Risposta del Sindaco Stefania Passarelli in merito all'articolo pubblicato dal senatore 5stell Elio Lannutti.

0
53

In merito all’articolo pubblicato su facebook dal senatore pentastellato Elio Lannutti dal titolo “Coronavirus: tutta la (ndr, sua) verità sulla situazione sanitaria nel Molise, in particolare sull’istituto Neuromed di Pozzilli. Atto n. 4-03090 del 01.04.2020”, quale sindaco di Pozzilli, con mio Atto n. 0 –del 02.04.2020, sono io un “sindaco di campagna”, mi corre l’obbligo rappresentare quanto segue.
Da subito, chi è Elio Lannutti?
La rivista online Open ne disegna un ritratto ancora reperibile in internet:”Chi è Elio Lannutti, il senatore anti-casta con la passione per le fake news”.
Sarà vero?
Non lo so, ma posso raccontare quanto segue.
A metà febbraio presso la stabilimento Unilever di Casalpusterlengo v’è un caso di contagio da Coronavirus.
A Pozzilli, ove è ubicato altro stabilimento Unilever, si parla diffusamente dell’episodio, preoccupati che il traffico di tecnici e camionisti tra i due stabilimenti dell’Azienda in parola possa favorire la diffusione del virus nel nostro territorio.
Il 22 febbraio una studentessa siciliana, infermiera professionale tirocinante presso l’IRCCS Neuromed – appresa la notizia dalla stampa del caso Unilever-Coronavirus-Pozzilli, registra un audio su un gruppo di tirocinanti che immediatamente arriva sui social.
Ascoltato l’audio in questione, quale Sindaco di Pozzilli mi vedo costretta ad informare la cittadinanza circa la realtà dei fatti.
In sintesi ed ancora più chiaramente:
1) a febbraio scorso non v’è stato alcun caso di Coronavirus presso il Neuromed;
2) non io, come riportato sul mio post, ma la direzione Neuromed ha informato l’autorità competente per procurato allarme.
Torniamo ai fatti, quelli veri:
1) soltanto il 18 marzo i pazienti ricoverati a Neuromed nel reparto di riabilitazione post-coma e non autosufficienti sono risultati positivi asintomatici al Coronavirus. Costoro hanno terminato il periodo di quarantena e sono ancora ricoverati in Neuromed. I loro parenti, anch’essi messi in quarantena, stanno bene cosi come negativi sono risultati i sanitari del’Istituto che hanno continuato a lavorare.
2) I vertici Neuromed hanno disposto lo svuotamento, programmato e contingentato dell’ospedale e la sua sanificazione.
3) A Pozzilli nessun cittadino è ad oggi contagiato dal Covid19.
4) E’ la notizia pubblicata oggi dall’Asrem su FuturoMolise “Nessuna dipendente del Neuromed è positiva a coronavirus”.
Questi i fatti; tutto il resto è noia.
Voglia meglio spendere il Suo tempo l’onorevole Senatore, che ci ha lusingati per la Sua attenzione, per atti che riguardino il futuro dei professionisti, degli imprenditori, degli operai, dei commercianti e delle migliaia di cittadini indigenti che stanno patendo la fame, quest’ultimi non sono la “casta”.
Stefania Passarelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui