Provincia di Isernia: la maggioranza di centrodestra è allo sbando

0
3

Quanto accaduto nell’ultima seduta del Consiglio provinciale conferma ciò che da mesi andiamo sostenendo, e cioè che la maggioranza di centrodestra è completamente allo sbando, lacerata da una guerra senza quartiere con i singoli consiglieri ed assessori….. che ormai rappresentano ognuno un “partito”, quello della propria pagnotta, impegnati o a difendere la loro poltrona o a conquistarne una più importante. Lo scontro in atto nel centrodestra a Palazzo Berta sta aggravando la situazione determinata da un’Amministrazione provinciale che da quando si è insediata ha prodotto solo chiacchiere e pochi fatti lasciando senza risposta le tante questioni importanti che sono sul tappeto e che interessano i cittadini. In particolare il presidente Mazzuto, al di là di certe classifiche che lasciano il tempo che trovano, ha dimostrato in questa ultima circostanza di non essere in grado non solo di amministrare la Provincia ma nemmeno di tenere insieme la sua maggioranza che, l’altra mattina, gli ha dato uno “schiaffo politico”. Un fatto ancora più rilevante se si pensa che egli riveste contemporaneamente anche la carica di segretario provinciale del Pdl. Di fronte a quanto accaduto in Consiglio provinciale nell’ultima seduta, quando la sua stessa maggioranza di fatto lo ha sfiduciato nel voto sul rinvio della surroga dei due neoconsiglieri provinciali, il presidente avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni. Invece siamo convinti che continuerà a tirare a campare, facendo fuori qualche altro assessore “sgradito” a lui e agli ultimi alleati fedeli che gli sono rimasti, quelli di “Progetto Molise”, illudendosi in questo modo di uscire dal pantano in cui ha cacciato la Provincia di Isernia. Guardando alla composizione dell’attuale giunta rispetto a quella che si insediò nel 2009 sembra di leggere il famoso romanzo di Agatha Crhistie “Dieci piccoli indiani”: uno dopo l’altro sparirono tutti e non rimase più nessuno. Aspettando il turno del prossimo assessore da fare fuori senza una discussione politica e programmatica – come denunciato dall’ex assessore Iapaolo e da vari esponenti della maggioranza anche in consiglio provinciale –, questa legislatura sta scivolando via senza alcuna utilità per i cittadini e per il territorio. Se si facesse oggi il bilancio amministrativo e politico di questa maggioranza, soprattutto dopo i fatti dell’altra mattina, non potremmo che usare una sola parola: fallimento!
Il capogruppo di SEL
Antonio Sorbo
fonte : www.informamolise.com