Emergenza neve, tregua in mattinata. Uomo trovato morto a S. Agapito

0
2

Questa mattina si è fatto il punto della situazione che è difficile dappertutto. In alcune zone ancora più complicata. In provincia di Isernia, che sembra essere la più colpita dall’ondata di maltempo, diversi comuni ancora stamattina risultavano isolati. La circolazione è stata ripristinata sulle principali arterie ma i collegamenti sono ancora difficili. A Venafro ancora non è terminata l’odissea per molte famiglie che da ieri pomeriggio sono rimaste senza corrente elettrica, senza riscaldamento e senza acqua. In nottata, intorno all’una, i tecnici dell’Enel, dopo otto ore di durissimo lavoro, sono riusciti a riparare il guasto provocato dalla caduta di un traliccio a Pozzilli che ha fatto saltare centinaia di metri di cavi elettrici. Ma l’energia elettrica in nottata è tornata soltanto in alcune zone della città, in altre ancora stamattina non c’era corrente. Per molti è stata una notte da incubo al buio e al gelo per il mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento. Sempre a Venafro questa mattina decine di case in campagna risultavano isolate. A S. Agapito una persona di 68 anni è stata trovata senza vita nella sua auto. La macchina era parcheggiata nella piazza principale del paese. L’uomo, a quanto sembra, era entrato per metterla in moto e riscaldarla. Forse un malore, dovuto anche al freddo intenso, lo ha colpito. ALcuni passanti si sono accorti di quanto accaduto quando ormai era troppo tardi. Problemi seri anche per il trasporto ferroviario. Questa notte una trentina di passeggeri sono rimasti bloccati tra Cantalupo e Macchiagodena sul treno diretto a Roma partito in serata da Campobasso. La presenza di neve sui binari ha costretto il treno a fermarsi. Solo intorno alle 2 gli uomini della Protezione Civile sono riusciti a recuperare i passeggeri. E problemi ci sono stati anche sulla linea Napoli-Campobasso con un treno fermo per tutta la notte nei pressi di Vairano con passeggeri, tra cui diversi molisani, costretti a dormire negli scompartimenti al gelo. In nottata da segnalare un episodio che va a merito delle forze dell’ordine: i carabinieri di Filignano, sfidando la neve e i pericoli, sono riusciti a portare in ospedale a Venafro una bimba che stava male. Si spera che la tregua regga anche se le previsioni non escludono in serata una nuova perturbazione.
fonte : www.altromolise.it