A pochi giorni dalle elezioni..Sorbo chiede un incontro pubblico.. da tenere in piazza Porta Nova.. con Pietracupa ( l’altro candidato sindaco )..

292 14

Antonio Sorbo ( candidato sindaco con la lista “Venafro cambia Venafro”) chiede un pubblico incontro in piazza da tenere con il suo avversarioMario Pietracupa ( Venafro che Vorrei). Scrive Sorbo in una nota stampa

<Mancano pochi giorni alle elezioni comunali. Penso che sarebbe opportuno ed utile che i due candidati a sindaco della città possano confrontarsi al termine di questa bella campagna elettorale. Le tre emittenti televisive locali (Telemolise, Teleregione e TVI) avevano annunciato che nell’ultima settimana da ognuna di esse sarebbe stato organizzato un confronto tv, ma fino ad oggi di tale confronto non si è avuta alcuna notizia. Perciò, convinto che sia giusto che i venafrani possano mettere a confronto posizioni e proposte, chiedo aMario Pietracupa un confronto pubblico tra noi due da tenere in piazza a Venafro con un moderatore che sia “neutro”. Mercoledì sera potrebbe essere la data giusta, lasciando poi ad ognuno di noi il tempo per preparare l’autonoma chiusura della campagna elettorale. Aspetto un riscontro sperando che sia positivo>.
molise24

There are 14 comments

  1. Caro Antonio Sorbo questo invito non sarà accettato. Sa troppo bene che non ha argomenti da intavolare su Venafro che non conosce affatto. D’altronde è di Campobasso e vive a Pozzilli.

  2. Il vero problema è capire se Antonio Sorbo andrà a tale dibattito. Lui vive a Campobasso e lavora a Isernia, troverà il tempo per andarci?
    Almeno Pozzilli è vicino a Venafro.

  3. Ma Antonio conosce molto bene VENAFRO e soprattutto i Venafrani. Lo stesso non si può dire dell’altro……….

  4. Anche Mario. A differenza di Antonio Sorbo è anche un ottimo amministratore e un gran signore.

  5. Franco Valente |

    Chi sta avanti non deve guardare a chi gli corre dietro. Pietracupa si deve confrontare con i Venafrani e non con chi odia i Venafrani.

    Chi vive di rancori sogna serpenti.
    La campagna elettorale di Sorbo si regge sull’odio verso una parte dei Venafrani.

    Soprattutto contro i Venafrani che sognano un cambiamento.
    Non sapendo più con chi prendersela continua l’attacco in particolare contro la mia persona e le mie idee.

    Come al solito spara a zero senza fare i nomi con il metodo del messaggio criptico. Poiché non ha il coraggio della denuncia usa quella tecnica che Cicerone definiva “aposiopesis” ovvero la reticenza.

    Tra l’altro, continuando a parlar male dei programmi di Pietracupa (che io condivido) sta creando il panico anche nei suoi compagni di cordata (…ora direi di sventura…).

    L’altro giorno, pur di stare contro la proposta finalmente concreta di Pietracupa di formare un Osservatorio Comunale Permanente per contrastare tutte le attività pericolose per l’ambiente, ha detto che questa iniziativa è del tutto inutile perché a difendere l’ambiente ci pensa lui, come ha sempre fatto in questi ultimi anni…
    Mentre parlava (mostrando i soliti chili di carte inutili davanti ai compagni di lista imbarazzati) pensavo alla pubblicità a pagamento che la Turbogas faceva sul suo giornale telematico “Altromolise”…

    Lasciamo perdere!

    Per non parlare del Verlascio.
    Sorbo continua la polemica contro i Venafrani e sostiene di aver portato da non so quale parte del mondo un suo amico che sarebbe venuto a salvare il monumento e sarebbe stato cacciato da me da quel luogo.

    Immaginate Franco Valente con una mazza in mano che caccia gente dal Verlascio!

    Sorbo sa benissimo che il mio progetto sul Verlascio si regge su un’idea chiara, semplice e ancora praticabile.
    I proprietari delle stalle avrebbero dovuto cedere il piano superiore alla Pubblica Amministrazione che vi avrebbe realizzato una serie di servizi collettivi (Uffici pubblici, sale conferenza, Vigili Urbani, attività didattiche, ecc.).
    In cambio la Pubblica Amministrazione, invece di pagare l’esproprio, avrebbe dovuto restituire ai proprietari il piano terra restaurato e consolidato in maniera che tutti gli ambienti che affacciano sulla piazza venissero destinati ad attività commerciali legate alla valorizzazione dei prodotti agricoli e artigianali di Venafro.

    Ma chi vive di rancori e di odio personale non ti sta proprio ad ascoltare. Se questa proposta venisse sostenuta dalla lista di Sorbo, avrebbe il consenso popolare. Ma poiché egli deve parlare male di tutto e di tutti, preferisce l’esproprio comunista e la spesa inutile a carico della comunità e la proposta gli appare indecente.

    Una delle prime cose che proporrò in consiglio comunale, se vinciamo le elezioni, è la richiesta al Demanio dello Stato di cedere il Verlascio al Comune perché quel sogno della restituzione alla comunità venafrana del monumento diventi realtà.

    La differenza tra me e Sorbo sta nel fatto che io le cose le vedo in anticipo e ci credo. Lui sogna solo diavoli e serpenti. E fa vivere male anche chi gli sta vicino.

  6. sarebbe opportuno raccontare bene la storia del verlascio, dove l’esimio arch. si è visto bocciare dalla sovrintendenza un suo progetto di restauro. da qui nascono tutte le battaglie, incatenamenti vari, ecc. ecc.
    l’amore per Venafro dell’esimio architetto è stato dimostrato con la costruzione di quell’orribile mostro di cemento nell’ex parcheggio supermercato prete… ma se qualcuno scoprirà il coperchio, ne vedremo delle belle. ad majora

  7. Ho 34 anni e ripetutamente a tutte le consultazioni è presente lei che puntualmente canta peste e corna a tutti , con la stessa puntualità perde.
    Ha detto bene Giuseppe, se amava venafro non costruiva quel palazzo in uno dei pochi spazi che potevano ospitare una piazza.
    Lei caro architetto, per il dio danaro darebbe l’anima, lei caro architetto deve ringraziare i venafrani perchè da circa 40 anni la sopportano.
    Ci ha scocciato, poi ha fatto tutto quel poco di putiferio contro patriciello, scarabeo e ora cosa fa? va in giro con la chitarrina a cantare le gesta dei suoi eroi?

    per cortesia………… la smetta

  8. Per decidere chi votare bisognerebbe fare l’analisi che il sociologo tedesco Weber ha condotto ormai un secolo fà sul vivere “della” o vivere “per” la politica.
    “Della” politica come professione vive colui che cerca di trarre da essa una fonte durevole di guadagno; “per” la politica, invece, colui per il quale ciò non accade. Affinché qualcuno possa vivere “per“ la politica in questo senso economico, devono darsi alcuni presupposti se volete assai banali: egli dev’essere, in condizioni normali, economicamente indipendente rispetto ai proventi che la politica può procurargli.
    Applicate questa regola ad ognuno dei candidati delle liste e troverete chi votare.

  9. Valente mi hai convinto!!!! Sei diverso da Sorbo!!!!!
    Ma ti voto sole se tu dichiari che per tutto il tempo della legislatura non verrà affidato alcun incarico nè a te nè a nessun tuo familiare di primo grado.
    Se fai questo il mio voto è assicurato.

  10. deluso è dire troppo |

    Caro Franco ti scrive un amico che in tante occasioni passate stimandoti ti ha votato e sperato che tu potessi una volta eletto fare cose buone per la città,per la regione,per il Paese. Quando ho avuto la notizia di questa tua nuova candidatura ,stando momentaneamente fuori Venafro,ne fui contento . Ma poi ebbi modo di leggere con CHI ti presentavi (non solo il buon Pietracupa ,non per lui in prima persona ovviamente ma chi rappresenta,ma anche i compagni di cordata o direi meglio di accozzaglia !!!) e contro chi ti scagliavi. E mi accorgevo riflettendo che o sei impazzito o mi sono sbagliato sul tuo conto per tutti questi lunghi anni. Deluso? no deluso è troppo riduttivo credimi caro Franco. Se i venafrani LIBERI sognassero veramente il cambiamento come scrivi tu secondo te voterebbero quello schifo di cui tu ora fai parte? Frà ma per favore…

  11. anonimi CONSIGLIERI.
    se Antonio Sorbo dovesse prendere tanti voti quanto sono gli anonimi che scrivono per suo conto, supererebbe abbondantemente il 90% di consensii.
    Su facebook, dove gli anonimi sono rarissimi non esistono commenti di questo genere.

  12. MI PIACE ESSERE ANONIMO!...HI HI HI |

    …SCUSATE MA COME SI POSSONO AVERE DUBBI SULLA LISTA DA VOTARE!?…non ho nulla contro Pietracupa, ma quella lista la può votare solo chi è costretto!..chi è LIBERO non può che votare SORBO…P.S. per quanto riguarda il sig. Valente sono pienamente in accordo con il commento di DELUSO…

  13. Ma possibile tu non abbia altri argomenti se non quelli di ribadire sempre la stessa considerazione riguardo ai commenti degli anonimi?
    Spiegami una cosa, ma qual’è la differenza se un commento riporta il nome o meno?
    La cosa importante e spero questa volta tu lo capisca, sono i contenuti perchè la differenza se a scrivere è Vincenz, Francisc o Giuann, è alquanto insignificante.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi