Intasca le polizze dei clienti, nei guai

315 9

Indagato assicuratore del Venafrano: prendeva i soldi ma non registrava i contrattiPrendeva i soldi dai suoi clienti, ma la polizza non la registrava. Per questo motivo è finito sotto inchiesta un assicuratore di 40 anni, che per un periodo ha lavorato per conto di un’agenzia assicurativa a Venafro. Il reato ipotizzato nei suoi confronti è di truffa. Stando a quanto si racconta in città l’uomo, dopo aver incassato i soldi per l’assicurazione, non trasmetteva il contratto alla compagnia per la quale lavorava. Morale della favola: alcuni dei suoi clienti – residenti in provincia di Isernia sono rimasti senza copertura assicurativa. Lo hanno scoperto, loro malgrado, quando hanno avuto bisogno di rivolgersi all’assicurazione per incidenti o altro. Facile immaginare la faccia dei clienti nello scoprire che in realtà non avevano coperture assicurative. Il caso sarebbe stato così segnalato alla compagnia assicurativa, che di fatto ha tagliato i ponti con Venafro, trasferendo i clienti a Isernia. Il caso, inevitabilmente, è finito sotto la lente delle forze dell’ordine. Che avrebbero già preso i primi provvedimenti. Sembra, comunque, che la compagnia assicuratrice sia in qualche modo venuta incontor alle esigenze dei loro clienti, fornendo loro la copertura necessaria.

fonte: quotidianomolise.it

 

There are 9 comments

  1. ca ricn i nom.Per me può essere anche una falsa notizia.CI VOGLIONO I NOMI caro signore che scrivi sul giornale altrimenti la tua non è una notizia e quindi non va scritta.

  2. DrakunoW

    certo che di idioti il mondo è pieno proprio, CRETINO l’ha scritto quotidianomolise.it lo vuoi capire o no? idiota

  3. Il nome dell'assicuratore.. |

    Dracunovve e non dell’articolista del giornale.E poi non usare parole scurrili che non fanno che riflettersi su di te.

  4. DrakunoW

    emilio emilio, o architetto paesaggista, o come cavolo ti vuoi chiamare, io non ti penso proprio……………..

  5. DrakunoW

    Caro Emilio a me i parassiti come te mi fanno schifo, quelli che mandano i messaggi dall’ufficio dove non pagano loro l’adsl , dove non pagano la corrente, dove scroccano ottimi stipendi per non fare un cazzo e scrivere a un cittadino libero ” chi ti pensa “gli rispondo” ma chi ti caga essere capelluto che cerchi solo di rompere il cazzo ai professionisti che ti hanno spostato il culo 20 cm sopra , ti firmi architetto paesaggista, ma architetto di che di sta beata minchia?
    Tu puoi fare solo il populista ai comizi dove con un panino acquisti un applauso, sei un giullare travestito da ribelle. Pagati almeno l’adsl morto di fame e poi parli con me e se non la smetti di rompere il cazzo su questo sito io prendo gli ip ti denuncio e poi viene fuori che i messaggi partivano dal tuo ufficio quindi, ti smerdo anche pubblicamente ” , allora per evitare che la tua traballante persona faccia la fine r’ass coppa, evita……..giullare. Mi raccomando vieni all’inaugurazione di Piazza Castello, vieni a vedere come lavorano gli “ARCHITETTI”.

    cHIEDO SCUSA AGLI UTENTI PER LA PARENTESI , CERCO DI TENERMI CALMO, MA QUANDO UN ISERNINO VUOLE VENIRE A VENAFRO A FARE BELLO E CATTIVO TEMPO SU PERSONE CHE TECNICAMENTE NON LO PENSANO PROPRIO (COME FRANCO VALENTE) MI GIRANO E MI GIRANO ANCORA DI PIU’ PERCHè QUESTO PARASSITA I MESSAGGINI LI INVIA DA UN UFFICIO PUBBLICO , CIOE’ PAGATO DA NOI CONTRIBUENTI.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi