Venafro: Sel e Città Nuova replicano all'Anas

0
2

L’ANAS Compartimento del Molise, attraverso il suo Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP), con una nota ufficiale in data 3 gennaio 2012 ha risposto alla richiesta di informazioni inviata nei giorni scorsi da esponenti di SEL e di “Città Nuova” circa la realizzazione della cosiddetta “Bretella di Ceppagna”. Nella risposta i responsabili dell’Azienda scrivono che per tale opera, “già inserita nel Piano Quinquennale ANAS 2007/2011, si conferma l’impegno di questa Società alla sua realizzazione”. Infatti l’ANAS la considera “tuttora tra gli interventi prioritari per il territorio regionale”. “A tal proposito e a conferma di ciò – continua il documento -, si comunica che in data 20/12/2011 sono stati inviati al Comune di Venafro gli elaborati riguardanti la progettazione stradale dell’intervento, aggiornati dal Compartimento del Molise in seguito all’adozione della nuova soluzione tecnica finale in corrispondenza dello svincolo con la SS. 85 var (variante di Venafro), già aperta al traffico, in conformità della convenzione sottoscritta in data 14/09/2009. Gli stessi dovranno essere integrati con i restanti elaborati riguardanti le opere idrauliche, strutturali, ambientali, ecc.., di competenza del Comune di Venafro, al fine di poter presentare il progetto definitivo all’esame degli Enti deputati ad esprimersi”. I firmatari della nota inviata all’ANAS, nel prendere atto delle rassicurazioni e delle informazioni contenute nella risposta, per la verità già anticipate dall’assessore Boggia in Consiglio comunale e successivamente dallo stesso confermate pubblicamente, intendono ringraziare i responsabili dell’ANAS Compartimento di Campobasso per la celerità e la chiarezza della risposta. Al contempo invitano la stessa Società e l’Amministrazione comunale a procedere speditamente nell’iter amministrativo che, ormai, è arrivato alla fase conclusiva, senza curarsi dei tentativi di chi tenta di ostacolare ad ogni costo la realizzazione di quest’opera (che, al momento, rappresenta l’unica concreta e ravvicinata soluzione al problema dell’inquinamento provocato dal traffico veicolare e alla drammatica emergenza da esso determinata) cercando probabilmente soltanto di difendere piccoli interessi personali, talvolta meramente economici, giocando sulla pelle e con la salute dei venafrani.
INFORMAMOLISE