La precisazione dei Consiglieri Petrecca e Potena lasciata nei commenti sul sito.

    2
    332


    Sergio Petrecca
    sergio.petrecca@gmail.com
    Inviato il 09/07/2013 alle 22:21
    Mi preme precisare, senza generare alcuna polemica, quanto riportato da qualche quotidiano locale dove si afferma che il sottoscritto ha rinunciato a deleghe per impegni di lavoro, dichiarazione questa, peraltro, mai rilasciata. Ho sempre manifestato la volontà di voler contribuire in maniera fattiva alla vita di questa giovane amministrazione mettendo a disposizione la mia esperienza e le mie competenze professionali.
    Purtroppo però, i criteri adottati per la scelta della giunta e delle deleghe sono stati altri. Si è preferito il criterio dei più votati a quello che, in base alle proprie attitudini e competenze, ognuno di noi poteva offrire.
    Ero e continuo ad essere convinto, in un momento così difficile per la nostra Città, che c’è bisogno di persone professionalmente competenti nei vari settori in modo da ottenere il massimo dei risultati nel più breve tempo. Questo non è accaduto perché non si è abbandonando il vecchio ed obsoleto sistema.
    Molto democraticamente ho accettato ma non condiviso tale scelta che mi ha lasciato alquanto perplesso.
    Detto questo ribadisco tutto il mio appoggio a questa maggioranza, evitando a tutti possibili interpretazioni del tutto soggettive, ed auguro alla giunta ed ai neo delegati un buon e proficuo lavoro nell’interesse della città.
    Preciso inoltre, che pur non avendo deleghe specifiche seguirò con molta attenzione l’attività amministrativa dando comunque riscontro al mio mandato elettorale. Tali precisazioni erano doverose al fine di evitare facili e fuorvianti interpretazioni.

    Venafro 09/07/2013
    Consigliere Comunale
    Sergio Petrecca
    ————————————————————————–
    Carlo Potena
    Inviato il 09/07/2013 alle 13:13

    Una precisazione a quanto riportato stamattina da un paio di quotidiani in cronaca locale : non corrisponde a verità il fatto che avrei rinunciato a incarichi o deleghe per motivo di impegni professionali. Se avessi pensato di non avere tempo da dedicare al Comune o di non avere voglia di impegnarmi, non mi sarei proprio candidato.

    Venafro 09/07/2013
    Consigliere Comunale
    Carlo Potena

    2 commenti

    1. Questa della competenza specifica ricalca, a mio avviso, l’erronea convinzione che deve essere un esperto specifico della materia a ricoprire ruoli politico/amministrativi attinenti a specifici settori. Il politico o l’amministratore, a mio avviso, non è colui che individua le soluzioni possibili descrivendone vantaggi e svantaggi ma è colui che, sulla base di relazioni fatte da personale interno o esterno (in caso di necessità), decide la soluzione da adottare accompagnandola con le relazioni tecniche sulle quasi si è basato. In questo modo chiunque potrà giudicare la bontà della decisione assunta o la validità o meno della relazione di accompagnamento. Nel campo delle deleghe date e dei criteri adottati non entro, aspetto di vedere cosa sarà prodotto in trasparenza e qualità decisionale.

    Rispondi

    Please enter your comment!
    Please enter your name here