Caso Tatti, il giudice non si presenta L’ex capo ai Lavori pubblici cerca il reintegro

0
6

Ancora un duello tra gli avvocati Colalillo e Di Pardo“Legittimo impedimento” per il Giudice del Lavoro del tribunale di Isernia e l’udienza relativa alla causa dell’ingegnere Carlo Tatti, contro il Comune di Venafro, viene rinviata a giovedì prossimo.
E così dopo il “duello” dinanzi al Tar del Molise, gli avvocati Umberto Colalillo e Salvatore di Pardo si ritroveranno di nuovo l’uno contro l’altro. Il primo a difendere gli interessi del Comune di Venafro, il secondo gli interessi del tecnico Carlo Tatti che fu defenestrato dal suo incarico di capo settore dal primo cittadino.
Licenziamento in tronco di Tatti, senza possibilità di contestazioni e senza preavviso. L’ingegnere isernino venne assunto come tecnico esterno da Cotugno all’indomani delle elezioni comunali del 2008.
I rapporti tra i due si sono lacerati soprattutto nell’ultimo periodo e l’emergenza neve dello scorso febbraio, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.
L’ingegnere Tatti, tra l’altro, ha fatto ricorso al Giudice del Lavoro proprio per tutelare la sua posizione lavorativa e professionale.
Anche perché ha citato tramite il suo legale diverse presunte irregolarità amministrative della sua “pratica”. Irregolarità sia formali che sostanziali.
In aula sicuramente sarà battaglia tra i due noti avvocati. Rischia veramente grosso il comune di Venafro.
Tatti potrebbe essere reintegrato dal giudice del Lavoro. Per saperlo occorrerà attendere veramente poco. M.F.
 
FONTE:QUOTIDIANOMOLISE.IT