Biciclette elettriche.Arriva la proposta dell’imprenditore Nardolillo

368 9

La “Nardolillo Lavori” ha realizzato un progetto avveniristico a isernia per combattere lo smog e ogni forma di inquinamento.Che cosa ha fatto?A Isernia ha creato un parco bici elettriche grazie alla vecchia amministrazione capeggiata da melogi. La stessa idea Nardolillo la vorrebbe realizzare a Venafro. E nei giorni scorsi ha depositato  presso il protocollo del COMUNE un progetto per la diffusione  in città di una trentina di biciclette a pedalata assistita.
I fondi sono dell’unione Europea ma al comune di Venafro in precedenza non hano mai preso in considerazine questa idea progettuale e ora Nardolillo spera che la Commissaria Ferri voglia segnalare una sorta di discontinuità con le amministrazioni del passato, sempre poco sensibili a temi dell’ambiente. Basti pensare che la città è una delle più inquinate del molise, stando ai dati del’Arpa e mai sono stati presi seri provvedimenti per mitigare questo pericolo.
E che dire della raccolta dei rifiuti, della differenziata che non decolla?Sarebbe il caso di sposare in pieno l’idea di Nardolillo e candidarsi con un progetto serio presso l’Unione Europea per reperire le risorse necessarie per attivare le biciclette elettriche.

quotidianomolise.it

There are 9 comments

  1. MAMMA CON PASSEGGINO |

    …ma c’è proprio bisogno delle biciclette elettriche?…viviamo, per grazia di Dio, in una cittadina situata in pianura e una bella passeggiata a piedi non ha mai fatto male a nessuno. Piuttosto sarebbe il caso di iniziare a lasciare le auto a casa, di muoversi un po’ di più a piedi e soprattutto di iniziare ad essere un tantino più PERSONE CIVILI…chi di voi lettori e blogger di venafrano può dire di non aver mai parcheggiato sui marciapiedi o di aver ceduto il passo a un pedone sulle strisce pedonali?…la civiltà inizia dalle piccole cose…quei quattro marciapiedi appena rifatti sono già tutti rotti per la PESSIMA ABITUDINE che ormai fa IN di parcheggiare sui marciapiedi…MA SAPPIAMO DAVVERO A COSA SERVONO QUESTI GRANDI SCONOSCIUTI?

  2. INTANTO LA SCONOSCIUTA E’ LEI CHE NON SI FIRMA …………..MENTRE NOI RIMANIAMO PICCOLI, SERI E CONOSCIUTI (FORSE NON DA LEI CHE HA COME UNICA OCCUPAZIONE FARE LA PASSEGGIATA) DEL RESTO SE AVESSE COMPRESO IL SENSO DELL’INIZIATIVA AVREBBE CAPITO CHE PERSEGUIAMO LO STESSO OBIETTIVO (IL NON UTILIZZO DELL’AUTOVETTURA).

  3. …complimenti per la coda di paglia…io non sono abituata al vittimismo.(piccoli…seri?!?)…e, per la cronaca, I GRANDI SCONOSCIUTI SONO I MARCIAPIEDI…hai perso una buona occasione per stare zitta!..au revoir!

  4. la coda di paglia l’avrai sicuramente tu visto che continui a rimanere nell’anonimato…………………. e forse non hai solo quella!!!!!!!!!!!!!!!! comunque per quanto riguarda i GRANDI SCONOSCIUTI forse se avessi usato una corretta punteggiatura si sarebbe capito a chi ti riferivi??????????????????? mo và a scituriààààààà!!!!!!!!!!!!!!!

  5. A venafro se spargi le strade di oro e regali mazzetti di 50 euro cmq avranno sempre da dire qualcosa, come dice sempre franco valente ” se un venafrano apre una fabbrica di cappelli, i bambini nascono senza testa”

  6. SALVE admin2
    SONO LIETA DI VEDERE CHE CI SONO PERSONE CHE APPREZZANO E RICONOSCONO I BUONI PROPOSITI.

  7. L’idea è ottima… proprio perchè Venafro è in gran parte in pianura l’utilizzo di un mezzo come la bicicletta con un progetto appoggiato dal comune darebbe un ulteriore stimolo alla cittadinanza a lasciare un pò di più la macchina a casa e uscire soprattutto in primavera ed estate in bicicletta.

  8. Hi hi hi immaginate tutti i figli di papa’, in giro sul corso con le loro biciclettine elettriche? 😉 Seriamente, non abbiamo un servizio bus funzionante e pensiamo alle bici?

  9. Ma quale bicicletta e triciclo, iniziate a rendere isola pedonale Corso Campano, cosa che tutti i paesi civili hanno fatto diversi anni addietro. Le biciclette,,, ma quale biciclette!!!. Considerati i tempi si correrebbe pure il rischio che verrebbero trafugate.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi