Occupato l’edificio scolastico di Roccapipirozzi

Il sindaco di Sesto Campano, Renata Cicerone aveva invitato tutti ad abbassare i toni della polemica. Di tutta risposta il comitato di Roccapipiorzzi, la frazione di Sesto Campano, occupa la scuola che dovrebbe ospitare la casa famiglia di seconda accoglienza per ragazzi disagiati. Ieri sera, dopo aver regolarmente comunicato alla Questura e alle forze dell’ordine la decisione di occupare la struttura scolastica, i cittadini si sono radunati e hanno cominciato la loro protesta. Nei pressi della scuola, una pattuglia dei Carabinieri della stazione di Sesto Campano. “Il sindaco pensa di risolvere tutto con le belle paroleci dichiarano gli organizzatori della manifestazione. La presenza di minori disagiati potrebbe alterare l’equilibrio sociale della nostra comunità che è una piccola frazione con tanti problemi che l’amministrazione comunale dovrebbe affrontare seriamente. Non ci sono le condizioni minime di sicurezza per aprire la struttura e su questo noi puntiamo e andremo fino in fondo, costi quel che costi”. Insomma da una parte il sindaco e l’amministrazione, dall’altra la popolazione di Roccapipirozzi: muro contro muro che non promette nulla di buono. Il sindaco Cicerone parla di un progetto per la realizzazione di un centro di accoglienza per i ragazzi orfani provenienti dai paesi del nord Africa; il comitato, invece, sostiene che si tratta di un centro di seconda accoglienza per ragazzi con problemi sociali. Come andrà a finire? Beh, la situazione è veramente ingarbugliata. Qualcuno dovrà pure trovare il bandolo della matassa . M.F.

Fonte quotidianomolise.it


Related Articles

“Cari” trattori..quasi 500mila di fatture da pagare ai privati..che hanno spalato la neve!!!

14 febbraio 2012. E io pago! Dall’emergenza neve si rischia di essere investiti da una valanga di debiti. Perché la decina

Parentopoli, la Provincia trema

ISERNIA – Pacchia finita. La procura di Isernia ha ufficialmente aperto un’inchiesta sui numerosi casi di presunta parentopoli alla Provincia

Petraroia: Maggior rispetto per il Lavoro. Basta precarietà, tagli salariali e discriminazioni

Morto il Re. W il Re. Dopo decenni di liberismo selvaggio, mercato senza regole, egemonia della finanza speculativa, politica sottomessa

nessun commento

COMMENTA
Non ci sono commenti! commenta per primo questo post!

COMMENTA

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi