Il Consorzio acquisisce terreni demaniali..progetta laboratori, servizi, miglioramento delle strade..per un’attività 365 giorni l’anno….

482 3

Oltre tre ettari di territorio demaniale come nuova dotazione al Consorzio di Bonifica. Utilizzando le nuova legge ( 136/ 2001).

Stamattina nella sede consortile, lungo la SS. Casilina, firma degli atti. Alla presenza del presidente del Consorzio dottor Vittorio Nola e della dottoressa Viscolli ( responsabile del Demanio molisano). Il potenziale di recupero è di almeno 100 ettari. Ma la ghiotta occasione- con conferenza stmpa- è stato anche il modo per parlar d’altro. Soprattutto delle grandi inziative che vedono come protagonista il Consorzio. Nel potenziale di quest’operazione ci sarà presto la possibilità per l’Ente di intervenire su via del Tiro a Segno, conil suo allargamento e messa in sicurezza. Si tratta di una strda assai importante che porta dalla Cittadella militare alla nazionale verso il Convento. Ma il dottor Nola ( da manager di caratura nazionale) ha parlato di più fronti di intervento. Come il nuovo Piano di classifica di tutto il territorio e del laboratorio ambientale da istallare a Montaquila ( Ripa Spaccata) per valutare il rischio idraulico. Oppre del secondo casello di Ceppagna che riguarda la Protezione Civile. <Il Consorzio deve e può operare nell’arco di tutto l’anno, non solo nei mesi estivi- ha spiegato il presidente Nola-In inverno per esempio possiamo sviluppare le serre, così come avviene a Fondi. Per un’agricoltura d’avanguardia ed altamente remunerativa> – I benefici sarebbero economici, sociali ed occupazionali. Con l’assunzione dei lavoratori stagionali, sia d’inerno che d’estate. E con un vero e proprio autofinanziamento che si alimenta da solo, in tempi magrissimi. Il dottor Nola non ha mai parlato in prima persona, ma come una squadra attiva e poliedrica che si muove in sinergia. E su più fronti. Non solo questo. Il Consorzio è anche forte collaborazione col Parco Agricolo dell’Olivoed altri progetti ancora. Come la valorizzazione degli spazi adiacenti la sede. Per ricavarne laboratori, strutture, servizi. Un Cponsirzio che guarda avanti e quasi “ tira” le altre istituzioni.

molise24

There are 3 comments

  1. Staremo a vedere , per adesso abbiamo solamente un articolo che parla di questo progetto. L’utopia è dietro l’angolo.

  2. il solito scetticismo di noi venafrani… per questo ci mazzolano da tutte le parti..

  3. Ci mazzoliamo noi dall’interno.
    Lasciamo lavorare il nuovo presidente del Consorzio e vediamo a quali frutti porterà. Lo loderemo o condanneremo dopo avere visto i risultati. mai prima.
    Ma aspettiamo fiduzciosi di vedere una decisa discontinutà col passato, se vogliamo crederci.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi