Grazie all’Ance cancellata la norma ‘ammazza imprese’

0
2

Vincenzo Cotugno: resta il problema dell’assenza di misure di sostegnoGrazie alla sensibilità dimostrata dall’Ance e, in modo particolare, dal vice presidente l’ingegnere Vincenzo Cotugno, è stata cancellata, di fatto, una norma “ammazza imprese” dalla legge finanziaria regionale. “Abbiamo appreso dalla stampa scrive in una nota Cotugno che la Giunta regionale, su proposta degli Assessori ai LL.PP., Antonio Chieffo, e alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, ha approvato una proposta di legge regionale che prevede l’abrogazione dell’art. 6 comma 1) della Legge finanziaria e il ripristino dello status quo ante.
Prendiamo atto della sensibilità dimostrata dalla Giunta regionale nel comprendere ed accogliere con immediatezza la denuncia fatta dall’Ance circa la portata devastante della norma contenuta nell’art. 6. E siamo lieti di questa proposta di legge che auspichiamo il Consiglio regionale, a cominciare dalla Commissione consiliare competente, vorranno discutere ed approvare il prima possibile, ponendo fine al clima di incertezza e inquietudine che la norma in oggetto ha suscitato.
Resta l’amarezza continua il vice presidente dell’Ance per una vicenda che ha dell’inverosimile e che oggi si avvia a conclusione grazie alla vigilanza dell’Ance che, ancora una volta, ha dimostrato incisività e tempestività nell’azione di tutela del comparto edilizio. Il problema vero resta l’assenza di misure a sostegno dello sviluppo.
Come abbiamo ribadito più volte, siamo stanchi di aspettare. Una volta la Regione non paga perché mancano i fondi, una volta non paga perché è in corso di approvazione il Bilancio, una volta non paga per l’art. 6, poi c’è l’ordinanza di proroga per il cratere che non arriva… Sono mesi che le imprese molisane aspettano di essere pagate e puntualmente si verifica un impedimento: è possibile?
Il problema è che le banche non aspettano, non aspettano i fornitori né gli operai e noi imprenditori siamo costretti continuamente ad indebitare le nostre aziende caricandoci di costi non più sostenibili.
Occorre una svolta immediata. La Regione conclude l’ingegnere Cotugno deve mettere in campo tutte le sue risorse, umane e finanziarie, per sostenere l’economia del nostro territorio a cominciare dallo sblocco dei pagamenti.
Non possiamo più aspettare: è bene che questo messaggio arrivi chiaro e forte.
Noi non possiamo più aspettare!” M.F.
Fonte: QUOTIDIANOMOLISE.it