Comunali, Valente scopre le carte

408 30

‘Venafro cambia, questa la mia lista con quindici giovani disoccupati’
L’architetto Franco Valente esce allo scoperto e lancia la campagna elettorale in vista delle comunali della prossima primavera. Il noto studioso venafrano come nel suo stile lancia nel dibattito politico locale una provocazione e rompe gli indugi annunciando già il nome della sua lista. Al Quotidiano Valente anticipa le sue prossime mosse.

Allora architetto, si avvicinano le elezioni comunali. Sta pensando a qualcosa? A quanto pare lei sta pensando a una sua lista. Non è così?

“Venafro cambia: se lo vuole sapere questo sarà il nome della mia lista. Mi sono rotto le scatole delle solite litanie, e dei soliti annunci ad effetto di questo o quel politico di turno.”

Architetto Valente, ha già pensato a una eventuale selezione per i candidati della sua lista?

“ I quindici candidati della mia lista saranno disoccupati laureati, rigorosamente disoccupati. O operai in cassa integrazione. Una lista giovane con idee chiare e buoni propositi per amministrare bene la città di Venafro che negli ultimi anni non è mai stata amministrata.”

E la composizione della giunta, ha pensato anche a questo?

“Certo che ho pensato pure a questo. In giunta a rotazione ogni quattro mesi per tutti i miei consiglieri eletti perché tutti capiscano come si amministra una città.”

Franco Valente non ha voluto aggiungere altro ma sta lavorando per mettere insieme un gruppo che possa candidarsi alle prossime elezioni amministrative in programma per aprile 2013.
Una provocazione quella di Valente o qualcosa di più concreto? Per saperlo occorrerà a quanto pare attendere poco.

Chi vivrà, vedrà….

There are 30 comments

  1. Potevi aspettare ancora un pochino, il 31 dicembre una palla così sai che botto!

  2. il futuro sindaco |

    Ma che stronzata è questa,

    dico a Valente architrave,

    il Comune è una cosa SERIA, non un giocattolo nelle tue mani

    VALE ANCHE PER TUTTI ALTRI VECCHI VECCHI VECCHI POLITICI

  3. caro franco (se l’articolo è vero) ancora una volta hai perso una buona occasione per non perdere punti….ma che vuol dire solo disoccupati o laureati disoccupati…. è come se una facesse una lista solo per chi ha i capelli biondi o gli occhi azzurri, ma iamm. la politica dovrebbe essere una cosa seria e non un hobby nel quale dare sfogo alle proprie frustrazioni!!!

  4. non male come idea |

    solo disoccupati , o laureati disoccupati e cassa integrati , non è male come idea , almeno si dedicherebbero a risolvere i problemi di venafro a tempo pienoi ( o almeno si spera ) , e non come tanti politici che lo fanno solo per hobbye , giusto per arrotondare un po’ lo stipendio o per sistemare magari qualche pratica a favore.

  5. la domanda che tutti si stanno chiedendo :

    ma Valente è il capo dei DISOCCUPATI (LUI SI TROVA IN QUESTO GIRONE DANTESCO) ?

  6. Franco Valente |

    … e porca miseria, ma credete che gli anonimi deficienti e con il complesso di castrazione possano cambiare questa città.

    Anononimi che parlate a vanvera cacciate gli attributi e fate vedere se siete capaci di fare qualcosa mettendoci la faccia!

    Vergognatevi per la vostra codardìa e per l’inutilità della vostra esistenza.

    Ciro vi ha creato uno strumento unico per parlare in assoluta libertà.
    Non siete capaci di sfruttare manco quuesta occasione unica per parlare.

    A me le vostre stronzate non fanno né caldo, né freddo.

    Io non ho necessità di essere amministratore.
    Ogni tanto esce qualche altro coglione che inneggia a 5 stelle e non ha il coraggio di dire il proprio nome.

    Continuate così e vi ritroverete per altri 5 anni con il culo a terra.

    E comunque voi anonimi senza attributi dovrete continuare a soffrire in silenzio mentre io, nel bene o nel male, faccio tutto quello che mi gira per il cervello e non devo rendere conto a nessuno.

  7. Pessima come idea |

    Ti alzi la mattina pieno di ottimismo e con buon umore,poi senti queste notizie e ti viene uno sconforto infinito.

  8. DrakunoW

    caro Franco , la maggior parte di loro sta aspettando gli schieramenti per chiedere qualche favorino, qualche assunzione , n t preoccupa’

  9. SIETE TROPPO SENSIBILI...? |

    datevi coraggio, riunite le vostre intelligenze e trovate un soluzione percorribile che elimini l’andazzo “vergognoso” dell’attuale sistema e degli uomini che lo hanno determinato.
    Sempre i soliti… sempre le stese fregature…sempre privatizzazioni dei serivi che, invece di costare di meno, finiscono col costare di più….”che porcilaia morale”?

  10. Ti stimo molto Franco Valente ma se l’articolo è vero devo dar ragione a mosca bianca e poi tra parentesi mettere a posti di comando con tutto quello che ne consegue persone quali disoccupati o laureati senza alcuna esperienza non farebbe che aggravare la già precaria situazione del comune… credo personalmente che una situazione come la nostra possa risolversi solo proponendo professionisti non politicizzati e non asserviti a qualche imprenditore interessato. con affetto

  11. Caro franco ormai è tardi..Nasce il partito dell'Insurrezione..presto on line |

    La classe operaia, compagni all’attacco,
    Stato e padroni non la possono fermar,
    niente operai curvi più a lavorare
    ma tutti uniti siamo pronti a lottare.
    No al lavoro salariato,
    unità di tutti gli operai
    Il comunismo è il nostro programma,
    con il Partito conquistiamo il potere.

    Stato e padroni, fate attenzione,
    nasce il Partito dell’insurrezione,
    Potere Operaio e rivoluzione,
    bandiere rosse e comunismo sarà.

    Nessuno o tutti, o tutto o niente,
    e solo insieme che dobbiamo lottare,
    o i fucili o le catene,
    questa è la scelta che ci resta da fare.
    Compagni, avanti, per il Partito,
    contro lo Stato lotta armata sarà;
    con la conquista di tutto il potere
    la dittatura operaia verrà.

    Stato e padroni, fate attenzione,
    nasce il Partito dell’insurrezione,
    Potere Operaio e rivoluzione,
    bandiere rosse e comunismo sarà.

    I proletari son pronti alla lotta,
    fame o lavoro non vogliono più,
    non c’è da perdere che le catene
    e c’è un intero mondo da guadagnare.
    Via dalle linee, prendiamo il fucile,
    forza compagni, alla guerra civile!
    Agnelli, Pirelli, Restivo, Colombo,
    non più parole, ma piogge di piombo!

    Stato e padroni, fate attenzione,
    nasce il Partito dell’insurrezione,
    Potere Operaio e rivoluzione,
    bandiere rosse e comunismo sarà.

    Stato e padroni, fate attenzione,
    nasce il Partito dell’insurrezione,
    viva il Partito, rivoluzione,
    bandiere rosse e comunismo sarà!

  12. con la crisi dilagante e con le poche aziende che ancora resititono che da qui a poco metteranno in cassa integrazione i pochi dipendenti rimasti che ancora lavorano… sai come sarebbe bello registrare le consersazioni di questa gente a cui manca solo la riga in faccia e i politicanti e tutti i figliocchi che da essi son venuti fuori che da 15-10 anni a questa parte han portato la nostra città nell’oblio totale… ci sarebbe da sbellicarsi di risate… Venafro e i venafrani non cambieranno mai perchè di fatto la gente non è libera di votare chi vuole… tanta troppa gente predica bene ma poi il 95% dei predicanti razzola male… troppa gente è vincolata ma allo stesso tempo il loro stesso vincolo è la propria gabbia. preferisco andare avanti con il mio modo di essere e cioè libero e scomodo piuttosto che fare il leccapalle di turno e poi in pubblico lamentarsi e di gente così ne conosco purtroppo tanta in città! Franco Valente lo ritengo persona fin troppo intelligente per le menti di questa città, ma la sua intelligenza alle volte gli mette i paraocchi quando lui insieme ad altre persone potrebbero realmente rimettere a posto la nostra città ecco perchè sono deluso di certe situazioni 🙁

  13. Uno vecchio ...... |

    Che Franco abbia idee stravaganti non lo scopriamo sicuramente oggi e lo dico in senso affettuoso, però l’idea non mi dispiace perchè obiettivamente i problemi da risolvere a Venafro sono infiniti e chi governerà dovrà farlo a tempo pieno e non come passatempo come è successo fino ad oggi coi risultati che vediamo. Va anche detto che Franco come tanti altri rappresenta il “vecchio” di cui i Venafrani sono stanchi. Venafrani, peró, che sono un popolo senza palle buoni solo a criticare tutti e tutto senza motivo pur di dire qualcosa. Ovviamente dovendo scegliere tra i Venafrani e Franco certamente scelgo l’architetto. Infine, chiudo ponendomi una domanda che mi frulla in testa da tanti mesi:
    MA DOVE SONO I GIOVANI DI VENAFRO ?!?!?!

  14. se i disoccupati e i laureati senza alcuna esperienza aggraverebbero la gia’ precaria situazione del comune , è tutto da vedere , quello che è sotto gli occhi di tutti , è che quelli con esperienza ( ma quale ) hanno portato allo sfascio venafro.

  15. angelo della pace |

    Una bella idea…ma come al solito è facilissimo distruggere invece di costruire. Una bella isola pedonale su Corso Campano per ritrovare lo spirito dell’agorà…e pensare anche che la città è tua che la vivi tutti i giorni, rispettandone la storia, anzi rivalutandola.

  16. Caro Franco, vorrei porti una domanda. E’ giusto che in un periodo triste come questo, considerando l’amarezza che solitamente il Natale porta nei cuori di persone che magari vivono realtà malinconiche per cause legate a perdita di posti di lavoro, un banale addobbo fatto di luci per una via del centro, debba interrompersi perchè noti commercianti si sono rifiutati di aderire a tale inziativa perchè chiamati a contribuire con una somma ridicola. E’ dire che quest’ultimi, hanno fatto una fortuna proprio perchè in quel luogo hanno esercitato la loro professione. Comunque c’è da dire che molta gente non vede l’ora che ad uno dei commercianti “na ghirlanda la fann a iss”.

  17. Laureato disoccupato |

    Finalmente qualcuno che pensa a me.Se sarò eletto sistemerò me stesso,la mia fidanzata e qualche parente che non guasta mai.

  18. VenafranoDoc |

    Caro Franco una cosa te la riconosco…. complimenti per l’ottimo italiano, accenti ed ortografia perfetti!

  19. I giovani ci sono, ma molto spesso non trovano posto nella cosa pubblica perchè Venafro non è una città per giovani. Cosa hanno fatto i politici negli ultimi 15 anni perchè Venafro sià davvero una città per i giovani? Assolutamente nulla. Ma mi rendo conto che parlare di cosa non è stato fatto in questi anni è troppo facile. Forse è il caso di iniziare a pensare a cosa dovrà essere fatto, che siano i giovani o i vecchi ad occuparsi della cosa pubblica.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi