Si cominci dalle piccole cose, ho un’idea per il centro storico

719 17

Angelamaria Tommasone un successo che va al di là di ogni più rosea aspettativa. Ben 617 le preferenze ricevute, viene dietro a Alfredo Ricci(895) e Maria Elisabetta Cifelli(814). In odore di assessorato. Questo è poco ma sicuro e per lei si profila la delega al sociale e alla Pubblica Istruzione. Ma la Tommassone taglia corto:” Non abbiamo parlato mai di assessorati o quant’altro.”
Ma si sa che al suo gruppo spetta almeno un posto in giunta. “La mia soddisfazione è immensa perché ricevo riscontri bellissimi dalla gente. La vittoria è stata la vittoria del popolo venaf raso. Penso che i cittadini abbiamo premiato la continuità di chi è stato sempre dalla parte della gente.

Il nostro apOracolo con la gente è stato improntato alla semplicità e abbiamo sempre mostrato tutta la nostra umiltà. Alla fine, penso. sono stati questi elementi a decidere l’ele zion e” Tommasone, ora dovete cominciare a lavorare. Da dove comincerete? ‘Dalle piccole cose. Bisogna cambiare tutto questo si. Per questo ascolteremo la gente prima di prendere le decisioni importanti per le sorti future della città.”

In che modo ascolterete la gente? “La prima cosa che proporrò di istituire un punto di ascolto per i cittadini. La casa comunale deve diventare la casa di tutti, il palazzo di vetro come si dice. Noi amministratori dobbiamo rimanere a contatto con la nostra gente. Guaio non partire da questo”

Tommassone, il centro storico. Lei a quanto pare vorrebbe lanciare una iniziativa culturale di grande portata sociale. Di che cosa si tratta? “Sull’esempio di Pietrelcina. Si. proprio così. Ho visto in quella bellissima cittadina il presepe vivente nel cuore della città. E stato veramente suggestivo. La mia idea è proprio questa: organizzare un presepe vivente per le viuzze del centro storico. Ma non solo questo. Il centro storico deve diventare veramente il cuore pulsante di Venafro. Occorre rivitalizzarlo con idee nuove e declinabili nella nostra realtà.”

La macchina amministrativa va rivista. Occorre ottimizzarla. Come vi muoverete? Chi sarà buttato giù dalla torre? “Noi dobbiamo premiare il merito. Senza stravolgimenti di sorta. Questo lo voglio dire per sgombrare il campo da ogni equivoco. Certo occorre cambiare la mentalità. l dipendenti devono essere messi nelle migliori condizioni per operare, ma devono tutti rendere conto di quanto producono. Gli obiettivi devono essere raggiunti seriamente. Questo ci chiedono i nostri cittadini. E questo faremo senza perdere tempo.”

FONTE: QUOTIDIANOMOLISE.IT

There are 17 comments

  1. In giro c’è aria di annullamento delle elezioni…!
    Brogli elettorali e/o vizi di forma?
    Chi vivrà vedrà…..
    A volte dietro un’angelo può nascondersi un Diavolo…..

  2. Complimenti a tutta la giunta, sono sicura che grazie alle vostre capacità e impegni costanti presi con la massima trasparenza farà diventare VENAFRO un vero splendore……Noi volenterosi vi aiuteremo sempre….
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE

  3. L’ARMATA BRANCALEONE TRAVESTITA DA CORAZZATA NON SI FA’ CAPACE CHE QUESTA VOLTA NO E’ RIUSCITA A IMBROGLIARE LE ELEZIONI
    VIVA VENAFRO
    ABBASSO “LES MISARABLES”

  4. All’interno di quella che è la funzione propria della cultura di riqualificazione delle aree urbane in decadimento, un presepe vivente può essere uno dei tanti validi strumenti per restituire nuova vita al nostro centro storico. Tuttavia esso è solo uno degli strumenti atti a tale scopo: da solo non basta.
    Al centro storico di Venafro servono sì eventi, ma ciò che è realmente necessario è restituirgli quella sua funzione primaria di fulcro della nostra città. Non si può pretendere di rilanciare un quartiere delicatissimo come la parte storica solo con un evento già ampiamente diffuso nel panorama culturale italiano (un esempio è il presepe di Capriati): prima di fare ciò, occorre riportare sulla parte alta abitanti, servizi e attività commerciali. Tutto ciò DEVE passare tramite una RIQUALIFICAZIONE degli ambienti, dell’arredo urbano e dei servizi di prima necessità, ossia tutte quelle cose ASSENTI nel nostro centro storico, per colpa di scellerati piani di recupero che hanno solo peggiorato la già grave situazione.
    Senza queste cose di primaria importanza, nessuno andrà mai a vivere nel centro storico, nessuno vi aprirà una propria attività e non basteranno cento presepi viventi per rilanciare questo splendido quartiere.

    Proposta: come ho già detto, non basta un evento già presente in altre città per rilanciare l’immagine e il brand di un luogo: occorrono IDEE NUOVE.
    Siamo la patria dell’olio d’oliva: quando ci decideremo a fare una seria fiera dell’olio nel centro storico della nostra città? Potremmo riaprire le botteghe chiuse per quell’occasione, creare convegni, attività su scala nazionale ed internazionale. Non è impossibile, siamo facilmente raggiungibili e tutti ci conoscono per le mozzarelle anziché per l’olio. Servono soldi? I privati inizino a sponsorizzare queste cose, scommetto che il loro tornaconto ne sarà ben lieto. Un esempio può essere “Cheese” di Bra (CN) oppure la Fiera del riso di Isola della Scala (VR)

  5. Sii più mite nelle espressioni.
    Ma forse ti chiedo troppo…
    Almeno usa forma di espressione corretta.
    Ma forse ti chiedo troppo.
    “D’altronde chi nasce quadrato non può morire tondo.”

  6. Da venafrano che ha votato Sorbo sono contento della proposta della Tommasone, una persona sempre vicina ai proplemi dei venafrani e del centro storico, cmq mi sto chiedendo se è possibile che una simile stonzata come l’annulamento delle elezioni sia possibile.
    Secondo me se la lista di Pietracupa sospetta una cosa simile è solo xke non sanno rassegnarsi all’evidenza…. w Sorbo e il cambiamento

  7. Se avesse vinto Pietracupa la lista di Sorbo avrebbe fatto lo stesso. Nulla di nuovo sotto il sole. Forse a Venafro non ci saranno più ricorsi elettorali quando a candidarsi sarà una sola lista, ma anche in questo caso ho qualche dubbio….

  8. io vorrei sapere solo dal signor sindaco e dalla grande angelmary perche dite che il castello la palazzina liberty e le scuole le farete voi se sono opere gia tutte finanziate??? ma non vi mettete vergogna?? quel lavoro non lo avete svolto voi, non vi siete battuti voi… ne usufruirete soltanto.. facendovi si dice a venafro ” i ricchion chi cul r gli’aut”

  9. Se permetti, quello che hai scritto non si dice a Venafro……………… lo dici tu.

  10. informaticamente |

    quindi iniziamo da un bel bando di gara per l’appalto della gestione informatica del comune , affidata al cugino di un votatissimo candidato, questo appena fu eletto in comune qualche anno fa, senza gara senza niente da anni questa persona prende un mensile per fare non si sa ancora quale cosa sopra al comune e con quali competenze , iniziamo a portare trasparenza e iniziamo proprio a togliere i conflitti di interessi.

  11. sorbo con la nuova amministrazione gia con la” semplicità e l’umiltà ” dimostrata dopo la vittoria e con l’insediamento nella casa comunale fanno capire che sono ben diversi da chi si stravantava di vincere e x questo sono da apprezzare………. x i vari sostenitori della lista opposta dico solo una cosa …. “l kiakier s l port i vient e la voria l sparpagliea” cosi si dice a venafro

  12. Mario Sinagoga |

    Effetivamente con un bel presepe vivente si metono a posto un sacco di cose. Nuovi posti di lavoro, nuove prospetive per i commercio e molte atre cose che adesso non sono a posto. bella niziativa.

  13. sono oramai anni che dicono che sono finanziate ma nulla accade, vedi di essere obbiettivo. Se questi edifici verranno recuperato saràsolo per l’amministrazione SORBO anche se a te da fastidio.

  14. Squola bassa. |

    Il presepe vivente nei centri storici si fa da decenni in tantissimi comuni molisani tanto è che tali iniziative vanno perdendo smalto.

  15. Nicandro Buono (1986) |

    L’esempio di Casalciprano mi pare davvero eclatante: a costi quasi pari a zero, hanno creato un museo all’aperto e hanno valorizzato un piccolo centro del Molise che era caduto nel dimenticatoio.

    Con un recente concorso, sono state introdotte parecchie nuove opere anche di artisti importanti (qui trovate un esempio http://www.youtube.com/watch?v=H9EAPIBqTbo)

    Secondo me dovremmo imparare da loro!

    Venafro offre molto molto di più di quanto possa offrire Casalciprano, ci vuole solo impegno e dedizione!

    Per il presepe vivente, per quanto possa fare bene alla nostra cittadina, credo sia una iniziativa alquanto inflazionata. Forse farebbe bene un po’ di innovazione, da sempre chiave del successo!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi