Tatti: io il capro espiatorio

0
3

L’ex capo settore Lavori Pubblici immediatamente rimosso dal sindaco,Berardi e Valente i nuovi tecnici nominati al suo postoL’ex capo settore ai lavori pubblici del Comune di Venafro, ingegnere Carlo Tatti,ancora non si spiega perché è stato rimosso dall’incarico dal sindaco Nicandro Cotugno. Come è noto, il primo cittadino, all’indomani dell’emergenza neve decise di licenziare Tatti con proprio decreto, immediatamente efficace. A prendere il posto di Tatti il duo BerardiValente.
E già, proprio così. Berardi in questi giorni è impegnato per la convocazione della conferenza di servizi per la realizzazione della Bretella di Ceppagna, opera viaria da 30 milioni di euro. Con ogni probabilità, la conferenza si dovrebbe tenere il prossimo 28 febbraio, burocrazia permettendo naturalmente.
L’architetto Franco Valente si è già messo a lavoro per avviare l’iter per le gare di appalto riguardanti diverse opere pubbliche. Tra queste priorità assoluta alla Palazzina Liberty, per la quale sono disponibili già i soldi della regione. Ma ritorniamo alla vicenda Tatti. A distanza di una decina di giorni ritorniamo sull’argomento ponendo delle domande al professionista isernino Lei, ingegnere, nella sua nota inviata al nostro giornale, ha dimostrato di aver allertato tutta la sua struttura per l’emergenza neve.
Se le cose stanno come dice lei, allora perchè il sindaco Cotugno le ha tolto la fiducia con un atto perentorio? “Questa domanda dovrebbe rivolgerla direttamente la Sindaco.” Si è accorto negli ultimi tempi di una sorta di clima ostile nei suoi confronti da parte del sindaco e dell’assessore ai lavori pubblici Claudio Petrecca? Le chiedevano di attivarsi e le sue risposte non arrivavano o arrivavano in ritardo? “Apparentemente no.
Per quanto riguarda le richieste da parte del Sindaco e dell’Assessore ai lavori pubblici, per avere chiarimenti dovrebbe specificare quali sarebbero state quelle alle quali non avrei dato risposta o data in ritardo, visto il ventaglio di problematiche e richieste che quotidianamente il Settore gestisce. “ Ingegnere Tatti, ha fatto qualcosa, qualche nomina su alcuni progetti, senza informare il sindaco e l’amministrazione comunale? Si dice che lei ha nominato un tecnico che ha un contenzioso aperto con il Comune di Venafro.
Tutto questo corrisponde al vero? “Per quanto mi risulta, la parte politica di volta in volta interessata è stata sempre informata e resa partecipe di ogni nomina fatta. In merito alla nomina effettuata al fantomatico tecnico che ha un contenzioso aperto con il Comune di Venafro nulla mi risulta, se mi dice a chi si riferisce potrò fornire elementi più precisi. “ Si ferma qui Carlo Tatti, molto amareggiato per come è maturata la decisione del sindaco Cotugno di farlo fuori. Una vicenda destinata, a quanto pare, ad avere risvolti anche di natura politica e che nei prossimi giorni potrebbe avere anche sviluppi clamorosi.