ma credi che saper scrivere ti dia diritto a prenderci per il culo?
    VERGOGNATI
    almeno Cotugno non faceva nulla—–ma stava zitto senza gonfiarsi di cose non sue

  11. Cotugno aveva poco da parlare visto come ha ridotto Venafro…….e avrebbe poco da parlare pure ora visto che tanti guai sono merito suo!!! E nessuno può negare questa evidenza….

  12. PER CARO IL MIO BRAVO |

    MI SEMBRI ESPERTO SULLA QUESTIONE LIBERTY. CI PUOI DIRE QUALE E’ L’ATTO AMMINISTRATIVO DI QUESTA AMMINISTRAZIONE RIGUARDANTE LA LIBERY?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi