Cantone torna all’attacco, amministrazione nel mirino

461 10

Alfonso Cantone, già esponente di maggioranza nel precedente governo Cotugno del Comune di Venafro ed attuale membro di minoranza, attacca a 360° l’amministrazione in carica non tralasciando niente e nessuno. A conclusione dei propri “soali”, il nostro arriva a chiedere le dimissioni di sindaco e giunta “per manifesta incompetenza”, scrive testualmente, “inerente la delibera relativa alla Palestra Comunale con successiva sentenza di condanna del far Molise a carico del Comune, il che si tradurrà in migliaia di euro di spese a carico dei cittadini”. “Nello specifico  prosegue l’esponente di minoranza il sindaco non ha richiesto alcun parere alla struttura amministrativa comunale, ma è stato dato incarico ad un legale diverso da quello del Comune, di fatto sfiduciando lo stesso legale municipale”. Ma c’è tant’altro nell’attacco sferrato da Cantone. “Ho appreso prosegue il consigliere di minoranza che l’amministrazione starebbe effettuando una variante al progetto di riqualificazione ed arredo urbano, portato avanti nella precedente legislatura direttamente dal sottoscritto che ottenne i relativi finanziamenti. Ritengo sia uno scempio la variante al progetto già appaltato e firmato dalla ditta, in quanto andrebbero vanificati importantissimi lavori su due strade, via Maria Pia di Savoia ed Orazio Fiacco, per renderle più accoglienti data la loro altissima recettività. Chiedo all’assessore all’arredo urbano Ottaviano: perché variare per privare di colpo la città di 60 nuovi alberi, ossia dell’arredo previsto per tali arteIl prosieguo di Cantone: “Invito piuttosto l’attuale amministrazione ad alzarsi dalle sedie e recarsi presso gli uffici regionali, in modo da far arrivare nelle casse comunali della città nuovi fondi per le tante problematiche in atto”. Eamministratore di minoranza non dimentica niente e nessuno: “Talune tra le migliori menti della maggioranza. ossia Potena e Petrecca.prosegue Cantonesono state lasciate fuori dalla giunta in base a vecchie logiche di spartizione, logiche sempre condannate in precedenza dall’attuale primo cittadino. Evidentemente i tempi sono cambiati…”. Il consigliere conclude con uno sguardo al futuro: “Aprirò nei prossimi mesi un ufficio nel centro di Venafro per dare ascolto, voce e servizi ai cittadini sulle tante problematiche cittadine. Avvierò una raccolta di firme per la riduzione degli assessori del Comune di Venafro, così come anticipato dalla maggioranza in carica nel corso della campagna elettorale di maggio scorso. 11 nostro Comune ha infatti cinque assessori come lsernia, che conta però 30mila abitanti, e addirittura uno in più della stessa Regione Molise ! Sinceramente, appaiano eccessivi! Se proprio non s’intende ridurre il numero della giunta, si riducano le indennità assessorili e con le somme risparmiate si crei una mensa per i cittadini in difficoltà”. Infine un accenno a quello che era prima il proprio settore, l’arredo ed il verde urbano: “La città  chiude Cantone non è mai stata così sporca: arredi divelti, aiuole ed ingressi principali lasciati morire e come ricettacoli di topi e rettili di ogni specie. Nessuna disinfestazione è stata eseguita durante il periodo estivo, nel corso del quale le tante attività sociali svolte sono riconducibili esclusivamente alla generosità delle numerose associazioni cittadine col supporto della Pro Loco”.

There are 10 comments

  1. Alfonso vai a leggere anche le ultime delibere d’incarico legale…… Ormai l’avvocato del comune è Colaricc…….. Evviva la trasparenza. Per non parlare dei lavori di somma urgenza che si affidano agli amici. Inizio a pensare che Cotugno era un signore…..

  2. parlare per areare la bocca, uno degli sport preferiti degli ultimi anni. premesso che, se a Venafro ha fatto il Sindaco Nicandro Cotugno, tutti e dico tutti possono amministrare. Detto ciò, il nostro avvocato è sempre alla ricerca di notorietà e non perde occasione per mettersi in mostra. Ha allacciato una fontana direttamente alla rete idrica principale (non si può assolutamente fare, tant’è che da tempo è spenta); ha permesso ai suoi amici di installare tabelloni pubblicitari ovunque in cambio di una mano di vernice e due piantine (tutte seccate); ora fa il giudice sul lavoro degli altri…..ma dai.
    Alla mensa per i meno abbienti potresti anche devolvere il tuo compenso dell’incarico regionale, o no?
    Poi parla di disinfestazione, senza magari sapere che è di competenza della ASL e non del comune….questo vuol dire parlare per areare la bocca!!

  3. Infatti ha ragione Andrea disinfestazione non compete al Comune ma alla ASL e comunque e stata fatta due volte perchè lo visto io, poi parla di arredo urbano perchè mettere 20 alberi e 10 panchine e fare 2 aiole significa molto per l’ Avv. Cantone per me non è nulla per il disastro che hanno combinato i signori della vecchia amministrazione………… a parole è tutto bello ma i fatti non si sono visti caro Avv. Cantone hai avuto la possibilità è l’hai sciupata.

  4. …..perché chi innaffiava ieri l’aiuola stava usando l’acqua di casa? Andrè e dai su

  5. Solo due considerazioni utili ad una discussione pacifica e costruttiva. Chiedo all’ex assessore Cantone se è a conoscenza di incarichi dati dalla “sua” precedente amministrazione ad avvocati esterni al comune e quanto questo sia costato complessivamente!!
    E poi vorrei chiedere allo stesso,che afferma come sia stato un errore l’affidamento della gestione della palestra comunale alla società di basket. cosa sono andati a fare una sera pre elettorale lui e alcuni altri esponenti della lista capeggiata da Pietracupa al palazzetto??Ad incontrare la società di Basket? Per promettere cosa??
    Poiché conosco le risposte ad entrambi i quesiti mi aspetto per onestà intellettuale del destinatario di questa mia,una replica coerente e rispondente alla verità!!

  6. I 3 assessori |

    disastri?…….chiedilo a valvona, petrecca e iannacone benedetto :))))))

    Fabio Fabio

  7. CARO X ANDREA |

    Forse non mi sono spiegato o non hai capito bene. Un conto è attaccare un tubo al rubinetto di casa tua o mia ed innaffiare un’aiuola; un altro conto è allacciare lo stesso tubo alla condotta principale e lasciare a secco i condomini del palazzo di giocheria. se conosci qualcuno che abita in quel palazzo, prova a chiedere. poi magari se fai una fontana con un motorino che ricicla l’acqua, ma questo motorino non lo allacci alla rete elettrica, quanta acqua disperde in un giorno questa fontana? parliamo sempre e solo di cose fatte tanto per fare, fai la foto e dici “questo l’ho fatto io”…ma di che e di chi parliamo?!?!?

  8. Alfonso Cantone |

    Gentile Pro Memoria,

    1) non ho mai detto che è stato un errore dare la gestione della palestra alla società basket, ma il modo in cui è stato fatto l’affidamento; ( vedi la sentenza del Tar)

    2) L’incontro avuto prima delle elezioni con i responsabili della società basket Venafro, rientrava ( così come penso anche per la lista antagonista) nella conoscenza delle problematiche sportive.

    saluti

    Alfonso Cantone

  9. ù maronna mì! è sufficiente una minima critica all’operato dell’attuale amministrazione che uno stuolo di finti moralisti scureggia inchiostro in danno di chi tanto ha osato. a me, paret na maniata r cieusi.
    E MO SFOGATEVI. AHAHAH

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi