Il Venafro Volley vince il campionato maschile under 18 con due giornate di anticipo.

0
3

Si consuma il 16 gennaio 2012 nella palestra dell’I.S.I.S.S. di Venafro la vittoria della formazione maschile under 18 del Venafro Volley, che vale anche la conquista del campionato con due giornate di anticipo.
A farne le spese è il sestetto del Free Volley Campobasso in una partita che ha riservato un grande brivido nel terzo set.
La posta in palio rende più tesi del normale i padroni di casa, che per la prima volta in questo campionato si ritrovano a subire il gioco avversario. Ogni partita finora è sempre stata vinta dai venafrani con il pieno punteggio 3-0, senza mai troppe preoccupazioni. Invece proprio nella partita clou i ragazzi di coach Ionata si ritrovano sotto 2-6. Il recupero non tarda ad arrivare e il pareggio giunge sul 9-9, con i campobassani costretti al time out. Si capisce che giovani venafrani non vogliono sfigurare davanti al pubblico accorso per l’occasione, così ingranano la marcia giusta e passano a condurre il gioco fino a vincere il parziale 25-17.
Il secondo set procede senza intoppi, con l’opposto Braconi a far male da posto due, ben coadiuvato dal palleggiatore Simeone. Bene anche i centrali Rocchio e Russo e il libero Giuseppe Gianfrancesco, ma sono le bande Masella e Renella a dettare il ritmo gara. Sul 14-9 e poi sul 20-12 entrano le riserve Palumbo e Valle. La partita scivola verso un tranquillo 25-17.
Sembrava che la vittoria fosse a portata di mano, ma il terzo set riserva una sorpresa che nessuno si aspettava. Punto dopo punto i campobassani conducono il parziale fino a trovarsi alla siderale distanza di 3-16. La reazione dei venafrani sembra non arrivare mai. Coach Ionata è costretto a rimettere in campo il titolare Renella al posto di Yuri Gianfrancesco. Il tifo comincia a sostenere a squarciagola i propri beniamini. E come nelle migliori favole a lieto fine, il miracolo avviene. Con lentezza, ma inesorabilmente, comincia una strepitosa rimonta. Protagonista è il capitano Masella, che onora la sua fascia con la miglior prestazione dell’anno. Da posto quattro diventa imprendibile: passa con diagonali, lungolinea, di forza e d’astuzia. I ragazzi di coach Antoniani danno il meglio di loro, specialmente in difesa, ma non basta. Quando Masella va in seconda linea assesta un paio di ace e cerca di evitare errori. In prima linea arriva Renella, che non fa rimpiangere il capitano e gioca al meglio le insistenti alzate di Simeone. La scelta sembra obbligata perchè Braconi commette qualche errore che fa tremare la squadra e la palla ai centrali è troppo rischiosa. Ma il gruppo c’è e l’aggancio arriva sul 23-23 con il pubblico in tripudio. Il Campobasso si ritrova di nuovo in vantaggio 23-24 e ha la palla per chiudere il set e vanificare tanto affanno degli arancio-nero. Ma il Venafro non ci sta. Prima pareggia e poi si lancia nella vittoria 27-25 con il pubblico in festa.
Questo il commento del presidente Carlo Nardolillo: “Sono estremamente felice per quello che hanno fatto i ragazzi, per il loro impegno e il cuore messo ad ogni allenamento e ogni partita. Il terzo set resterà scolpito nella nostra memoria. Dopo diversi secondi e terzi posti arriva la prima medaglia d’oro per la nostra società, che lavora duramente ogni giorno da quattro anni. Questa giornata di festa la dobbiamo ad un gruppo stupendo che ci ha creduto ed è stato sostenuto fin dall’inizio. Spero che questo sia l’inizio di una positiva fase per la pallavolo venafrana e che questo risultato possa avvicinare al nostro sport tanta gente, ancora di più degli oltre cento tesserati che abbiamo. Ora dobbiamo concentrarci sul campionato di prima divisione femminile, nel quale siamo secondi nel girone A ad un solo punto dalla prima. Rinnovo a tutti i ragazzi i miei migliori auguri per la splendida vittoria della competizione”.
www.venafrovolley.com