La bretella di Venafro sarà resa circonvallazione

661 4

La Bretella di Ceppagna, per l’Amministrazione comunale targata Antonio Sorbo, s’ha da fare! E al comune presso l’ufficio tecnico si lavora alacremente per arrivare alla conferenza di servizio conclusiva, quella che dovrà tenersi improrogabilmente entro 11 31 dicembre 2013. Le ultime notizie provenienti da Roma, contraddittorie sull’autostrada del Molise, infiammano il dibattito ma offrono un assist importante per puntare tutto sulla bretella di Ceppagna che, come ha sostenuto il sindaco Sorbo, in alcuni dibattiti pubblici, si trasformerà in una vera e propria circonvallazione di completa mento della. Variante Anas e quindi utilissima a tutto il Molise, oltre che alla città di Venafro. Come è noto, il nuovo tracciato elaborato dagli ingegneri dell’Anas, è giunto al protocollo del Comune di Venafro addirittura all’inizio del 2013, precisamente il 2 gennaio. Un malloppo cartaceo progettua le impressionante. Il nuovo progetto scaturisce dalle prescrizioni avanzate durante i lavori della scorsa conferenza di servizio di marzo 2012. Nella nuova versione dell’arteria di completamento della Variante di Venafro c’è qualcosa di nuovo che lascia intendere che l’Anas è intenzionata a portare a di completamento della Variante Anas e quindi utilissima a tutto il Molise, oltre che alla città di Venafro. Come è noto, il nuovo tracciato elaborato dagli ingegneri dell’Anas, è giunto al protocollo del Comune di Venafro addirittura all’inizio del 201.3, precisamente il 2 gennaio. Un malloppo cartaceo progettua le impressionante. Il nuovo progetto scaturisce dalle prescrizioni avanzate durante i lavori della scorsa conferenza di servizio di marzo 2012. Nella nuova versione dell’arteria di completamento della Variante di Venafro c’è qualcosa di nuovo che lascia intendere che l’Anas è intenzionata a portare a termine tutto l’iter amministrativo. Infatti nella comunicazione i tecnici Anas prospettano due soluzioni possibili, dal punto di vista tecnico. La prima con la realizzazione di una sopraelevata per evitare la condotta Sme del gas; la seconda si andrebbe a raso, evitando l’impatto ambientale. Su queste soluzioni prospettate dall’Anas dovrà pronunciarsi la Soprintendenza che avrà la possibilità di rendere pubblico il suo parere nella conferenza di servizio di fine anno. Il Comune dunque va avanti su questa pratica senza tentennamenti di sorta, nonostante le polemiche al vetriolo tra chi è favorevole alla bretella e chi invece la ritiene un’opera inutile con la realizzazione dell’autostrada del Molise. L’opera, come è noto, è stata pensata nel lontano 2005. Si pensa di chiudere la partita dunque entro 11 2013, e l’opera potrebbe essere cantierabile entro il 2014, sempre se si troveranno i soldi per la copertura finanziaria. Un’opera che prevede un investimento di quasi 24 milioni di euro. Il responsabile del settore lavori pubblici l’architetta Celino ha anche il supporto esterno, Claudio Falcioni, per istruire di nuovo la procedura per mettere di nuovo intorno a un tavolo tutti gli Enti interessati per incassare i pareri e proseguire senza ulteriori intoppi per la realizzazione della bretella di Ceppagna che, secondo anche quando affermano i tecnici dell’Arpa Molise, servirebbe per eliminare il problema dell’inquinamento atmosferico dovuto al traffico che attraversa via Colonia Giulia. Ora rimane solo il problema legato alla compatibilità di quest’opera viaria con la farnigerata Autostrada Termoli San Vittore. Secondo quanto sostengono al comune di Venafro, non ci sarebbe nessuna contrapposizione tra le due opere e che Venafro potrebbe beneficiare di effetti straordinari dalla realizzazione di entrambe le infrastrutture di collegamento tra il Molise e il centrosud. Opere che farebbero uscire definitivamente la regione dall’isolamento.

fonte: quotidianomolise.it

dal portale ci domandiamo ” chi sarà il progettista?”

 

There are 4 comments

  1. ANGELO LA BELLA |

    Sono del parere che quest’opera s’ha da fare.
    Di sicuro non sarà un problema legato alla compatibilità della famigerata Autostrada del Molise, visto che i nostri politici non sono stati in grado di saper investire ben 236 mln €, che inizialmente erano destinati a favorire la costruzione di 2 tratti autostradali (S. Vittore – Roccaravindola – Boiano), e che ora, invece, sono stati assegnati alla Campania per la costruzione dell’arteria stradaleTelesina.
    Spingere per la cantierizzazione della Bretella, significherebbe per le località limitrofe, maggiore occupazione per i lavoratori locali, maggiore sviluppo infrastrutturale del territorio, e sicuramente minore inquinamento dovuto al traffico veicolare in Venafro.
    Inoltre, si potrebbero definire protocolli d’intesa tra le Parti Sociali, Ance, Anas e Regione per favorire le imprese locali per l’aggiudicazione dei lavori e di conseguenza creare maggiori opportunità di sviluppo economico e sociale.

  2. Si si… Così abbassiamo definitivamente tutte le serranti dei commercianti e le 800/1000 persone che vivono di questo andranno a magiare a Cb da Antonio Sorbo e ad Isernia dal nuovo professore…. Il tutto solo per accontentare qualche tecnico e impresa amica. L’obiettivo è l’autostrada e non la variante.

  3. x anonimo_by andrea |

    caro anonimo, non so di che settore di occupi a livello commerciale ma se credi che il commercio si basi su un’arteria stradale e con il suo relativo traffico….abbiamo qualche problema. A Cassino ci si va appositamente per comperare e non perchè ci si passa. Dovremmo essere capaci anche noi di attirare clienti nei nostri locali, a prescindere da un’arteria stradale. La nuova bretella porterà vivibilità per tutti, oltre che un’aria migliore. Poi chi è dell’avviso che il traffico porta soldi, può sempre trasferirsi a Vairano

  4. ma di quale autostrada parlate.. |

    di quella che non si farà mai? Solo la cecità di amministratori regionali ciechi….si son fatti soffiare 236 milioni per non avere voluto adeguare i tratti della statale più pregiudizievoli pèortandoli a 4 corsie autostradali ma senza caselli. Cosa che hanno fatto per la telesina su cui hanno spostato il finanziamento. Non vorrete stare tra vent’anni ancora a parlare diq uesta autostrada del molise….allargatevi la statale a tratti…. prima inizierete e prima finirete e prima incominceranno a viaggiare meglio cittadini e merci e si sviluuppa il molise. Meno spesa (basta 1 quarto rispetto all’autostrada) e meno ingrassaggi vari!?!?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi