Comunali,disandrianispariti nel nulla

415 4

L’unico dissidente che non si è ritirato ‘a vita privata’ è l’ex assessore al Bilancio, Iannacone, Forse l’obiettivo era esclusivamente far cader e l’amministrazione CotugnoPersa ogni traccia dei disandriani. Proprio così. A quanto pare, l’unica esigenza che il gruppo che fa capo all’Assessore r egionale a lla Sanità Filoteo Di Sandro, aveva era quella di far cadere l’amministrazione comunale a meno di un anno dalle nuove elezioni. In pompa magna i cinque dissidenti si presentarono dinanzi al Notaio Ventriglia p er l a f irma delle dimissioni in c alce al documento presentato da altri sei consiglieri comunali pronti a gettare la spugna. Da quasi due mesi i vari Raimondo Santilli, Ser gio Petrecca, Luigi Viscione, Marco Valvona, non batton ciglio, non pervenuti. A caldo ci furono i commenti del gruppo, ma poi il lungo silenzio. Con buona pace di tutti. L’unico dissidente che continua a stare tra la gente e a fare dichiara zioni, più o meno p ubbliche, è l ’ex Assessore al Bilancio, Sport e Istruzione Benedetto Iannacone. Si sono perse le tracce anche di Adriano Iannacone che fu defenestrato dalla poltrona di Assessore dall’ex sindaco Cotugno come conseguenza “logica” del disastro rimediato nelle elezioni regionali a Venafro da parte del Pdl e in modo particolare dal risultato poco lusinghiero dello stesso primo cittadino. Si ha la sensazione che i disandriani siano scappati dalla città, in attesa di tempi decisamente migliori. E il sarcasmo d ei c ittadini s u q uesta evidente mancanza del gruppo di Di Sandro non manca. “ Si sono dileguati ci dichiarano dei cittadini lungo Corso Campano, dopo aver appiccato fuoco alla Torre e buttato giù il sindaco Cotugno e la sua risicata maggioranza. Chissà cosa stanno orchestrando questi signori all’ombra delle polemiche che non si attenuano. Speriamo solo che non abbiano messo un pensierino per le prossime candidature in vista del rinnovo del consiglio comunale. “Ma si sa che la politica certi miracoli li fa! Le due Commissarie Ocello e Ferri a quanto pare un giro di colloqui con tutti i protagonisti della vecchia maggioranza lo hanno completato ma mancherebbero all’appello proprio i disandriani che si sarebbero dileguati dopo aver fatto cadere il sindaco Nicandro Cotugno e causato il commissariamento del Comune. Ci si prepara al la lunga ed este nuante campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera, vero banco di prova per tutti ma in modo particolare per i disandriani che in questo momento non godono di particolari attenzioni da parte di tutta la pubblica opinione cittadina.

There are 4 comments

  1. Sicuramente Benedetto si sta preparando per far cadere la prossima amministrazione ….

  2. Io sono un poco radicale nei miei punti d vista. Col dilemma sparire o non sparire non volevo riferirmi ai disandriani, ma a tutta la classe amministrativa elettiva partitica/politica del paese a qualunque livello.

    La mia impressione è che dovrebbero sparire tutti all’istante, senza fare distinguo. Manon sparire comepersone, auguro a tutti una vita lunga e serena, ma spoarire dal ruolo pubblico occupato.
    Chi condivide? proviamo con M5S.

  3. Concordo pienamente…..avvisatelo che per il momento non può rassegnare le dimissioni. Ancora abbiamo il commissario.
    Mr. Dimissioni………ahahahah

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi