santa ok fiduciadelrio thumb

La finta abolizione delle province, il discorso di Santangelo – video

499 0

Signor Presidente, signori rappresentanti del Governo, gentili Colleghi, Onorevoli cittadini tutti.
Sono anni e anni che i partiti, gli stessi partiti seduti in quest’aula, dicono di volere abolire le Province ma poi il risultato è sempre un nulla di fatto. In tutte le ultime campagne elettorali avete sentito parlare di abolizione delle Province, tutti sono d’accordo, ma il fatidico fatto non accade mai.

Il 14 di maggio del 2013, appena insediato il governo Letta, il Movimento 5 stelle presenta un disegno di legge costituzionale che prevede l’abolizione VERA delle province, senza se e senza ma!

Ripetiamo: il 14 di maggio del 2013!!

Ma il parlamento ignora colpevolmente questo disegno di legge e la sua discussione non viene mai calendarizzata.
Il 20 di agosto del 2013 l’allora ministro senza portafoglio degli affari regionali Del Rio, presenta un altro disegno di legge che dopo essere rimasto vari mesi bloccato nelle stanze del Parlamento riprende nuova vita…
Ma come mai? Cosa è successo?

È arrivato Renzi, ex presidente della provincia di Firenze, e tutto ha acquistato i ritmi dello spettacolo televisivo in cui l’apparenza conta molto e la sostanza non conta nulla la sostanza addirittura non esiste!
Ma andiamo avanti: Del Rio diventa sottosegretario e primo consigliere del presidente e porta in eredità il suo DDL “farlocco”.

• Dice di voler abolire le province… e non le abolisce
• Dice di voler semplificare gli apparati istituzionali… e non li semplifica
• Dice di voler ridurre il numero delle poltrone… e invece lo aumenta.
• Dice di voler ridurre i costi della politica… e invece non li riduce
Ma entriamo nel merito del disegno di legge Delrio, anche stavolta modificate soltanto il nome alle cose, l’abolizione delle province non’è l’abolizione delle province, ma soltanto una trasformazione in cui la sovranità dei cittadini è mortificata dal potere della casta.

Signor Renzi, è un Barbatrucco! La casta eleggerà la casta, scelta dalla casta

Ma andiamo avanti se la matematica non è un’opinione, e non è un’opinione –
aumenta mostruosamente il numero di incarichi politici, e vi spiego anche il perchè dati alla mano:
Attualmente nei comuni con popolazione fino a 1.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da 6 consiglieri.

Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 10 consiglieri e 2 assessori… e le poltrone aumentano!

Attualmente nei comuni con popolazione da 1.000 a 3.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da sei consiglieri e due assessori.

Col disegno di legge Delrio invece. abbiamo 10 consiglieri 2 assessori.
……E le poltrone aumentano!
Attualmente nei comuni da 3.000 a 5.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da sette consiglieri e 3 assessori.
Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 12 consiglieri 4 assessori.
……E le poltrone aumentano!
Attualmente nei comuni con popolazione da 5.000 e fino a 10.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dieci consiglieri e 4 assessori.
Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 12 consiglieri 4 assessori.
……E le poltrone aumentano!
In altri termini – udite udite- cacciate dalla porta 1.774 consiglieri provinciali eletti (e non 3000 come raccontate) e fate rientrare dalla finestra 26.000 nuovi consiglieri e 5.000 nuovi assessori.

Ma perché prendete per i fondelli gli italiani? Ma perché gli raccontate un mare di bugie? Perchè?

Le ricordo che l’articolo 661 del codice penale vigente punisce il reato di “Abuso della credulità popolare”, con l’arresto fino a tre mesi e con l’ammenda fino ad euro 1.032!
Ma d’altronde da chi è passato dalla ruota della fortuna, alla presidenza della provincia di Firenze che cosa ci aspettiamo?

Insomma, cosa ci aspettiamo da chi, durante il suo mandato da Presidente della Provincia, ha effettuato spese di rappresentanza pari a 600.000 euro e un danno erariale (sembra) pari a 6 milioni di euro? Oppure vogliamo parlare di un finanziamento di 100 mila euro al circolo Pimpa?

Signor Presidente, Colleghi, Cittadini che ci ascoltate da fuori,
il “Movimento 5 Stelle” voterà, ovviamente e convintamente, NO a questo provvedimento farlocco!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi