Il Venafro Volley campione under 16 femminile della provincia di Isernia

0
4

Una lotta piena di tensione vinta 1-3 contro il S. Agapito-Isernia
Soddisfazione per il presidente Nardolillo per lo storico risultato


Storico risultato per la città di Venafro, che per la prima volta vede una squadra di pallavolo femminile primeggiare nel campionato under 16 della provincia di Isernia, dominato da sempre dalle squadre isernine.
La formazione under 16 femminile del Venafro Volley diventa campione provinciale battendo 1-3 il S. Agapito-Isernia, nella finale tenutasi nell’ITIS di Isernia il 18 aprile.
L’emozione ha paralizzato le giovani atlete venafrane nel primo set. La più esperta squadra avversaria, guidata da una formidabile Federica Capone, uno dei talenti della nostra regione, ha fatto tesoro di questa esitazione e ha condotto senza problemi la gara, incassando un buon 25-19.
Nel secondo parziale sembrava che il copione dovesse ripetersi. Tensione e paura non accennavano a diminuire, semmai aumentavano, e così le isernine si portavano fino ad un rassicurante 20-11. Invano coach Ionata aveva mandato in campo Ilaria Di Mambro per la centrale Anna Duonnolo. Come però spesso accade nello sport, quando l’avversario sembra messo al tappeto, arriva la reazione che non ti aspetti. Incoraggiate da un tifo giunto in massa da Venafro, le ragazze di coach Ionata iniziano a giocare bene e fanno un clamoroso break di 12 punti, portandosi in vantaggio 23-20. L’entusiasmo è troppo per essere arginato, il S. Agapito è stordito e si lascia sfuggire il parziale 22-25.
Il set successivo segna il destino della partita. Le due squadre restano incollate l’una all’altra, senza break rilevanti. Si arriva così ad un fotofinish da brividi in cui il Venafro, grazie alle prodezze di Francesca De Luca e Monica Testa, migliori in campo, agguanta per un pelo il parziale imponendosi 24-26.

La quarta frazione di gioco è una prova di forza del Venafro, che surclassa le avversarie con numerosi ace, iniziati dalla centrale Anna Duonnolo. La tredicenne Martina Gianfrancesco dà sicurezza alla difesa, finalmente la palleggiatrice Caccia si sblocca dopo un momento di crisi – nel precedente set era entrata al suo posto la dodicenne Antonella Papa – e manda ripetutamente a segno l’opposto Cristina Carpentino, oltre che le imprendibili Testa e De Luca. In una prova corale il Venafro annichilisce la squadra di coach Arpante con un perentorio 15-25 che regala il match e la vittoria del campionato alle giovani nero arancio in un tripudio di cori e lacrime.
Nelle parole del presidente Carlo Nardolillo emerge tutta la soddisfazione per lo storico risultato: “portare il Venafro alla medaglia d’oro del campionato della provincia di Isernia è un motivo di grande orgoglio: mai una squadra venafrana era riuscita nell’impresa. In quattro anni abbiamo fatto un gran lavoro nella cura dell’ambiente e nella scelta dei tecnici, ai quali va il mio ringraziamento. Tutto con l’obiettivo di inculcare, oltre che nozioni tecniche, anche il giusto spirito di abnegazione e serietà, in un contesto però sempre di socializzazione e divertimento. I frutti di tanto impegno arrivano con questa vittoria, che ci entusiasma e ripaga di tanti sacrifici fatti. Alle giocatrici vanno ovviamente i miei più grandi complimenti per questo successo, con l’augurio che sia il primo di una lunga serie dentro e fuori dal campo”.