Venafrano.org

Riparte il servizio mensa!

Dopo svariate polemiche parte il servizio mensa.
In data 1 Ottobre la ditta PROCLEAN s.r.l., con sede a Venafro ha manifestato la propria disponibilità all’espletamento temporaneo del servizio mensa, per un costo unitario a pasto di €3,60 oltre Iva.
Ditta che possiede indubbiamente tutti i requisiti per svolgere al meglio l’incarico in quanto la stessa è affidataria di servizi di refezione scolastica presso altri comuni.
L’incarico temporaneo andrà dal 7 ottobre al 30 novembre 2013 e avrà una spesa stimata di circa 38.750,40 euro oltre Iva.
In questo arco di tempo sarà portata al termine la gara di appalto per il servizio mensa, tale incarico avrà una durata di 3 anni 2013/2016.
Il merito ai costi, il contributo da versare non è variato e sarà ridotto per coloro che sono in difficoltà economiche e per chi ha più di un figlio.
Chi ad esempio ha due bambini avrà un costo di due euro e mezzo, chi ne ha tre vedrà abbassare il proprio contributo ad un euro e cinquanta.
I 285 bambini quindi avranno finalmente la loro mensa, processo travagliato ma che per fortuna ha avuto esito positivo.

Related Articles

8 Comments

  1. W l’amministrazione della trasparenza e della legalità’,,OLTRE A QUESTO,MA MI SPIEGATE COME ARRIVERANNO I PASTI A VENAFRO?

  2. La sede della società è venafro ma a me hanno detto che il cibo arriva da Tora e Piccilli qualcuno sa se è vero?

    1. negli anni 70 il mio maestro Gatti controllava personalmente le cuoche e il cibo che davano a noi allora bambini, questi non ho idea di come forniscono il cibo , soprattutto il sapore e l’apporto proteico.

  3. In merito alla mensa scolastica: i pasti arriveranno nello stesso modo in cui arrivano a Pozzilli. La ditta ha sede a Venafro e ha la cucina distaccata a 25 km, precisamente a Tora. I pasti verranno trasferiti in furgoni coibendati, conformi al trasporto di alimenti che lasciano la temperatura costante.I prezzi ad onor di cronaca sono stati tenuti invariati allo scorso anno, anche se gli stessi per via della Iva verranno ritoccati in seguito. In merito alla distanza da rispettare, la stessa verrà segnalata nel bando, qui vigono le disposizione dettate dall’ASREM, che indica che la consegna dei pasti non debba avvenire prima di 30 minuti dall’orario stabilito e chi presta il servizio non deve avere il centro di cottura situato ad una distanza non superiore ai 30 km, il tutto in contenitori multiporzione. Il nuovo appalto avrà una durata di tre anni dal 2013 al 2016, intanto il servizio di refezione scolastica è affidato con urgenza mediante affidamento diretto ai sensi dell’art. 125, commi 9, 10 e 11, del d.lgs. n. 163/2010. Per altri dubbi non resta che chiedere.

  4. Altro affidamento diretto… certamente la ditta avrà tutte le carte in regola ma in sei mesi non si faceva in tempo a fare una gara? Cmq in bocca al lupo a tutti i bambini che potranno soggiornare meglio a scuola

  5. per l’affidamento della mensa scolastica, non è obbligatoria la gara d’appalto, perchè l’importo non supera il tetto massimo obbligatorio per le gare. ma, a differenza degli altri anni, questa amministrazione vuole ugualmente fare una gara, nella massima trasparenza. se ricercate un pò di dati, in passato nessuno si è mai sognato di indire una gara d’appalto dove non vigeva l’obbligo. entro dicembre l’appalto sarà aggiudicato per buona pace di tutti

    1. si ok , lo spero di cuore , cerchiamo di non far n’altra figurella,10 laureati , avvocato etc etc e al tar so arrivate batoste per il basket, speriamo e non dico altro…

Back to top button