Inquinamento, 14 gennaio manifestazione a Venafro

487 0

Lo aveva promesso e lo ha fatto. Raffaele Siano ha convocato una manifestazione per sabato 14 gennaio. L’imprenditore venafrano a seguito pure degli ultimi accadimenti che hanno visto il fermo di due camion pieni di ceneri pesanti diretti da Herambiente a Colacem ha deciso di chiamare i concittadini alla protesta. Lui l’ha chiamata “passeggiata”. L’obiettivo è di risvegliare “le coscienze di chi ci amministra” affinché “si impegnino a far luce su la preoccupante situazione che l’inquinamento sta creando sul nostro territorio”.

Il programma prevede il ritrovo alle ore 17 alle Quattro Cannelle, scelto quale “simbolo di sorgente di vita”, quindi si proseguirà su via Colonia Giulia, viale della Stazione, piazza Salvo D’Acquisto, fino all’arrivo in piazza Cimorelli, davanti al Comune.

L’invito a partecipare è a “tutti coloro che hanno a cuore le sorti del nostro territorio e della nostra salute”. Siano ha inteso puntualizzare che la manifestazione sarà silenziosa e assolutamente pacifica. Pertanto, sarà fatto “divieto assoluto di bandiere, striscioni e quant’altro, che possono riferirsi a partiti politici”. Al termine della manifestazione, “lasceremo un cero acceso sotto il quadro dei Santi Martiri, in memoria di tutti i defunti”.

Durante il corteo saranno inoltre raccolte le firme per una petizione finalizzata a chiedere: “La pubblicazione del Registro dei tumori, in riferimento dati nazionali, regionali, provinciali e nello specifico area venafrana”; “l’installazione di altre due centraline fisse che rilevano l’indice di inquinamento, una in zona nord (dopo il convento di San Nicandro) e una a sud (dopo la Madonnella), funzionanti h24, con i dati che dovranno essere pubblicati ogni mese sui giornali locali”; infine, Siano con la raccolta firme è intenzionato a chiedere “l’immediata limitazione al traffico pesante su via Colonia Giulia”.

Intanto, ulteriori reazioni si stanno registrando in queste ore. L’associazione “Caponnetto” ha chiesto che sull’inquinamento della Piana di Venafro e sulla vicenda dei camion fermati intervenga la Direzione distrettuale Antimafia. Le Mamme per la salute e l’ambiente, invece, stamattina si sono recate in Procura dove hanno incontrato Paolo Albano al quale hanno reiterato la richiesta di far analizzare i campioni di ceneri prelevati la settimana scorsa anche da altri laboratori oltre che dall’Arpa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi