‘Il Consiglio non sia un luogo di sterili polemiche’

0
1

Il presidente del consiglio Nico Palumbo accoglie le richieste dei consiglieri de “Il Patto” per la convocazione di un consiglio comunale straordinario, ma inserisce altri argomenti che riguardano molto da vicino i cittadini e il futuro della città. Non solo dunque si parlerà di bilancio sociale, sicurezza scolastica e Pia Unione, ma anche di inquinamento ambientale, viabilità sul Lungorava e di crisi economicofinanziaria. Questa l’agenda dei lavori che Palumbo presenterà alla conferenza dei capigruppo per stilare l’ordine del giorno della prossima seduta del parlamentino cittadino. “Credo sia fondamentale scrive in una nota Palumbo riprendere il discorso relativo alle misure da adottare per limitare l’inquinamento da traffico veicolare, confrontarsi anche con il Prefetto da poco insediatosi per studiare di comune accordo delle soluzioni adeguate e incisive per salvaguardare il nostro territorio. I continui sforamenti registrati dalle centraline dell’Arpa posizionate in Città, non possono e non devono passare inosservati. Occorre una forte presa di posizione, anche con provvedimenti impopolari al fine di tutelare e salvaguardare la salute pubblica. La sicurezza della viabilità sul Lungorava richiede degli interventi non più procrastinabili da parte di tutti gli enti interessati. Il ripetersi di incidenti stradali ci investe della responsabilità di adottare provvedimenti e trovare una strada comune che integri le responsabilità del Consorzio di Bonifica, della Provincia e della Regione, affinchè questo problema venga risolto prima che si verifichi l’irreparabile. Credo che l’assise civica debba affrontare anche con piccoli ma determinanti interventi la profonda crisi economica occupazionale e finanziaria che sta martoriando il tessuto sociale della piana di Venafro. Anche se marginalmente competenti, una presa di posizione istituzionale del Comune potrebbe incontrare interlocutori validi per tamponare l’emergenza occupazionale, la moria di piccole aziende e la chiusura di tante attività commerciali. É ora che la politica con ferma decisione si prodighi alle tante emergenze sociali che stanno mettendo a dura prova anche l’orgoglio dei nostri cittadini. Immediatamente conclude il presidente del consiglio Nico Palumbo convocherò la conferenza dei capigruppo in modo tale da poter fissare la data della prossima assise civica già per la fine del mese di gennaio, al più tardi all’inizio del mese di febbraio. Credo che l’occasione possa essere anche un invito affinchè la collettività partecipi ai lavori consiliari, invitando tutti gli esponenti di maggioranza e opposizione affinchè contribuiscano a rendere il consiglio comunale non un luogo di sterili discussioni ma un momento di incontro, di confronto e di decisioni alla portata di tutti.”