Comunali, spunta il nome di Nola Si fa largo Ricci fra i giovani

342 8

Inizia a scaldarsi la campagna elettorale in vista dell’appuntamento delle amministrative 2013. Ed è partito il totosindaco per la successione a Nicandro Cotugno. E non mancheranno, di certo, le soprese fino alla prossima primavera. Da più parti comincia a circolare insistentemente il nome di Vittorio Nola, l’attuale presidente del Consorzio di Bonifica della piana di Venafro che piace molto alla società civile e agli ambienti cattolici. Proprio così. Se Nola dovesse dare un cenno di adesione a queste voci, beh un po’ tutti rimarrebbero veramente spiazzati, sia a destra che a sinistra, passando per il centro.
Nola, si dice, vicinissimo alle posizioni politiche del Presidente della Camera Fini quindi vicinissimo al Fli.

A Venafro il partito di Fini e Bocchino può contare sull’ex consigliere nonché assessore comunale Massimiliano Di Vito, pronto a fare un passo indietro se il presidente del Conorzio di Bonifica dovesse scendere in campo per dare una svolta decisiva alla politica locale. Un manager di spessore che potrebbe solo fare bene al Comune di Venafro, ridotto veramente male dalla classe dirigente degli ultimi anni. Vittorio Nola sta facendo veramente bene al Consorzio: ha introdotto un nuovo paradigma culturale a tutto vantaggio della comunità amministrata. Il Consorzio si sta allargando a 360 gradi.

A breve anche nell’alto casertano con progetti interregionali all’avanguardia che saranno concretizzati grazie alle giuste intese tra le giunte regionali del Molise e della Campania. Nola potrebbe essere il volto nuovo da più parti richiesto che troverebbe d’accordo un po’ tutti.

“Non vogliamo i soliti volti, non vogliamo chi da oltre un decennio è sulla scena senza risultati concreti per la città di Venafro.” E’ uno dei tanti commenti che il Quotidiano ha raccolto a Venafro lungo il corso principale della città.

Dal Consorzio di Bonifica al Comune di Venafro, il passo potrebbe essere veramente breve per il dottor. Vittorio Nola, persona stimatissima ben oltre i confini cittadini e regionali.

Ma in questi giorni, soprattutto sul versante del centrodestra, starebbe maturando un’altra pista, quella che porterebbe dritta dritta ad Alfredo Ricci, consigliere comunale uscente, giovane molto preparato ed esponente dell’Adc che in Molise, come è noto, fa riferimento al presidente del consiglio regionale Mario Pietracupa. Ricci troverebbe ampi consensi anche nel gruppo che fa capo all’Eurodeputato Aldo Patriciello.

Ricci potrebbe essere una valida alternativa all’ex sindaco Vincenzo Cotugno. Quest’ultimo vorrebbe ritornare ad indossare la fascia tricolore, dopo la brevissima esperienza a metà degli anni duemila. Per il momento si tratta solo di voci, il cantiere è aperto.

Nola sarebbe espressione dei moderati e della società civile e degli ambienti cattolici. Ricci potrebbe mettere tutti d’accordo nel centrodestra che a Venafro è uscito con le ossa rotte alle scorse elezioni regionali, fino alle clamorose dimissioni dei disandriani che hanno causato la caduta del sindaco Nicandro Cotugno.

Per ripartire con slancio e soprattutto con ottime possibilità di vittoria finale alle prossime comunali, occorre qualcosa di veramente nuovo. Senza camuffamenti di sorta per intenderci. Mancano ancora dieci mesi alle elezioni, ma occorre da subito lavorare per una valida alternativa quasi a se stessi in casa Pdl.

fonte : quotidianocalippo.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi