SILENZIO ASSORDANTE

0
177
mammesaluteambiente

L’Associazione è preoccupata per  la difficoltà che incontra nell’acquisire informazioni e dati relativi alle problematiche ambientali. (allegato 1 richieste rimaste inevase: allegato-1a_richieste-colacem.pdf allegato-1b_richieste-herambiente.pdfallegato-1c_richieste -mpianto-depurazione.pdf).

L’art.3 del D.lgs n.195/2005 chiarisce che le informazioni ambientali spettano a chiunque le chieda, perchè sono finalizzate a garantire un controllo sociale diffuso sulla qualità dell’ambiente. (allegato 2 sentenza in merito  accesso dati ambientali)

Ciò premesso ha  comunque presentato (entro i termini di legge) le osservazioni al Piano Regionale Integrato per la qualità dell’Aria Molise P.R.I.A.Mo. avendone riscontrate alcune criticità. A tal proposito si riporta un inciso  delle osservazioni : ”A nostro avviso l’utilizzo in sé (e ancor più prospettive di incremento) nell’uso di rifiuti (o CSS) in impianti di produzione di energia e/o altri impianti industriali (cementifici) non può essere incluso tra lo “sviluppo delle fonti rinnovabili pulite”. Anche se impropriamente e parzialmente incluse tra le “biomasse” e le fonti rinnovabili i rifiuti (o gli EOW combustibili) non devono essere favoriti tanto più se, nello stesso momento, si intende scoraggiare l’utilizzo di “vere” biomasse nel riscaldamento residenziale per motivi connessi alle emissioni (la scelta dovrebbe essere principalmente dedicata al rinnovamento delle caratteristiche tecnologie degli impianti favorendo la dismissione dei camini aperti con soluzioni più efficienti). E’ un paradosso visibile anche nel rapporto ambientale (tabella dedicata al bilancio energetico regionale, p. 75) ove le biomasse per la produzione di energia a livello residenziale sono indicate (e conteggiate) come “FER”. “ ( Allegato 3 osservazioni al P.R.I.A.Mo.)

Le  problematiche ambientali vengono purtroppo sottovalutate come del resto risulta anche dalla lettura dell’intervista rilasciata al giornale Primo Piano del 28 agosto 2016 dal Ministro dell’Ambiente Galletti (allegato 4 articolo di Primo Piano )

L’accostamento fatto dal Ministro Galletti della Valle Venafrana ( circondata da montagne) a Copenaghen è del tutto inopportuna se non semplicistica.  Ciò si evince molto chiaramente dalle foto allegate L’associazione comunque non si arrende ma continua a combattere.

Copenaghen-Inceneritore-che-affaccia-su-mare-aperto

Copenghen- Inceneritore che affaccia su mare aperto ottimo ricambio di aria

Pozzilli–inceneritore-Herambiente-in-area-circondata-da-montagne

Pozzilli –inceneritore Herambiente in  area circondata da montagne, tutto ciò che qui si brucia ristagna per sempre nella Valle

 

SestoCampano-cementeria-inceneritore-Colacem-in-area-circondata-da-montagne

Sesto Campano- cementeria inceneritore Colacem  area ugualmente circondata da montagne, tutto ciò che qui si brucia ristagna per sempre nella Valle

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here