Dopo le voci di possibili cessioni: il Carsic precisa" La nostra struttura non sarà venduta"

0
3

La voce non è stata affatto gradita e la proprietà dell’Istituto l’ha voluta subito smentire in toto.“Ci riferiamo alle notizie di stampa circa la presunta vendita del Carsic, il Centro d’Azione per il recupero Sociale  degli Invalidi Civili ospitato nell’ex seminario Vescovile di via Garibaldi a Venafro, affermano dalla proprietà della struttura socio/ sanitaria.
Non c’e’ alcuna volontà o progetto in tal senso da parte nosrta nè ci sono mai stati contatti o proposte da chicchessia.
Smentiamo perciò la diceria, ossia il carsic non è affatto in vendita. Invitiamo gli organi di informazione , per il futuro, a controllare la fondatezza elle loro fonti prima di pubblicare notizie sul Carsic”.
La stessa proprietà di origine e provenienza casertana entra poi nel merito della propria atività.
“Siamo qui a dirigere e gestire il Centro da oltre 40 anni – fanno sapere  – ed intendiamo continuare a farlo.
Siamo legati a questa attività assistenziale e di recupero, alla Regione Molise ed alle sue istituzioni in maniera chiara, forte ed indissolubile.
Affermiamo questo in piena  convinzione e determinazione anche alla luce delle ormai prossime linee guida di questo Istituto, per il quale è in programma un’azione di rilancio ed ammodernamento, con nuovi accrediti e quindi ulteriori prestazioni e servizi a favore dei ricoverati.
Tra l’altro sarebbe in dirittura d’arrivo , secondo notizie ufficiose, un esplicito riconoscimento del ruolo del Carsic dalla nuova programmazione della sanità Molisana per cui non vediamo perchè dovremmo vendere”.
Riguardo ai ritardi nei pagamenti? ” E’ slittata di poco la mensilità di ottobre – fa sapere il carsic – ma ogni cosa è stata regolarizzata.Del resto i nostri lavoratori non sono mai stati in credito nei pagamenti, che presto verranno normalizzati”.
Quindi la conclusione: ” Garantiamo che continueremo a gestire il Carsic senza alcun programma di Vendita”
IL QUOTIDIANOMOLISE.IT