Bonifica, domenica al voto

0
1

I seggi sono divisi per fasce secondo i redditi e i contributi versatiDomenica di votazioni, la prossima, al Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro. Si dovrà eleggere il nuovo consiglio di amministrazione dell’ente di via Colonia Giulia, preposto alla migliore fruibilità, funzionalità ed efficienza dell’intero comparto agricolo/zootecnico del mandamento venafrano comprendente i territori comunali di Venafro, Sesto Campano, Pozzilli e Montaquila attraverso l’erogazione di appositi servizi e prestazioni.
Da questo si evince l’importanza dell’appuntamento elettorale di domenica 11 marzo, decisivo per l’economia agricolo/zootecnica dell’estremo Molise occidentale e determinante per le prospettive di crescita e sviluppo del settore.
Da eleggere, ricordiamo, sono 12 amministratori consortili, distribuiti nelle quattro fasce in cui risultano divisi i consorziati stessi in base ai contributi versati al Consorzio. Votano cioè solo i consorziati, coloro che possedendo terreni versano i tributi all’ente, e la loro suddivisione ed appartenenza ad una delle quattro fasce dipende dall’entità delle proprietà terriere e quindi dei contributi pagati. I seggi nel consiglio consortile a seconda delle fasce : I^ fascia (quella dei piccoli proprietari terrieri, ossia della massa) – 3 consiglieri ; 2^ fascia – 3 consiglieri ; 3^ fascia – 2 consiglieri ; 4^ fascia (i grandi proprietari terrieri, ossia i latifondisti) – 4 consiglieri. Ai 12 eletti dai consorziati si aggiungeranno poi i 3 designati dalla Regione Molise (2 espressione della maggioranza di Palazzo Moffa ed 1 indicato dalle minoranze), per il totale di 15 che sarà appunto il nuovo consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro. All’interno del nuovo consesso sarà poi prescelto il Presidente dell’ente e la deputazione, ossia la giunta consortile. Tanta quindi l’attesa e l’importanza per il voto di domenica prossima, coi candidati sguinzagliati alla ricerca di voti. Si ricorda che è stata presentata un’unica lista di candidati comprendente le quattro fasce, fermo restando un numero maggiore di candidati per ciascuna fascia rispetto al numero di amministratori da eleggere. Questo spiega il “porta a porta” della campagna elettorale in corso, alla ricerca di consensi e voti. Si voterà, domenica prossima, nell’arco dell’intera giornata nella sede consortile di via Colonia Giulia, all’ingresso occidentale della città.