Bretella,arriva il nuovo tracciato

497 0

La parola passa alla Soprintendenza che entro sessanta giorni dovrà esprimere parere
Bretella di Ceppagna, arriva finalmente al Comune di Venafro il nuovo tracciato dell’opera a firma dell’Anas. La lettera di trasmissione, unitamente al malloppo cartaceo progettuale, è giunta al protocollo dell’Ente lo scorso 2 gennaio.

Il nuovo progetto scaturisce dalle prescrizioni avanzate durante i lavori della scorsa conferenza di servizio di marzo 2012. Nella nuova versione dell’arteria di completamento della Variante di Venafro c’è qualcosa di nuovo che lascia intendere che l’Anas é intenzionata a portare a termine tutto l’iter amministrativo.

Infatti nella comunicazione i tecnici Anas prospettano due soluzioni possibili, dal punto di vista tecnico. La prima con la realizzazione di una sopraelevata per evitare la condotta Sme del gas; la seconda si andrebbe a raso, evitando l’impatto ambientale.

La palla ora passa alla Soprintendenza alla quale il Comune di Venafro prowederà a girare il nuovo tracciato per il parere previsto dalla normativa vigente. A parlare è il caposettore all’urbanistica l’architetta Celino:” Abbiamo appena ricevuto la documentazione dell’Anas circa il nuovo tracciato della Bretella di Ceppagna.

A questo punto chiederemo il parere della Soprintendenza e subito dopo convocheremo la conferenza di servizio finale. Il Comune dunque va avanti su questa pratica senza tentennamenti di sorta, nonostante le polemiche al vetriolo tra chi é favorevole alla bretella e chi invece la ritiene un’opera inutile con la realizzazione dell’autostrada del Molise. La Soprintendenza, come è noto, ha sessanta giorni di tempo per esprimere il parere.

Con ogni probabilità entro l’inizio della prossima primavera sarà convocata la conferenza di servizio, per acquisire tutti i pareri sulla bretella di Ceppagna. L’opera, come è noto, è stata pensata nel lontano 2005. Si pensa di chiudere la partita dunque entro marzo per poi, entro l’estate del 2013, all’appalto dell’opera..

Il responsabile del settore lavori pubblici l’architetta Celino ora ha anche il supporto esterno, Claudio Falcioni, per istruire di nuovo la procedura per mettere di nuovo intorno a un tavolo tutti gli Enti interessati per incassare i pareri e proseguire senza ulteriori intoppi per la realizzazione della bretella di Ceppagna che, secondo anche quando affermano i tecnici dell’Arpa Molise, servirebbe per eliminare problema dell’inquinamento atmosferico dovuto al traffico che attraversa via Colonia Giulia.

Ora rimane solo il problema legato alla compatibilità di quest’opera viaria con la famigerata Autostrada Termoli San Vittore. Secondo quanto sostengono al comune di Venafro, non ci sarebbe nessuna contrapposizione tra le due opere e che Venafro Potrebbe beneficia re di effetti straordinari dalla realizzazione di entrambe le infrastrutture di collegamento tra il Molise e il centrosud. Opere che farebbero uscire definitivamente la regione dall’isolamento.

E con investimenti enormi per la città di Venafro, in settori che stanno in crisi e per aziende del campo dell’edilizia che hanno mandatua casa tantissimi operai per mancanza di commesse. Insomma sulla bretella il dibattito rimane acceso tra le due scuole di pensiero. Sorbo da una parte che è per il sì, e che ora ha la sponda della Commissaria Ferri e ex amministratori come Nicandro Silvestri che é per il no insieme a una nutrita schiera di ex consiglieri comunali. Una cosa è certa: se l’Anas voleva confondere le idee sulla fattibilità o meno dell’opera e la relativa copertura finanziaria, c’è riuscita benissimo. Non resta ora che attendere gli eventi per scrivere la parola fine a una querelle che si trascina oramai da oltre 7 anni.

Fonte: quotidianomolise.it   ..  messaggio per il wm di quotidianomolise.it 😀 ” IMPEGNATI DI PIU’ PER CORTESIA”

There are 1 comments

  1. Questa è disinformazione! Mi dispiace..Elezioni in arrvo..Attenzione.... |

    I vertici dell’Anas, insieme alla Regione Molise, pochi giorni fà hanno ribadito che il finanziamento per la Bretella non c’è più, in quanto opera non prioritaria nel programma infrastrutturale regionale, soprattutto alla luce della delibera Cipe che ha dato priorità all’Autostrada del Molise, come opera di interesse strategico nazionale. Il progetto della Bretella continuerà l’Iter amministrativo come è avvenuto per altre 50 arterie che da trent’anni dovevano farsi in Molise, concludendo il procedimento e non vedendo mai la luce. Al massimo, prima di liquidare la tranche finale di soldi ai progettisti, gli verrà chiesto di presentare un nuovo progetto di manutenzione ordinaria di una delle tante stradine rurali che collegano, il centro della piana di Venafro con il bivio di Ceppagna, per fare subito i lavori, senza alcun parere, e saziando un pò la sete di appalti e la disperazione della ditte del Venafrano, che ormai versano in condizioni disastrose…Soprattutto alla luce delle nuove elezioni regionali
    N.B. anche l’Autostrada si realizzerà con mille difficoltà e al massimo nei prossimi dieci anni vedremo realizzati alcuni lotti di qualche Km tra Venafro e Isernia, nemmeno a San Vittore e San Pietro Infine che metteranno sicuramente il bastone tra le ruote perchè a loro non interessa…
    Ricordatevi la storia della ferrovia Venafro-Rocca D’Evandro…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi