” Gli assessori sono troppi.. e rinuncino all’indennità.. noi lo faremo..”- la nota dei cinque consiglieri d’opposizione ( Venafro che Vorrei)..

236 10

L’opposizione consiliare di “ Venafro che Vorrei” fa sentire la sua voce. Contestando il numero degli assessori e suggerendo la rinuncia delle loro indennità di carica. 

In un comunicato stampa, sottoscritto da tutti e cinque i consiglieri eletti (Mario Pietracupa,  Elena Bianchi, Alfonso Cantone, Adriano Iannacone e Anna Ferreri) viene spiegato tutto: <Riteniamo sia doverosa una breve e puntuale precisazione prima del Consiglio Comunale convocato per il prossimo venerdì. Valuteremo sul campo le soluzioni che l’amministrazione comunale intenderà adottare ma intanto vogliamo fin da subito precisare che non condividiamo la scelta, del Sindaco di Venafro,  di ricorrere  per la costituzione della Giunta a ben cinque assessori; speriamo che non sia solo l’inizio di una serie di lottizzazioni. Nel ribadire che, per quanto ci riguarda, rinunceremo ad ogni compenso e rimborso previsto per i Consiglieri comunali auspichiamo che sia il Sindaco che gli Assessori facciano altrettanto. È  noto, infatti, che il sig. Sindaco è stato in passato, quando rivestiva il ruolo di oppositore ad oltranza, il primo a censurare il ricorso inopportuno ad un numero eccessivo di Assessori osservando, sempre con puntualità, che il bilancio comunale mal sopportava gli oneri collegati alle indennità di carica; per non parlare poi delle feroci critiche al ricorso a contratti e consulenze esterne!!! Ebbene noi condividiamo questo suo pensiero (visto come è facile trovarsi in sintonia?) e auspichiamo che il Sig. Sindaco tenga fede alle premesse di una militanza storica che lo ha visto sempre paladino, naturalmente teorico, dell’utilizzo parsimonioso delle pubbliche risorse. Siamo sicuri che anche i cittadini apprezzeranno tale impostazione, sopratutto se le economie che ne deriveranno verranno destinate al sociale e ai meno abbienti. Per quanto ci riguarda, per espletare al meglio il nostro ruolo di “minoranza”, che diventerà opposizione solo se non verranno rispettate le premesse e le promesse, costituiremo due gruppi in Consiglio comunale. Questa scelta, naturalmente a costo zero, rafforzerà ancora di più il legame tra gli eletti che procederanno in sintonia pur nel rispetto dell’autonomia individuale che va sempre salvaguardata. Nessuno di noi, infatti, risponde ad altri se non alla propria coscienza che sarà appagata dallo svolgimento corretto e severo del ruolo assegnatoci dai cittadini nell’interesse della comunità> .

Fonte : Molise24.it

Domanda a Mario Pietracupa dal portale: 
Il suo è un gesto nobile,  perchè quando era vicepresidente della regione non ha rinunciato ai compensi? visto che anche in regione le casse erano disastrate?

There are 10 comments

  1. premettendo che ho piena fiducia che Il Sig. Sindaco manterrà le promesse fatte, mi chiedo se i consiglieri di “Venafro che vorrei” in passato hanno mai rinunciato ai loro compensi da assessori, magari lo hanno fatto ed io non lo so, così tanto per chiarirmi le idee.
    grazie

  2. Alberto D'Urbano |

    Sono tutti “omosessuali” con il sedere degli altri…
    (versione edulcorata di un ben più chiaro detto)

  3. Premettendo che anche io ho piena fiducia nell’operato del neo sindaco, non credo che i consiglieri di “Venafro che Vorrei” abbiano mai rinunciato ai loro compensi. Come sono quasi certo che i membri del nuovo consiglio comunale non l’abbiano fatto nella passata amministrazione. Non solo, alcuni di loro ricoprivano anche doppia carica, quella di consigliere comunale e quella di consigliere provinciale. Uno addirittura, oltre tutto questo, era anche piazzato al Consorzio di bonifica

  4. Rachele vuoi parlare di passato??? Ok .. Macco vavvona da sempre in alleanza nazionale, Alfredo cicci da una vita come un dog alla corte di Patriciello dal quale ha avuto e tanto, iannacons Michele iorio non penso servano altre parole, di Sandro alla festa di sorbo , angelmary tommasacchio con biancone e poi tradisce, ( dopo decenni) , tombolino pegg padr,barilotto mamma mia se fossi in voi mi vergognerei, ha dimenticavo pokaontas!!! E la vigilessaa?? Ahahah .. Rache sient a me statt zitta… LA PROPOSTA DELLA RINUNCIA DELLO STIPENDIO E’ solo una PROPOSTA, A CUI VA RISPOSTO INANIERA CHIARA.. SI O NO … E TI RICORDO CHE È STATO ILCAVALLO DI BATTAGLIA DI SORBO PER TUTTO IL TEMPO DI OPPOSIZIONE !! QUINDI ORA XCHE NON FA QUELLO CHE HA SEMPRE DETTO??? MI RISPONDI TU??? Grazie

  5. La ringrazio Sig. Coiao ma nel Suo intervento non ha risposto alla mia domand,a che La pregherei di leggere con attenzione in quanto chiara, diretta e semplice e nella quale non ho fatto alcun riferimento ad alleanze o altro.
    STATT ZITTA può dirlo a Se stesso guardandosi allo specchio, e constatata la Sua cattiva educazione espressa chiaramente nel Suo post Le sarei riconoscente se potesse evitare di rivolgersi ancora alla mia persona.grazie e saluti

  6. ed in ultimo…
    ancora non è stato celebrato il giuramento, avrei preferito aspettare che il Sig. Sindaco avesse avuto il tempo di esprimere la propria decisione a riguardo senza pressioni.Magari era già sua intenzione e così ora lo si farà apparire solo come una scelta obbligata da questa proposta, se accettata, cogliendo l’occasione per screditarlo . Ma dai così come in passato lasciamo almeno il tempo alla nuova amministrazione di iniziare ad operare.

  7. Melino Catenaccio |

    Tutti quando stanno all’opposizione, prendendo pochi soldi, GRIDANO di rinunciarci, salvo cambiare radicalmente parere quando stanno alla maggioranza.MA CI FACCIANO IL PIACERE.

  8. Adriano Vaccone |

    Egregio Mario Coia,
    aldilà del fatto che siamo tutti contribuenti, ma a lei le torna qualcosa in dietro? Sappiamo benissimo chi sono le persone che hanno vinto le elezioni, tant’è che Marco Valvona è mio cugino ed il vicesindaco è stato mio compagno di scuola, tanto per dire due nomi, quindi parlando con chiarezza di informazioni. Non mi risulta che chicchessia abbia rinunciato ai propri emolumenti durante le scorse amministrazioni, ma aspetto eventuale smentita. Non vi è comunque alcun nesso di causa tra il passato citato delle persona di cui sopra e la richiesta di rinuncia. Ma una cosa mi preme chiederle, cosa che mia cugina Rachele ha anch’ella sottolineato: da quale scuola di pessime maniere è venuto fuori lei? È autodidatta?

  9. Fino ad adesso nessuno ha mai rinunciato a nt, anzi si sono rubati anche l aria di Venafro, adesso che sono in minoranza non sanno come rompere, meno male che buona parte dei cittadini si è resa conto di che gente si parla !!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi