FACCIAMO TUTTI UN ULTIMO SFORZO CON LE E-MAIL

Ecco un piccolo risultato della nostra sensibilizzazione

Riceviamo e pubblichiamo:

Comunicato stampa di IMPRESARADICALE

Elisabetta Zamparutti, deputata Radicale in Commissione Ambiente (destinataria delle nostre e-mail) e Maria Grazia Lucchiari, della Direzione nazionale di Radicali Italiani sullo “Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente il regolamento recante disciplina dell’utilizzo di combustibili solidi secondari (CSS), in parziale sostituzione di combustibili fossili tradizionali, in cementifici soggetti al regime dell’autorizzazione integrata ambientale” all’esame, per un parere, della Commissione Ambiente lunedi prossimo 11 febbraio hanno dichiarato:

“Il Governo Monti e le Camere sciolte perseverano nella demolizione dello stato di diritto anche in materia ambientale. Dopo il decreto ILVA e la proroga della gestione commissariale dei rifiuti (quest’ultima avvenuta a Camere sciolte) ora si vogliono trasformare i 59 cementifici presenti in Italia in inceneritori di rifiuti altrimenti del tutto riciclabili, con conseguenze gravissime.”

Le due esponenti radicali hanno proseguito: “Siamo contrarie all’utilizzo dei CSS (Combustibili Solidi Secondari, ex CDR) nei cementifici per i quali i limiti di emissione previsti per legge sono di gran lunga superiori a quelli previsti per gli inceneritori. Consentire l’incenerimento dei CSS nei cementifici, oltre ad essere un chiaro favore alla lobby dei cementieri che vivono un momento di crisi, significa incoraggiare l’incenerimento e così minare l’alternativa della raccolta differenziata finalizzata alla riduzione, riuso, riciclo dei rifiuti e penalizzare gli abitanti delle regioni virtuose nella raccolta differenziata. Senza contare che le semplificazioni proposte eludono la partecipazione popolare, in contrasto con le direttive europee ed in particolare la Convenzione di Aahrus.”

Zamparutti e Lucchiari hanno poi concluso: “Se pensiamo a tutti quei cementifici in aree ad alta urbanizzazione non possiamo che denunciare, con le parole di Marco Pannella, come la strage di legalità sia strage di popoli.”

Leggi anche il comunicato stampa dell’Europarlamentare On. ANDREA ZANONI:

Rifiuti speciali nei cementifici

Per inviare l’e-mail il link dell’articolo sul nostro sito:

E-MAIL AI PARLAMENTARI DELLA COMMISSIONE AMBIENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI
www.mammesaluteambiente.it

Mostra altro

ommenti

  1. Gravissimo ciò che il governo Monti stà cercando di fare. Speriamo che non sia troppo tardi altrimenti per Venafro e tutta l’area sarà gravissimo.Un inceneritore enorme che potrà bruciare tutta l’immondizia che vorrà e noi a respirare.

  2. Condivido che sia gravissimo perchè non si fanno precisazioni e si lascia poi alla politica locale il compito di lasciar afre o meno? Mi viene in mente un possibile motivo per cui IUorio/ARPA e consiglieri uscenti in riproposizione non si sino attivati per avere subito il PIANO Di RIDUZIONE DEGLI INQUINANTI E LA MAPPA DEI LIVELLI DI INQUINANTI. Perchè con tali strumenti non potrebbe erssere consentino un aumento di inquinamento sia derivanti da umento di potenza delle fonti esistenti sia attraverso la introduzione di nuove fonti. Leviamo dalle mani di costoro il GOVERNO regionale, e qualunque cosa farà MONTI non potrà essere applicata nel Venafrano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Close

Hai qualche plugin installato che blocca il sistema pubblicitario del sito

Per visualizzare il sito disabilitalo, grazie
X